Dalla fine di gennaio, l'epidemia del nuovo coronavirus Covid-19 sta provocando migliaia di morti, monopolizzando i notiziari di tutto il mondo, causando un'ondata di panico senza precedenti. Gravissime le responsabilità del regime cinese, che ha tenuto nascosta la diffusione della malattia. Gravi anche quelle dei media, che stanno contribuendo a seminare il panico, oltre il necessario. E incredibile è la reazione dei vescovi italiani che hanno sospeso tutte le Messe, come mai era avvenuto, nemmeno in tempo di guerra e pestilenza.

    • QUALE SOCIETÀ APERTA

    Soros cavalca il virus per attaccare la famiglia

    • 04-04-2020

    Sul sito della Open Society, la fondazione di George Soros, parte un inaudito attacco alla famiglia, con un editoriale che identifica nel nucleo familiare costretto alla quarantena dall'epidemia l'origine di tutte le violenze e i soprusi. Non è un caso unico: molta stampa rema contro la famiglia sperando in un boom di divorzi. Preghiamo che non avvenga

    • L'ORIGINE DEL CORONAVIRUS

    Notizie dalla Cina, il Paese dei silenzi e degli scomparsi

    • 04-04-2020

    Un cardinale contro il Partito Comunista Cinese: monsignor Charles Bo, arcivescovo di Yangon accusa il regime comunista di Pechino di aver mentito all'origine dell'epidemia, peggiorando la sua diffusione. Accusa confermata anche dall'intelligence americana. E corroborata dalla scomparsa di molti testimoni scomodi, fra cui la dottoressa Ai Fen

    • IL PARROCO DI ROCCA IMPERIALE

    “Io multato per aver benedetto la città, ma non pagherò: vogliono punire la Chiesa”

    • 04-04-2020

    Intervista al parroco multato per la processione con il Crocifisso: «Un atto di benedizione sulla città, con me solo un aiutante a distanza, eppure i carabinieri mi hanno sfilato i documenti e fatto una ammenda da 400€», dice don Domenico Cirigliano, parroco a Rocca Imperiale. «Il sindaco mi ha intimato una quarantena di 14 giorni. Ma la multa non la pago, vogliono punire la Chiesa». Parroci sanzionati, altri "graziati": diritto di culto a rischio tra anarchia e persecuzione.
    - «LA CEI CHIEDA AL GOVERNO IL LIBERO ACCESSO ALLE CHIESE»
    - ANDARE IN CHIESA? ORA SI PUO' (FORSE)

    - PER L'OMS L'ABORTO È "ESSENZIALE" di Ermes Dovico
    - «MEDICI CUBANI FALSI, DA LORO SOLO PROBLEMI» di Marinellys Tremamunno
    - PILLOLE CINESI di Stefano Magni 

    • GOVERNO MONDIALE

    Per l’Oms l’aborto è «essenziale». Anche in tempo di Covid

    • 04-04-2020

    Una guida dell’Oms afferma che contraccezione e aborto devono essere garantiti «indipendentemente dallo status di Covid-19». Una sua funzionaria, Antonella Lavelanet, definisce «essenziale» l’aborto, da consentire anche in minori condizioni di sicurezza. Il piano da 2 miliardi dell’Onu prevede fondi per proseguire la soppressione dei nascituri. È questo l’aiuto ai più deboli di cui parla Guterres?

    • L'INTERVISTA

    Medici cubani: “Falsi, a noi hanno creato molti problemi”

    • 04-04-2020

    Il presidente della Federazione Medica Venezuelana spiega alla Nuova BQ l’operazione dei medici cubani inviati in Italia: «non hanno la laurea ma solo diplomi da operatori sanitari e da noi hanno creato un sacco di problemi sanitari. E intanto fanno propaganda comunista». E considerando che secondo Cuban Prisoners Defenders costano fino a 6000 dollari al mese, che finiscono nelle casse del regime de L’Avana, l’Italia ha controllato?

     

    • LEZIONE

    Il coronavirus divide il mondo tra atei e credenti

    • 04-04-2020

    La crisi sanitaria attuale fa emergere con chiarezza la divisione e l'incomunicabilità tra il credente e l'ateo (anche se va a Messa). In tempi di pericolo, il primo vuole le chiese aperte e l’altro le vuole chiuse.

    • NUOVE DISPOSIZIONI

    Andare in chiesa? Ora si può (almeno sembra)

    • 03-04-2020

    «L’accesso ai luoghi di culto è consentito, purché si evitino assembramenti e si assicuri tra i frequentatori la distanza non inferiore a un metro». Il sito della presidenza del Consiglio corregge il ministero dell'Interno. Resta il problema dell'autocertificazione: se non viene scritto sul modulo resta il rischio multe.

    • AVVOCATI IN MISSIONE

    «La CEI esiga dal governo il libero accesso alle chiese»

    • 03-04-2020

    Il decreto legge del 25 marzo e la Nota del ministero dell'Interno sulla possibilità di recarsi in chiesa violano gravemente la libertà religiosa e di culto. Lo scrive l'associazione "Avvocatura in missione" in una lettera al presidente della CEI, in cui si spronano i vescovi a difendere la libertà della Chiesa.

    • CONSEGUENZE DELLA PANDEMIA

    A rischio la presenza dei cristiani in Terra Santa

    • 03-04-2020

    In Israele i santuari sono aperti ma solo dieci persone alla volta possono entrare e partecipare alla Messa. Questo e la mancanza di pellegrini farà sparire i cristiani, la cui sopravvivenza in Terra Santa è legata al turismo. Peggio ancora dal lato palestinese, dove le chiese sono state chiuse completamente. Se si guarda a tutto il Medio Oriente la situazione per i fedeli non è migliore.

    • SALVIFICI DOLORIS

    Giovanni Paolo II: «Le epidemie e il dolore collettivo che può vincere il male»

    • 03-04-2020

    Torniamo alla Salvifici Doloris, l'enciclica del papa santo che ci ricorda quanto dobbiamo temere il peccato più che la morte corporale. Motivo per cui Dio può permettere il male per salvarci, invitandoci ad accogliere la Croce per regalarci la letizia e l’amore della Resurrezione che può trasformare il mondo. «La sofferenza ha una forza enorme nella lotta cosmica fra bene e male». Perciò, «più le strutture di peccato sono grandi, maggiore è il bisogno della Chiesa di ricorrere ad essa».

    • IL PUNTO

    Terapie anti-Covid: una, nessuna e centomila

    • 03-04-2020

    Insieme alla quarantena, continua anche la ricerca di un rimedio contro il Coronavirus. Dalla Clorochina al Remdesivir, dall’Avigan al Tocilizumab, dal Lopinavir/Ritonavir all’enoxaparina, sono diversi i “vecchi” farmaci che si stanno sperimentando sul campo. Con risultati alterni.

    • CRISI DA CORONAVIRUS

    L'imprenditoria rischia di morire sana, ma di fame

    • 03-04-2020

    Nonostante tutto l'ottimismo che si possa avere, l'Italia si trova ora di fronte a una situazione veramente difficile, molto peggiore di quel "declino" di cui si parla da vent'anni. Il nostro è un Paese fatto di piccole e medie imprese che ora, in assenza di liquidità, rischiano di morire dopo la quarantena. Sarà difficile ripartire, se si attende troppo.

    • DECRETI ASSURDI

    Passeggiate o corsetta? Il virus manda in delirio il Viminale

    • 03-04-2020

    Se è già sintomo di delirio che qualche funzionario pubblico abbia pensato di fare storie a una famigliola con bambini che non corre, è segno di burnout totale che il Viminale si metta anche a spiegare queste cose, anziché rinchiudere certi funzionari e radiarli da qualsiasi impiego pubblico.

    • IL VIRUS E LA CROCE

    «Così la sofferenza di questi giorni può salvare il mondo»

    • 03-04-2020

    Alzano Lombardo è uno dei paesi più colpiti dal coronavirus della Bergamasca. Si contano oltre settanta morti in tre settimane. Qui suor Anna, don Filippo e don Daniele raccontano i frutti che possono dare la morte e il dolore vissuti in Dio. Un Vangelo che il mondo rifiutava, «ma che ora la Chiesa deve annunciare più che mai», perché «il letto della sofferenza è un altare su cui ripetere "Gesù, confido in Te"».
    - GIOVANNI PAOLO II: «L'EPIDEMIA E IL DOLORE COLLETTIVO CHE VINCE IL MALE»
    - TERAPIE: UNA, NESSUNA E CENTOMILA
    di Paolo Gulisano
    - OFFENSIVA CENTRALISTA CONTRO LE REGIONI di Romano l'Osservatore
    - IL VIRUS DEL DELIRIO TRA PASSEGGIATE E CORSETTE di Luisella Scrosati
    DOSSIER CORONAVIRUS

    • SANITÀ

    Offensiva centralista contro le Regioni che fanno bene

    • 03-04-2020

    Lombardia e Veneto hanno dimostrato in queste settimane di avere visto meglio del governo centrale nell'affrontare la crisi da Covid-19. Ma da Roma è iniziata una guerra contro l'autonomia regionale, sostenuta dai grandi giornali, che nega l'evidenza e punta a un nuovo radicale centralismo statale.

    • INTERVISTA AL GIUDICE AIROMA

    Welfare, mascherine e stop pizzo: Camorra già a domani

    • 02-04-2020

    «Racket mascherine, pizzo sospeso e spesa ai bisognosi: la Camorra mostra il “volto buono” per radicare il consenso e farsi trovare pronta alla ricostruzione intercetteando le domande». Intervista al giudice antimafia Airoma: «La malavita in quarantena fa meno profitti. È la riprova che va cambiata la socialità malata su cui si innesta». Come? «Con Dio, patria e famiglia».

    • INTERVISTA/FRANCISCO LOPEZ

    L'esperto: l'Oms ha sbagliato sulle mascherine e il lockdown è un errore

    • 02-04-2020

    Il consulente di ingegneria del rischio Francisco Lopez pone seri dubbi sui consigli dati dall'Oms a livello mondiale sull'uso delle mascherine. Il personale medico usa le FFP2 e non è protetto dal contagio. Inoltre i governi colpiti non si sono preparati all'epidemia, hanno reagito con il confinamento di massa che è una strategia improduttiva. Alcuni consigli utili su come proteggersi al meglio, igienizzando tutto.

    • scuole dimenticate da conte

    Paritarie al collasso. Più che il virus poté il governo

    • 02-04-2020

    La totale dimenticanza nei decreti del governo delle scuole pubbliche paritarie. La chiusura prolungata renderà difficilmente sostenibili le rette. Ottenere il costo standard di sostenibilità è l’unica strada percorribile per evitare a settembre il fallimento inevitabile di molte scuole che riverseranno sulle statali gli alunni con costi enormi. 
    - INPS IN TILT, MA NON E' UN PESCE D'APRILE di Ruben Razzante
    - L'ERRORE OMS SULLE MASCHERINE di Marinellys Tremamunno 
    - PRIVACY, LIBERTA' E "COMPLOTTI": IL LIBRO di Luca Marcolivio
    - I FALSI FARMACI CINESI di Anna Bono
     

    • IL LIBRO

    Privacy, libertà e guerra batteriologica: dove è la verità?

    • 02-04-2020

    La speculazione finanziaria, le ipotesi di guerra batteriologica ma soprattutto le restrizioni alla libertà d’informazione e alla privacy. L’instant book Coronavirus. Il nemico invisibile (Uno Editori), a cura di Enrica Perucchietti e Luca D’Auria, è uno dei primissimi saggi italiani che fa controinformazione utilizzando le fonti mainstream. La Nuova Bussola Quotidiana ne ha parlato con uno degli autori.

    • TERAPIE BALZANE

    I falsi farmaci cinesi che portano all'estinzione della fauna

    • 02-04-2020

    A meno di un mese dall’emanazione del divieto il governo cinese ha rilasciato un comunicato in cui raccomanda come terapia per i casi gravi di COVID-19 iniezioni di Tan Re Qing, un farmaco della medicina tradizionale incluso dalla Commissione sanitaria internazionale nell’elenco dei trattamenti per curare bronchiti e infezioni delle vie respiratorie superiori, incluse quelle da Coronavirus. Composto da radice di scutellaria, fiori di caprifoglio cinese, frutti di forsizia, corno di capra e polvere di bile di orso.

    • BUROCRAZIA

    L'Inps è andato in tilt. E non è un pesce d'aprile

    • 02-04-2020

    Non era un pesce d’aprile. In migliaia e migliaia tentavano di collegarsi per richiedere il bonus da 600 euro destinato ai lavoratori autonomi e il portale è andato in crash. Per di più, svelando le identità di migliaia di utenti. Questo fallimento della burocrazia si aggiunge alle preoccupazioni per un'economia che attende una recessione storica

    • LA CHIESA DELLA PACHAMAMA

    Coronavirus ed ecologismo, Vatican News non c'inganna

    • 02-04-2020

    L'articolo pubblicato e poi rimosso dall'edizione in inglese di Vatican News, che considerava i benefici effetti del coronavirus per la Terra, non è stato un semplice infortunio. L'autore dell'articolo è un giovane gesuita nigeriano che ha solo sintetizzato ciò che da anni sente predicare nella sua Compagnia e in Vaticano. 

    • SONDAGGI

    L'Italia si scopre diversa, ma occhio a non tornare come prima

    • 01-04-2020

    Una recentissima ricerca promossa dall’agenzia di sondaggi SWG dal titolo “Radar – Niente sarà come prima. Covidistruption” ha fotografato paure e speranze degli italiani: solo il 20% si dichiara tranquillo. Più della metà teme di perdere il lavoro e decresce la fiducia nel governo. La paura del contagio e della morte hanno costretto molti a porsi domande sul vivere e morire ma se ciò non si trasforma in conversione, tornare alle vecchie abitudini sarà un attimo.

    • L'INTERVISTA

    L'allarme dei geriatri: «No a derive eutanasiche su anziani»

    • 01-04-2020

    «Non lasciate gli anziani al loro destino, il Covid non è la rupe tarpea del darwinismo sociale: il rischio di una deriva eutanasica non è da escludere». Il presidente della Società di Geriatria parla alla Nuova BQ delle vittime più fragili della pandemia e rivela: «La nostra risposta alle superficiali linee guida dei Rianimatori è stata silenziata dai media, che hanno fatto passare quello dell'età come criterio unico per non attivare la ventilazione. La valutazione deve essere multidimensionale: l'anziano può reagire meglio di un adulto a cui l'intubazione può risultare insufficiente».
    - L'EUTANASIA DA COVID È UN FATTO GLOBALE di Paolo Gulisano  
    - RIANIMATORI E ABBANDONO TERAPEUTICO di Luca Marcolivio
    - L'ITALIA SI SCOPRE DIVERSA di Tommaso Scandroglio
    - ASSEMBRAMENTO: ALLORA DENUNCIATE DELPINI di Riccardo Cascioli 
    -
    LA LETTERA: DIO COMPIE COMUNQUE MERAVIGLIE

    - ORE 12.45: ROSARIO IN DIRETTA FB DALLA REDAZIONE DELLA BUSSOLA

    • INTERVISTA AI GIURISTI CATTOLICI

    «Linee guida dei rianimatori nè scientifiche nè legali»

    • 01-04-2020

    «Se si decide a priori che una persona non deve essere ammessa a trattamenti intensivi, in base a un ancora non precisato “limite di età e alla probabilità di sopravvivenza e di anni di vita salvata”, parliamo di abbandono terapeutico». Intervista all'avvocato Laura Oliveri dei Giuristi Cattolici sulle contestate linee guida dei Rianimatori nell'affrontare il Covid. 

    • CULTURA DELLA MORTE

    Disabili e anziani, l’eutanasia da Covid è un fatto globale

    • 01-04-2020

    Anziani e disabili sempre più a rischio. Negli Usa diversi Stati hanno annunciato che le cure per il Coronavirus non saranno accessibili a tutti. Il motivo? Mancanza di mezzi. È lo stesso discorso sentito in Italia. E in Olanda le autorità sanitarie suggeriscono a chi è avanti negli anni di rinunciare alle cure. Segno che si diffonde l’idea di un’eutanasia “sociale”. Che sa di nazismo.

    • LA PROVOCAZIONE

    E allora denunciate il vescovo Delpini

    • 01-04-2020

    L'arcivescovo di Milano Delpini ha benedetto i locali del nuovo ospedale per malati di Covid-19 realizzato nella Fiera di Milano, alla presenza del governatore della Lombardia e di un centinaio di lavoratori e volontari, come si vede dalla foto. Se è possibile questo assembramento, perché vietare le messe con 10-15 persone?

    • NUOVE DOMANDE

    Il virus fa paura, boom di ascolti per le preghiere in tv

    • 31-03-2020

    Il Rosario per l'Italia e la benedizione Urbi et Orbi di papa Francesco hanno fatto un boom di ascolti in tv, dato che si presta a diverse considerazioni ma certamente indica che molte persone sono in cerca di qualcosa di vero per la vita quando tante false sicurezze crollano.

    • INTERVISTA

    Messori: alla Chiesa oggi mancano i fra Cristoforo

    • 31-03-2020

    «Ci sono anche oggi preti capaci di gesti eroici, ma sono iniziative personali, non c'è quella mobilitazione del clero che ha caratterizzato la Chiesa durante qualsiasi pestilenza». «Abbiamo piuttosto la percezione di una Chiesa barricata, i cancelli che chiudono piazza San Pietro ne sono l'emblema». «La chiusura di Lourdes? Mi ha molto addolorato, è la prima volta nella storia, ma capisco che c'è un rischio concreto, non si può sfidare Dio». «Obbedire alle autorità civili è un dovere, se sono legittime e non vanno contro la fede; ma ciò non toglie che a certe condizioni le Messe si potrebbero celebrare». Sulla Chiesa ai tempi del coronavirus parla Vittorio Messori, lo scrittore cattolico più conosciuto al mondo.
    - IL VIRUS FA PAURA, BOOM DI ASCOLTI PER LE PREGHIERE IN TV, di Giuliano Guzzo
    GLI ALTRI INTERVENGONO, L'ITALIA DA' "MANCETTE", di Ruben Razzante
    CREMONA, CURE A DOMICILIO PER I MALATI ONCOLOGICI, di Andrea Zambrano
    - DOSSIER CORONAVIRUS

    - ORE 12.45: ROSARIO IN DIRETTA FACEBOOK DALLA REDAZIONE DELLA BUSSOLA

    • DOPO L'EPIDEMIA

    Modello cinese: sommosse, fame e silenzio sui morti

    • 31-03-2020

    In Italia piace il modello cinese per la lotta al coronavirus? Sarà bene prepararsi al dopo-epidemia, allora, perché alla riapertura delle città in quarantena si stanno scatenando scontri sociali. In Cina vige una strettissima censura su ciò che avviene al suo interno (anche sul numero dei morti), ma quel che trapela è già grave

    • LOTTA AL COVID

    Medico a domicilio, l'esperimento "umano" per i pazienti oncologici

    • 31-03-2020

    Il progetto di assistenza domiciliare dell'Oncologia di Cremona per i malati positivi al Covid: dalla diagnosi alla cura ricevono affetto e farmaci tra le mura domestiche. Il primario Rodolfo Passalacqua illustra alla Nuova BQ l'esperimento per tenere lontani dall'ospedale gli assistiti più fragili. «Tutto è nato con la morte di una paziente che improvvisamente si è trovata da sola ad affrontare il virus...». 

    • UNITÀ NAZIONALE

    Israele, il coronavirus mette d'accordo Gantz e Netanyahu

    • 31-03-2020

    Dopo tre elezioni in un anno, dopo un braccio di ferro politico senza sbocchi e una controversa sentenza dell'Alta Corte, il presidente israeliano Rivlin è intervenuto per sollecitare all'unità nazionale di fronte alla piaga dell'epidemia. Netanyahu e Gantz hanno trovato un accordo "impossibile", governeranno a staffetta, 18 mesi l'uno.

    • GOVERNO INEFFICIENTE

    Gli altri Paesi stanno intervenendo e noi diamo "mancette"

    • 31-03-2020

    Uno Stato così fortemente indebitato come l’Italia non può pensare di ripartire dopo un’emergenza epocale come questa soltanto distribuendo mancette e facendo beneficenza a chi non lavora.

    • DOPO IL CORONAVIRUS

    Ripensare il concetto di libertà e democrazia

    • 31-03-2020

    La difesa della salute non può essere barattata con la perdita della libertà. Ma allo stesso tempo non possiamo dimenticare che una malintesa democrazia in questi anni ha distrutto la famiglia e demolito il principio del diritto alla vita. La sfida è respingere l’autoritarismo ma senza tornare alla falsa democrazia e falsa libertà.

    • GEOPOLITICA

    “Prepariamoci: nessuna crisi porta con sé più democrazia”

    • 30-03-2020

    «Nessuna crisi economica ha mai prodotto un incremento di democrazia: si aprirà uno spazio per i garanti dell'ordine pubblico e per politiche dirigiste». Parla il geopolitico Battisti. «Prepariamoci, vivremo in uno Stato di polizia. Coronabond? L'unica strada sono le politiche di deficit spending, ma solo gli Stati le possono garantire». 

    • GEOPOLITICA E VIRUS

    Il governo si appoggia a Cina e Russia: attenzione ai flirt

    • 30-03-2020

    L'Italia sta cercando di ottenere più sostegno dall'estero per fronteggiare la tragedia sanitaria: mancando una reale solidarietà europea, e con gli Stati Uniti gravemente colpiti, un ulteriore rafforzamento delle relazioni con Cina e Russia è nell'ordine delle cose. Ma le dimostrazioni di solidarietà da parte loro sono finalizzate ad acquisire maggiore capacità d'influenza sull'Italia. Un esecutivo autorevole dovrebbe dimostrare la capacità di mantenere la barra dritta.

    • L'INTERVISTA

    Meloni: «Garantire la libertà di culto. Su Europa, emergenza e Governo deve cambiare tutto»

    • 30-03-2020

    «Pretendiamo che l'Europa ci restituisca i 15 miliardi versati nel Fondo Salva Stati per spenderli per famiglie e imprese». La leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni parla alla Nuova BQ di fallimento europeo, ricostruzione e degli errori di Conte: «Non ha potenziato la sanità, però ha inviato 18 tonnellate di aiuti in Cina. E con i decreti limita la libertà». Appello al diritto di culto: «Un emendamento per integrare l'autocertificazione con lo spostamento in chiesa». 
    - L'OMS CI CHIEDE PIU' TEST di Paolo Gulisano
    - SE E' UNA GUERRA ALLORA FACCIAMO COSI'... di Andrea Cionci
    - L'APPELLO PER SBLOCCARE IL PAESE di Stefano Magni

    • STRATEGIE CLINICHE

    “Fate più test”. La visita non richiesta dell'Oms in Italia

    • 30-03-2020

    La missione Rapid Response Team dell'Oms in Italia, che non ha mai effettuato una richiesta di aiuti, evidenzia la priorità dell'esecuzione dei test per l’identificazione dei casi sospetti. Che non sono necessariamente i tamponi. 

    • STRATEGIA CONTRO L'EPIDEMIA

    Quella contro il virus è una guerra, comportiamoci di conseguenza

    • 30-03-2020

    “Siamo in guerra” è il refrain. Quindi, in questa epidemia, comportiamoci come se fossimo veramente in guerra: i giovani e forti vanno a combattere, i fragili e gli anziani restano in quarantena. E occorre una preparazione sanitaria di base per tutta la popolazione. Solo così può anche ripartire il Paese

    • L'APPELLO DI VALDITARA

    Fare come in Sud Corea. Per non uccidere il Paese assieme al paziente

    • 30-03-2020

    La Corea del Sud è il Paese che ha più efficacemente frenato il virus, senza paralizzare l'economia. Un appello del senatore Valditara, a cui hanno aderito 100 giuristi, medici, biologi e scienziati, propone l'adozione di misure analoghe per uscire dal blocco. Altrimenti il nostro Paese rischia di morire.

    • NAPOLI

    Il don in preghiera per "riavere" le Messe col popolo

    • 29-03-2020

    L'iniziativa del sacerdote napoletano don Michele Madonna: uno speciale atto di Consacrazione alla Madonna «affinché una nuova effusione di Spirito Santo liberi il nostro Paese e le nostre città dal pericolo di non poter celebrare neanche la Santa Pasqua a porte aperte». Stasera la diretta on line. 

    • SENZA RADICI

    L'emergenza che svela il volto barbaro dell'Ue

    • 29-03-2020

    La mancanza di aiuti da parte di Germania, Olanda, Austria e paesi scandinavi all'Italia in crisi ha mostrato a tutti un'Europa divenuta barbara rifiutando l'unica cosa che poteva unirla: le comuni radici cristiane. Chi ieri lapidava i sovranisti, oggi è fra i principali picconatori del continente: ora si vede chi vorrebbe ricostruire e chi invece ha mentito, usando l'Ue per i propri interessi. 

    • CORONAVIRUS/1

    Chiese aperte, il "bluff" del Governo e la Cei sottomessa

    • 29-03-2020

    Cei sottomessa al Governo. Il Viminale non può dettare regole per la Settimana Santa se manca una regolamentazione. Il sospetto che si vogliano Vescovi ancora più remissivi. È ora di reagire, i fedeli uscirebbero schiacciati da questa vicenda.
    SALVINI E IL NOSTRO APPELLO di A. Zambrano
    IL PRETE PREGA PER LE MESSE di E. Di Lorenzo    

    • CORONAVIRUS/2

    Governo nella bufera, urge guida più affidabile

    • 29-03-2020

    Le numerose e roboanti uscite del premier in un momento in cui la gente chiederebbe soltanto notizie certe sulla pandemia hanno spinto il presidente Mattarella ad intervenire in prima persona, per farsi sentire vicino agli italiani. Il governo è sempre più spaccato sulle misure da adottare. I ceti più produttivi invocano un cambio.

    IL VOLTO BARBARO DELL'EUROPA di Luca Volontè

    • L’ANALISI TEOLOGICA

    Castigo di Dio, ma per salvarci. Dice la Scrittura

    • 29-03-2020

    Il peccato originale pone la prima relazione tra peccato dell’uomo e castigo. Ma la sofferenza è solo il risultato della rottura di un equilibrio oppure c’è anche un positivo intervento di Dio? La Bibbia tiene conto di una realtà variegata, che comporta diversi modi dell’agire divino. L’Antico Testamento interpreta alcune calamità naturali e situazioni dolorose come interventi di Dio che castiga. Anche il NT descrive un’azione castigante di Dio, ma rivelando in modo definitivo che il Suo scopo è sempre - nel rispetto della libertà umana - la nostra salvezza.

    • CHIESE APERTE

    Salvini: «Abbiamo bisogno di curare anche l'anima»

    • 29-03-2020

    Dopo l'appello alla politica della Bussola, si muovono i primi leader. «È giusto pensare al corpo, ma in molti avrebbero bisogno di una cura dell'anima, del cuore, dopo settimane di clausura forzata». Così il leader leghista Salvini sul diritto di culto messo in crisi con il provvedimento del governo. E Pillon presenta un Odg. 

    • DOPO LA PREGHIERA DEL PAPA

    Due Cuori a cui consacrare la Chiesa, l'Italia e il mondo

    • 29-03-2020

    Il Papa ce lo ha indicato nella preghiera di venerdì: l'indicazione per questo tempo di prova è tornare a Dio: Gesù Crocifisso ed Eucarestia e la Madonna sono i tre pilastri a cui rivolgersi. Per questo diventa ancora più urgente che il Papa e i vescovi consacrino tutto il mondo al Sacro Cuore di Gesù e al Cuore Immacolato di Maria.

    • IL DOCUMENTO

    Se il governo nega il diritto di andare in chiesa

    • 28-03-2020

    Si può andare in chiesa solo se si è sulla via per andare al lavoro, al supermercato, in farmacia. Così il ministero dell'Interno ha risposto alla richiesta di chiarimenti da parte della Cei: un criterio inaccettabile, contrario anche alla Costituzione.

    • LA PREGHIERA DEL PAPA

    «Il mare è agitato, Signore ti imploriamo: svegliati»

    • 28-03-2020

    La preghiera del Papa sotto la pioggia in una San Pietro vuota e buia riflette i sentimenti del mondo e dell'Italia nella crisi da Coronavirus: «Fitte tenebre si sono addensate sulle nostre piazze; si sono impadronite delle nostre vite riempiendo tutto di un silenzio assordante e di un vuoto desolante». Viviamo come i discepoli sfiduciati sulla barca in tempesta. «Il nostro errore, illuderci di rimanere sempre sani in un mondo malato. Ma Gesù si sveglia».
    - IL PRETESTO DEGLI ANZIANI FRAGILI di Benedetta Frigerio
    - IL SINDACO VA A MESSA: DENUNCIATO di Andrea Zambrano
    - L'ABBRACCIO MORTALE DI RUSSI E CINESI di Romano l'Osservatore
    - RICCIARDI E L'OMS: CONFUSIONE MEDIATICA di Paolo Gulisano
    - DOSSIER CORONAVIRUS

    • CRISI DA CORONAVIRUS

    Se neanche le pensioni sono più una certezza

    • 28-03-2020

    Nemmeno le pensioni sono più una certezza. A suscitare allarme sono le parole dello stesso presidente dell'Inps, Pasquale Tridico, che ha parlato di liquidità dell'Istituto previdenziale "fino a maggio". E poi? L'Inps è stata messa particolarmente sotto pressione in queste settimane di chiusure forzate. Ma i suoi problemi sono di lungo termine

    • CORONAVIRUS SPAGNA

    Anziani morti abbandonati. Ma non dovevamo difendere i fragili?

    • 28-03-2020

    Il ministro della difesa spagnolo, Margarita Robles ha dichiarato che dozzine di decessi sono stati segnalati in case di riposo in tutta la Spagna: «L’esercito ha trovato delle persone anziane morte nei propri letti perché il personale sanitario è fuggito». Ma non era per loro che dicevamo di voler stare in quarantena? Forse la verità è un'altra: ci chiuadiamo in casa per conservare la nostra vita. Sarebbe più onesto ammetterlo.

    • IL CASO

    Ricciardi e l’Oms, un rapporto confuso dai media

    • 28-03-2020

    Il governo si ostina con un rigido lockdown contro il Covid-19 e c’è chi propone una sorta di “braccialetto elettronico” digitale. È il consulente Walter Ricciardi, descritto dai media come membro dell’Oms: in realtà non vi riveste alcun ruolo, ma ha solo partecipato ad alcune riunioni come inviato dell’Italia. Intanto si ignorano altre strategie, come quelle della Corea del Sud o di Ferguson.

    • GIULIANOVA

    Parroci e sindaco denunciati per l'atto di affidamento

    • 28-03-2020

    Ormai il diritto di culto è calpestato. Adesso denunciano anche sindaci e parroci che compiono l'atto di affidamento alla Madonna. A Giulianova al termine della celebrazione primo cittadino e sacerdoti vengono raggiunti dai carabinieri e il giorno dopo scatta la denuncia. Il blitz dell'Arma alimentato anche dalle polemiche sui social durante la Messa al santuario. 

    • NON SOLO CUBANI

    L'abbraccio mortale di russi e cinesi

    • 28-03-2020

    Da alcuni giorni medici russi e cinesi sono sbarcati in Italia, come forma di aiuto dei loro governi per combattere il coronavirus. Ma che senso ha questa presenza? Sull'aiuto russo il governo è reticente, su quello cinese si dimenticano molti fattori che dovrebbero far temere una operazione politica poco rassicurante.

    • IL DOCUMENTO

    Attenta alla libertà religiosa. Correggete quel decreto

    • 27-03-2020

    Il decreto legge del 25 marzo 2020 che, nelle intenzioni, mette insieme tutte le misure per il contenimento dell'epidemia di coronavirus, ha diversi punti gravemente lesivi della libertà religiosa. Lo afferma l'Associazione Avvocatura in Missione. Ecco il tetso completo.

    • TEMPO DI GRAZIA

    Andiamo in chiesa, Gesù ci sta aspettando

    • 27-03-2020

    La possibilità, prevista dal nuovo decreto, di limitare l'accesso alle chiese non ha alcun fondamento nella realtà. Non vi è, infatti, alcun rischio di assembramento, né di contagio e vi mostriamo il perché. È invece vero il contrario: far visita al Signore, nella Sua Casa, è un'esperienza piena di Grazia, proprio in questo tempo di prova. Se non l'avete ancora fatto in questi giorni, andateci senza paura e scoprirete perché.

    • REVIVAL COMUNISTA

    Costosi e impreparati: chi vuole da noi i medici cubani

    • 27-03-2020

    L’arrivo dei camici bianchi da Cuba e Cina è stato fatto passare come la panacea di tutti mali. Ma è falso: rientra nel piano di ideologizzazione portato avanti dalle due dittature e costato all’Italia anche parecchi soldi. Invece resta inspiegabile perché siano stati rifiutati i 200 medici venezuelani, esuli, preparati e perfettamente integrati.

    • LIBERTà DI CULTO INTERROTTA

    Chiese aperte, ma chiuse: i vescovi ostaggio del Governo

    • 27-03-2020

    Ancora fedeli fermati, eppure le chiese sono aperte, ma senza una comunicazione Polizia e Arma non accettano autocertificazioni per ragioni di culto, come dimostra la telefonata della Bussola a un commissario lombardo. Il Viminale non ci sente e la Cei chiede un chiarimento ufficiale, che potrebbe arrivare oggi. Ma i vescovi sono stati tiepidi e ora si trovano a rincorrere le concessioni di un Governo che fa quello che vuole sentendosi in diritto di oscurare la libertà di culto. Quando sarebbe bastata un po' più di determinazione. 
    - ANDARE IN CHIESA, SENZA VIOLARE LA LEGGE di Giacomo Rocchi
    - LEONE XIII E LE CHIESE CHIUSE, di Stefano Fontana
    - GESU' CI STA ASPETTANDO di Costanza Signorelli
    - ORE 18: IL MONDO IN ADORAZIONE COL PAPA di Nico Spuntoni
    - DRAGHI IN CAMPO, MA CONTE NON MOLLA di Ruben Razzante
    - E LA TOSCANA SPENDE PER I TRANS 

     

    • PICCOLA GUIDA GIURIDICA

    Come andare in chiesa senza violare la legge

    • 27-03-2020

    Dalla versione finale del decreto-legge n.19 del 25 marzo è sparito il potere delle autorità civili di chiudere le chiese. Resta una più generica "limitazione dell’ingresso nei luoghi destinati al culto”. Un intervento dell'ultimo minuto (forse Mattarella?) ma che significa che c'è ancora la possibilità di esercitare il diritto di andare in chiesa.

    • NON SOLO CORONAVIRUS

    Economia e salute: una falsa alternativa

    • 27-03-2020

    Salute ed economia fanno capo alla stessa persona. I grandi progressi della medicina che hanno permesso di allungare la vita in buona salute delle persone è l'esito della ricerca medica finanziata dalla ricchezza sociale e dalle grandi disponiblità finanziarie. Perché la salute sia la vera priorità è necessario quindi difendere anche il sistema economico e la ricchezza che può produrre.

    • L’ATTO DEL 25 MARZO

    Il testo della consacrazione del Portogallo ai Sacri Cuori

    • 26-03-2020

    «Cuore di Gesù Cristo, medico delle anime, Figlio amato e volto della misericordia del Padre, la Chiesa pellegrina sulla terra, in Portogallo e Spagna, nazioni che sono Tue, guarda il Tuo fianco aperto, sua fonte di salvezza». «Santa Vergine Maria… accogli coloro che periscono, incoraggia coloro che a Te si consacrano e rinnova l’universo e l’umanità». Dal testo della consacrazione pronunciata solennemente a Fatima, per il Portogallo, la Spagna e altre 22 nazioni.

    • PIÙ MORTI "MEGLIO" È

    Grazie al virus le lobby spingono per espandere eutanasia e aborto

    • 26-03-2020

    Mentre gli ospedali si riempiono, si cerca di non far diminuire l'aborto e l'eutanasia domandando leggi più permissive. E, approfittando dei Parlamenti chiusi, le lobby provano ad ottenere la morte fai-da-te. Sorge il sospetto che a prevalere durante il coronavirus non sia l'altruismo ma la logica dell'autoconservazione, per cui da una parte si può consegnare la propria libertà e dall'altra chiedere che non abbia limiti. 
    - TELEMORTE, IL BOIA SI ADEGUA, di Luca Volontè
    - RU486 A DISTANZA, FOLLIA NEGLI USA, di Giuliano Guzzo
    - ORE 12: IL MONDO PREGA COL PAPA di Nico Spuntoni
    - LE TREMENDE RESPONSABILITA' DI GOVERNO di Romano l'Osservatore
    - IL TESTO DELLA CONSACRAZIONE DEL PORTOGALLO AI SACRI CUORI

    • USA

    Aborto telecomandato, il Coronavirus non ferma l'industria

    • 26-03-2020

    Aborto da casa, con la telemedicina, per ovviare alle carenze negli ospedali causa Coronavirus. La proposta arriva dagli Usa e considera la possibilità che la pandemia possa - sia per ragioni di sovraccarico sanitario sia per i rischi d’infezione che può determinare il frequentare in questo periodo gli ospedali - ostacolare il ricorso alla pratica abortiva. 

    • PROTOCOLLO IN CANADA

    Telemorte, anche l'eutanasia si adegua al Coronavirus

    • 26-03-2020

    Compassion and Choice, una delle più attive organizzazioni pro eutanasia del Canada, ha chiesto nella sua ultima newsletter di raccolta fondi di poter attivare l'“eutanasia remota” o "teledeath".

    • CORONAVIRUS

    Il governo deve riconoscere le sue tremende responsabilità

    • 26-03-2020

    Il governo Conte si richiama all'unità nazionale per tacitare le critiche e scarica sui cittadini la responsabilità della diffusione dell'epidemia. Ma il governo stesso deve prima di tutto riconoscere le sue responsabilità più gravi. Come il non aver fatto nulla dal 31 gennaio (quando ha proclamato l'emergenza) allo scoppio del primo focolaio

    • IL CASO

    Ora il governo può chiudere le chiese. Vescovi, ci siete?

    • 26-03-2020

    Il decreto legge presentato dal presidente del Consiglio Conte il 24 marzo contiene una inquietante novità: la possibilità di chiudere le chiese. E, sebbene il linguaggio sia poco chiaro, potrà essere anche un sindaco a deciderlo. Un passo di arroganza ingiustificata, una decisione inaccettabile, nel merito e nel metodo. Ma qualcuno nella Chiesa farà sentire la sua voce?

    • SOCIETA'

    Siamo prigionieri di uno Stato-polizia

    • 25-03-2020

    Giorno dopo giorno, si stringe sempre più il cappio intorno al collo degli italiani, con la prospettiva che il "restate tutti a casa" duri almeno fino all'estate. Colpa di scelte politiche sciagurate, che renderanno impossibile allentare la presa per il 16 aprile. Prepariamoci a una grave situazione sociale ed economica.

    • INTERVISTA/MARCHESINI

    «Morire di paura, è un disastro annunciato»

    • 25-03-2020

    Che sia un grave errore o una strategia voluta, questo panico generato intorno al coronavirus sarà un disastro per la salute fisica e psichica delle persone e facilita anche una eventuale svolta totalitaria. Così lo psicologo e psicoterapeuta Roberto Marchesini commenta le allarmanti notizie di cronaca degli ultimi giorni.

    • SCENARI FOSCHI

    Dall'emergenza economica all'economia di guerra

    • 25-03-2020

    La chiusura prolungata delle industrie pone le premesse per una carestia post-pandemia. I sopravvissuti al Coronavirus correranno seriamente il rischio di morire di fame. Esagerato? Lo dicono i rapporti riservati e le proiezioni sugli effetti del blocco pressoché totale delle attività.

    • IL RIFUGIO NEI SACRI CUORI

    Fatima, oggi la consacrazione. Appello ai Vescovi e al Papa

    • 25-03-2020

    Oggi, dopo il Rosario (19:30 italiane) nel Santuario di Fatima, il cardinale Antonio Marto consacrerà il Portogallo, la Spagna e la Polonia - più le altre nazioni che vorranno unirsi - al Sacro Cuore di Gesù e al Cuore Immacolato di Maria. Rinnoviamo l’appello ai sacri Pastori italiani e lo estendiamo al Santo Padre, perché consacri il mondo intero al Cuore della nostra Madre celeste.

    • EFFETTI COLLATERALI

    Suicidi da coronavirus. Ecco dove porta il seminare panico

    • 25-03-2020

    Crema, Pavia, Monza, Lecce, Jesolo. Negli ultimi giorni stiamo assistendo ad un tragico fenomeno a cui non è stato dato finora sufficiente rilievo. Ogni giorno aumentano le persone che si tolgono la vita piuttosto che dover affrontare la malattia. È la conseguenza di una comunicazione drogata che ha creato un clima di paura e di insicurezza che sta seriamente mettendo a repentaglio la salute psichica di molte persone. Occorre anche dire che dal coronavirus si guarisce. Occorre dare un senso al dolore e ai lutti.
    - MARCHESINI: MORIRE DI PAURA, UN DISASTRO ANNUNCIATO, di Riccardo Cascioli
    - SIAMO PRIGIONIERI DI UNO STATO-POLIZIA, di Riccardo Cascioli
    - FATIMA, OGGI LA CONSACRAZIONE. APPELLO AI VESCOVI, di Ermes Dovico
    - DALL'EMERGENZA ECONOMICA ALL'ECONOMIA DI GUERRA, di Ruben Razzante
    - DOSSIER CORONAVIRUS

    • STUDIO SCIENTIFICO

    Quel legame tra il Covid-19 e le famiglie italiane

    • 23-03-2020

    Secondo un recente studio scientifico, l'elevato tasso di anzianità della popolazione è uno dei maggiori motivi per cui l'Italia primeggia per letalità del Covid-19. Mentre invece gli ampi contatti intergenerazionali che caratterizzano le famiglie italiane, favoriscono in modo diretto e indiretto, la diffusione del virus. Da qui si giustificano le misure di protezione più aggressive.

    • CORONAVIRUS

    Record di morti in Italia, c'entra l'abbandono degli anziani

    • 23-03-2020

    I dati della Lombardia, dove si concentra il maggior numero di contagi e di decessi, ci dicono che molte morti riguardano anziani che, per mancanza di posti e di personale, non vengono neanche ammessi alla terapia intensiva. Senza minimizzare l'aggressività del Covid-19, dunque, un fattore importante dell'alta mortalità è l'insufficienza delle strutture sanitarie, a cui si è sommata l'incompetenza dimostrata dal nostro governo.
    - IL MODELLO ITALIA NON È DA SEGUIRE, di Paolo Gulisano
    - «UN ERRORE FERMARE LE MESSE», di Raymond L. Burke
    - QUEL LEGAME TRA CONTAGIO E FAMIGLIE, di Tommaso Scandroglio
    - I BIMBI CHE CI INSEGNANO A VIVERE PER IL PARADISO, di Costanza Signorelli
    - DOSSIER CORONAVIRUS
    - ORE 12.45, ROSARIO IN DIRETTA FACEBOOK DALLA REDAZIONE DELLA BUSSOLA

    • CORONAVIRUS

    I bimbi che ci insegnano a vivere per il Paradiso

    • 23-03-2020

    In questi giorni di Coronavirus, c'è una realtà che sfugge alla continua narrazione di morte che ci investe: è la speranza e la gioia dei bambini che riempiono le case e le famiglie degli italiani. Alla loro semplice e potente preghiera bisognerebbe affidare l'Italia intera per la fine di questa nuova peste e della paura che porta con sé. Ma soprattutto, è proprio ai bambini che bisognerebbe guardare per risvegliare in noi il desiderio della vita eterna. Come la storia di Silas e Giselle ci insegna.

    • LA RIFLESSIONE

    Lo strano legame tra Malthus e il Coronavirus

    • 23-03-2020

    Non pochi, parlando dell’epidemia in corso, dicono questa frase: «Siamo troppi, su questa terra». Com’è possibile che il virus si sia unito nella testa delle persone con il malthusianesimo? Il legame logico non c’è, ma si è diffuso quel fenomeno che gli psicologi chiamano “inferenza”. E che qui è frutto di un martellamento che dura da decenni.

    • CONTRO IL CORONAVIRUS

    L'Italia un modello? Certo, da non seguire

    • 23-03-2020

    Si è ormai arrivati alla militarizzazione del Paese per tenere tutti in casa, ma è l'esito di una catena di errori che si succedono fin dall'inizio della diffusione del virus. Da una parte scontiamo anni di insensati tagli alla Sanità, ma a questi si sommano le scelte sbagliate e confuse del Governo Conte, che ha ulteriormente peggiorato le cose con una fallimentare strategia di comunicazione. E ora, per evitare, critiche, intende chiudere la bocca anche all'Istituto Superiore di Sanità. 

    • CORONAVIRUS E PRIVACY

    Il rischio della sorveglianza di massa

    • 22-03-2020

    Nelle prossime ore potrebbe essere varato un provvedimento che permetterà la geolocalizzazione di tutti i cittadini italiani, 24 ore su 24, per rilevare eventuali spostamenti illeciti. Un'altra scelta "cinese" a cui sarebbe di gran lunga preferibile il modello coreano, con "intrusioni" mirate alle aree di maggior contagio.

    • EPIDEMIA E PROPAGANDA

    I molti bluff del successo cinese nella lotta al virus

    • 22-03-2020

    La Cina è vicina, da quando è scoppiata l’epidemia di coronavirus da Wuhan, è ancora più vicina. Esperti cinesi suggeriscono misure draconiane in Lombardia, Huawei rilancia la cooperazione su 5G e si parla di "Via della Salute" oltre a quella "della Seta". Ma quanto è reale e quanto è gonfiato il successo cinese nella lotta al virus?

    • VIRUS-CONTRADDIZIONI

    Per salvare vite blocchiamo tutto, ma non gli aborti

    • 21-03-2020

    Tra le vittime del coronavirus non c’è solo un’economia a tutti gli effetti paralizzata, ma anche un sistema sanitario che, essendo al collasso, è costretto a rimandare non solo gli interventi chirurgici, ma addirittura le chemioterapie. E gli aborti? Per quale ragione le soppressioni prenatali possono continuare tranquillamente? Perché chi è intenzionato ad abortire vede soddisfatte le proprie istanze più di chi chiede solo cure?

    • IL DOCUMENTO

    Indulgenza e assoluzione, la Confessione si adegua al Covid

    • 21-03-2020

    Indulgenza plenaria ai fedeli affetti da Coronavirus, ai familiari e ai medici che li curano. E se si è nell'impossibilità di ricevere l'assoluzione, vale il votum sacramentum, un atto di contrizione con promessa di accostarsi al Sacramento non appena sarà possibile. Indulgenza anche a chiunque offrirà preghiere per la fine del Coronavirus. 

    • POLITICA E CORONAVIRUS

    Parlamento chiuso, un segnale inquietante

    • 21-03-2020

    La nostra è una Repubblica parlamentare, il Parlamento è titolare della funzione legislativa e rappresenta tutto il Paese, non può essere tagliato fuori in un'emergenza del genere. Attraverso decreti legge e decreti del presidente del consiglio dei ministri, Palazzo Chigi sta gestendo in autonomia un Paese in cui le libertà individuali sono in larga parte sospese.

    • INTERVISTA AL VESCOVO REIG PLA

    “Non possiamo privarci della Messa ora che il virus ha smascherato l'individualismo”

    • 20-03-2020

    «La pandemia evidenzia la nostra precarietà e smaschera la menzogna dell'individualismo, che ha favorito la frattura dei legami con la famiglia, la tradizione e Dio». Il vescovo spagnolo Juan Antonio Reig Pla spiega alla Nuova BQ perché ha deciso di non sospendere le Messe col popolo: «La Santa Messa è il Cielo in terra e senza di essa l'uomo si perde». Il Coronavirus è «un colpo alla superbia del globalismo e della società tecnocratica», ma anche la Chiesa ora «deve tornare alle questioni decisive sulla salvezza umana».
    -ARRIVA IN AFRICA E LE CHIESE SI ORGANIZZANO di Anna Bono
    -NELL'UE LA GUERRA E' MONETARIA di Romano l'Osservatore
    -EPIDEMIA E PECCATO: LE RELAZIONI di Tommaso Scandroglio
    -UN VUOTO SENZA GLI ANZIANI di Peppino Zola
    -PREGHIERA E MISERICORDIA NELLA PESTE DEL MANZONI di Giovanni Fighera
    -L'INIZIATIVA: CONTRO IL COVID PREGHIAMO I PASTORELLI DI FATIMA

    • IL ROMANZO STORICO

    La preghiera e la misericordia di Dio nella peste di Manzoni

    • 20-03-2020

    La terribile peste bubbonica del 1629-1630 è al centro de I promessi sposi. Tante le scene che destano la pietà del lettore, come quella della madre con la bambina Cecilia. Renzo assiste e prega, capendo che è l’atteggiamento più ragionevole. E poi, con l’aiuto di fra Cristoforo, perdona don Rodrigo, moribondo. Segno che anche attraverso la pestilenza, che porta via buoni e cattivi, Dio trova la via per manifestare la sua misericordia.

    • L’INIZIATIVA

    Preghiera ai Santi pastorelli di Fatima contro l’epidemia

    • 20-03-2020

    «Santi Giacinta e Francesco, piccoli veggenti di Fatima, per singolare grazia scelti da Maria Santissima nel suo Cuore Immacolato a divenire grandi testimoni della luce di Cristo, a voi ricorriamo oggi in questo momento di emergenza sanitaria, di dolore e di prova…». L’inizio della preghiera scritta da un sacerdote, con approvazione del vescovo di Pavia, per accrescere la devozione al Santo Rosario e chiedere di proteggere le nostre anime e i nostri corpi in tempo di coronavirus.

    • CONTINENTE NERO

    L'epidemia arriva in Africa, ecco come si organizzano le Chiese

    • 20-03-2020

    Il Covid-19 è decisamente arrivato anche in Africa, con 30 Paesi già colpiti. Si attende l'impatto su sistemi sanitari a dir poco fragili. Intanto le Chiese locali si adeguano alle disposizioni sanitarie, con misure simili a quelle della Cei: distanziamento, niente segno della pace, niente acqua santa, comunione sulla mano e nei casi peggiori sospensione delle Messe col popolo. 

    • EFFETTI DEL VIRUS

    Tra i paesi della UE è guerra economica e monetaria

    • 20-03-2020

    Ora è chiaro: la dichiarazione di Christine Lagarde, presidente della Banca Centrale Europea, che ha creato un terremoto nelle Borse europee, non era affatto una gaffe, ma l'inizio di una guerra all'interno dell'Eurozona. Di fronte alla dura crisi economica che si prospetta, causa virus, e che colpirà tutti, se non vogliamo uscirne a pezzi la Germania deve rinunciare ai suoi programmi egemonici e l'Italia e altri devono cambiare rotta.

    • CORONAVIRUS E DEMOCRAZIA

    Senza la libertà non c'è neanche tutela della vita

    • 20-03-2020

    Nei commenti dei politici e degli opinionisti così come nelle reazioni della gente, c'è la percezione che quella contro il coronavirus sia una guerra che giustifica la sospensione delle libertà. È un vecchio dibattito che ha visto impegnati molti filosofi, ma la realtà ci dice che quando il potere toglie la libertà non garantisce nemmeno la sicurezza e la vita.

    • RIFLESSIONE

    Epidemie e peccato, una triplice relazione

    • 20-03-2020

    Peccato originale, espiazione, responsabilità personali nella diffusione delle epidemie. Certo che c'è una connessione tra epidemie e peccato. Vuol dire questo che il coronavirus è un castigo, direttamente o indirettamente voluto da Dio? Nessuno lo può dire con certezza, ma neanche lo si può escludere.

    • LA LETTERA

    La perdita degli anziani, un grave vuoto per la società

    • 20-03-2020

    La stragrande maggioranza delle vittime del coronavirus sono persone anziane, anche molto anziane. Il che a diversi fa tirare un sospiro di sollievo, come se fosse un male minore. Ma nessuna morte è un male minore, senza considerare il ruolo insostituibile che i nonni hanno nelle famiglie.

    • ELEZIONI USA

    Trump contro Biden, alla prova del coronavirus

    • 19-03-2020

    La partita per le prossime elezioni presidenziali pare ormai decisa: a meno di non avere ulteriori sorprese sarà Biden contro Trump. E in questa primavera, l’inizio della campagna presidenziale si giocherà tutto sul modo in cui verrà affrontata l’epidemia di coronavirus, che è scoppiata anche negli Stati Uniti nelle ultime due settimane.

    • LE RICADUTE SOCIALI

    Stretti, ma dilatati: col Covid non siamo già più gli stessi

    • 19-03-2020

    Il Coronoavirus sta inoculando nelle nostre vite sostanziali novità di carattere sociale e psicologico, alcune temporanee, altre, crediamo, durature: un diverso uso dello spazio e del tempo, un ricorso all'essenziale abbandonando la contingenza politica: chi pensa più a Greta Thunberg? E soprattuttto la certificazione che il vero paziente zero è l'Unione Europea. 

    • LA LETTERA

    “Io, medico e lo stupore non scontato della vita”

    • 19-03-2020

    «Quello che io sto vivendo è l’avverarsi di un fenomeno che non di rado noi medici vediamo in chi è scampato a un pericolo potenzialmente mortale: l’esperienza di aprire gli occhi e accorgersi che nulla è più scontato. Ossia che tutto è dono, dal risveglio del mattino, dal saluto ai propri cari a ogni piccola piega di un quotidiano che per alcuni è tutto da riempire, per altri come me è diventato, se mai era pensabile, più vorticoso di prima». La lettera del medico del Sacco Amedeo Capetti. 

    • DECRETO CURA ITALIA

    Il governo non cura un'economia malata

    • 19-03-2020

    Delude il decreto "Cura Italia", per sostenere l'economia colpita dall'epidemia di coronavirus. Misure decisamente insufficienti per far fronte a un'emergenza su scala planetaria. Il governo ha costretto l'economia a fermarsi per un mese, per motivi sanitari, ma dà mancette alle partite Iva. E 600 milioni ad Alitalia

    • IL DOCUMENTO

    Coronavirus oggi e domani: cosa ci insegna, da dove ripartire

    • 19-03-2020

    Quella in corso non è soltanto un’emergenza sanitaria, ma un evento che coinvolge molti aspetti della vita personale e sociale, che chiamano in causa la Dottrina sociale della Chiesa. Ecco alcune riflessioni sull’emergenza in atto, e soprattutto sul dopo-coronavirus, dell’arcivescovo Giampaolo Crepaldi, fatte proprie dall’Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân per la Dottrina sociale della Chiesa.

    • IL DOCUMENTO

    Coronavirus, la crisi di oggi ci deve far cambiare domani

    • 19-03-2020

    Passata l'emergenza coronavirus nulla sarà più come prima. L'attuale crisi indica la vacuità di ideologie come il naturalismo e il globalismo e lo sgretolamento dell'Unione Europea; e chiede di ripensare il concetto di bene comune, la funzione sussidiaria del credito, e i rapporti tra Stato e Chiesa. Quanto accade oggi deve diventare una riflessione sul come ricostruire dopo. Una ampia riflessione di monsignor Crepaldi a partire dalla Dottrina sociale della Chiesa.
    - IL DOCUMENTO: CORONAVIRUS, OGGI E DOMANI, di Giampaolo Crepaldi
    - NON SIAMO GIA' PIU' GLI STESSI, di Tommaso Scandroglio
    - LA LETTERA: “IO MEDICO E LA VITA NON SCONTATA”
    - E GLI SCOZZESI "STRAPPANO" NOZZE E ESEQUIE,
    di Paolo Gulisano
    - ORE 21: ROSARIO PROPOSTO DAI VESCOVI ITALIANI

    • EMERGENZA CORONAVIRUS

    La Chiesa scozzese chiude, ma "strappa" funerali e nozze

    • 18-03-2020

    La Chiesa deve sospendere forzatamente le Messe, ma i vescovi hanno ottenuto dal Governo di Edimburgo che le chiese rimangano aperte e che si celebrino funerali, battesimi e matrimoni. L'Arcivescovo di Glasgow ai fedeli: «Dio non vi abbandona e neanche noi». 

    • L'ESEMPIO SPAGNOLO

    Fede e salute: per quei vescovi la Messa non è finita

    • 18-03-2020

    In Spagna, 11 diocesi hanno deciso di mantenere le Messe con popolo. Merito del decreto del governo che non le ha sospese e della Conferenza episcopale che ha lasciato libertà ai singoli vescovi. Assicurare al popolo - pur con le accortezze del caso - il Sacrificio Eucaristico si può. 

    • RIFLESSIONI SULLA PANDEMIA

    Toh! Il virus ci ha imposto il bene comune

    • 18-03-2020

    Se guardiamo cosa sta succedendo attorno a noi ci accorgiamo che il bene comune si impone nuovamente come fine morale. Si tratta di riscoprire che la società ha dei fini che non si è data mediante una deliberazione umana. Questa epidemia ci divide fisicamente perché abbiamo paura del contagio reciproco, ma in un altro senso ci unisce verso un obiettivo comune, e questa è la funzione del bene comune: legare gli uomini tra loro in vista di un unico fine.

    • SENSAZIONALISMO

    Reportage dalle terapie intensive, la dignità umana ignorata

    • 18-03-2020

    Spopolano i servizi radiotelevisivi in reparti di rianimazione e terapia intensiva, con interviste a persone ricoverate in condizioni di sofferenza per aver contratto il Covid-19. Ma questi reportage non rispondono al principio dell’essenzialità dell’informazione, delineato dalle norme deontologiche che i giornalisti sono tenuti a rispettare.

    • LA STORIA

    La peste e Rosalia, come la Santuzza divenne patrona di Palermo

    • 18-03-2020

    Maggio 1624, a Palermo arriva la peste. Due mesi dopo vengono trovate miracolosamente le reliquie di santa Rosalia, il cui culto si era raffreddato nei secoli. La Santuzza appare quindi a un saponaro e gli rivela una promessa celeste: il contagio cesserà con la processione delle sue ossa per le vie di Palermo, precisamente durante il canto del Te Deum. Così avvenne.

    • SVOLTA SOCIALE

    Lo stato di emergenza non finirà con il coronavirus

    • 17-03-2020

    Il blitz della polizia nella chiesa di Cerveteri e la totale assenza di reazioni da parte di Chiesa e istituzioni è un segnale allarmante su quella che ormai è la cultura dello "stato di emergenza". In nome della lotta al coronavirus si tollerano veri e propri abusi di potere. Senza voler minimizzare la gravità della pandemia in atto, si deve però riconoscere che ci stiamo abituando a vivere in stato di emergenza: appena finirà l'epidemia in corso, ritorneremo all'emergenza climatica, dichiarata già dal nostro parlamento e da quello europeo. Un'altra paura su cui si governerà spingendo i paesi occidentali verso una nuova forma di totalitarismo.
    - LA PURIFICAZIONE AL TEMPO DEL VIRUS, di Andrea Zambrano
    - IL GOVERNO UCCIDE I VERI PRODUTTORI, di Luca Volontè
    - DOSSIER: CORONAVIRUS

    • EMERGENZA COVID

    Partite Iva abbandonate. Il governo uccide i veri produttori

    • 17-03-2020

    Più di 5 milioni di autoimprenditori e Partite Iva sono abbandonati al proprio destino. Il Governo più a sinistra della storia repubblicana, investe il minimo per gli auto-imprenditori e le Partite IVA, in quarantena dallo scorso gennaio. Eppure è quello il vero tessuto produttivo del Paese, componente essenziale della comunità cattolica

    • DEFENDER EUROPE

    Più di Putin fece il virus. Esercitazione Nato in crisi

    • 17-03-2020

    L'esercitazione NATO "Defender Europe" subirà un ridimensionamento o anche la cancellazione, per la diffusione del coronavirus in Europa. Italia e Norvegia si sono ritirate, preferendo usare i loro militari per far fronte all'emergenza. Concepita per mostrare i muscoli alla Russia, la manovra è azzoppata dall'"arma biologica" cinese.

    • IL VERO VACCINO

    Morire pronti, è di questo che abbiamo bisogno

    • 17-03-2020

    Si sente dire che chi domanda che si tornino a celebrare le Messe, chi si reca in chiesa, cercando magari un sacerdote a cui chiedere confessione ed Eucarestia, è un egoista. Eppure, pensando a noi, alle persone care o più a rischio, ciò che fa più paura non è la morte ma il lasciare questo mondo terrorizzati e senza essere preparati. La morte non deve diventare un tabù per la Chiesa: di questa abbiamo bisogno di sentir parlare e della speranza nella vita eterna.

    • COINCIDENZE

    La purificazione al tempo del virus (e della Pachamama)

    • 17-03-2020

    Cambiare stile di vita ok, ma non se si tratta di convertirci. Eppure di motivi per correggere il tiro ce ne sarebbero: una Chiesa che ha adorato la Pachamama ora si ritrova San Pietro chiusa; si è banchettato nelle chiese e queste adesso sono senza Messa col popolo; si è pensato di dare la comunione a tutti e ora non la fa nessuno. Una purificazione di Dio porta con sé sempre la sua redenzione, ma, dato che ce lo dicono da 50 anni, forse è ora di cogliere i segni dei tempi.

    • INTERVISTA AL VESCOVO CAMISASCA

    “Noi tra morte, sconcerto e rinascita: Coronavirus, un richiamo di Dio”

    • 16-03-2020

    «Dio non è all'origine del male, ma se ne serve per correggerci: il Coronavirus è un suo richiamo e quando sarà finito vivrò la Risurrezione col mio popolo». Il vescovo Camisasca tra video letterari, sgomento e Messe sospese: «Forse c'erano altre soluzioni, ma non abbiamo saputo trovarle. Tutto è precipitato velocemente, però la realtà dell'Eucarestia è condivisa da tutti». «Soffro per il Paese, per la mia Lombardia, per i malati, per i medici. Purtroppo si muore soli». La ripresa? «Sarà difficile e dolorosa, ma vedo una luce nelle famiglie in preghiera».
    -ORA E' TROPPO: LA POLIZIA IRROMPE A MESSA di Nico Spuntoni
    -IL PAPA PREGA NELLA CHIESA DEL MIRACOLO
    -LOMBARDI ABBANDONATI DA GOVERNO
    di Ruben Razzante

    • IL VIRUS FA VERITA'

    La Lombardia regge grazie al sistema pubblico-privato

    • 16-03-2020

    Pensate in quale gravissima crisi si troverebbe oggi la Regione, se i medici avessero dovuto operare nei vecchi, piccoli e meno attrezzati ospedali di un tempo. Dove sono finiti i contrari alla riforma sanitaria lombarda? Dove, quelli che dicevano: «No a una politica ospedalocentrica»? A dire che l'autonomia per le regioni virtuose è una scelta che fa bene a tutto il Paese e che non può essere più rimandata.

    • CERVETERI

    Adesso è troppo: la polizia interrompe la Messa

    • 16-03-2020

    Scene da Cina comunista a Marina di Cerveteri dove il parroco viene colto di sorpresa da due agenti che intimano al sacerdote di interrompere la celebrazione. Il motivo? Sul sagrato si erano radunati - a distanza! - alcuni fedeli in preghiera. 

    • EMERGENZA COVID

    Emergenza Covid: il governo ha abbandonato la Lombardia

    • 16-03-2020

    Anche se si getta acqua sul fuoco, il Governo non collabora con la Lombardia per sostenere l'emergenza dell'epidemia di Covid-19. Le mascherine inviate sono inutilizzabili, la Consip rallenta l'acquisto di respiratori, Bergamo e Brescia non vengono cordonate, Conte non vuole Bertolaso. E i ministri non visitano la regione più colpita

    • REGNO UNITO

    Coronexit, la sfida di Johnson ha basi scientifiche

    • 15-03-2020

    La strategia anti-coronavirus annunciata dal premier Boris Johnson e fonte di numerose polemiche, si basa sugli studi di due importanti scienziati britannici, Patrick Vallance e Chris Whitty, che mirano a ritardare il picco dei contagi per creare una immunità di gregge.
    - QUARANTENA, OCCASIONE DA SFRUTTARE, di Roberto Marchesini

    • CONTRO IL MORBO

    I sindaci laici che pregano contro l'epidemia

    • 15-03-2020

    Il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, si è recato alla basilica della Madonna della Salute, eretta da Baldassarre Longhena a ricordo dell’aiuto celeste durante la peste del 1630. Il caso Brugnaro, ripetuto anche dal sindaco di Sassuolo, è particolarmente significativo. Un comportamento laico e nello stesso tempo religioso

    • CONSIGLI

    Quarantena? È anche un'occasione da sfruttare

    • 15-03-2020

    Pregare, spegnere la tv, leggere, riscoprire le relazioni. Sono alcuni dei modi per rendere la quarantena un periodo addirittura desiderabile. Ecco alcuni consigli per non subire passivamente questo tempo e per non vivere in isolamento.

    • INTERVISTA AL CAPPELLANO DI CREMONA

    “Io, prete in trincea con la febbre in aiuto di malati e medici”

    • 14-03-2020

    "Senza famigliari presenti, i malati ricoverati vivono relazioni assenti. Ci siamo noi". La Bussola incontra don Maurizio, il cappellano dell'ospedale di Cremona, nel cuore dell'emergenza da Coronavirus: "Ho la febbre, sto aspettando il tampone". Paura? "No, penso a quella nonna che mi aspetta in reparto e non sa che il marito è morto. Si muore soli: ho portato la benedizione a persone già defunte". "Però i medici sono eccezionali: sosteniamo anche loro". Pregare? "Senza sosta. Prego che Dio non ci abbandoni alla morte e alla desolazione".
    -CHIESE CHIUSE. ACCUSE RECIPROCHE TRA PAPA E VICARIO di Riccardo Cascioli
    -L'EUROPEISMO DI FACCIATA DEI BUROCRATI UE di Ruben Razzante
    -MANDIAMO A CASA LA LAGARDE di Romano l'Osservatore
    -NAVI OSPEDALE PER EVITARE IL COLLASSO? di Gianandrea Gaiani

    • CORONAVIRUS

    Navi-ospedale, una soluzione contro il collasso sanitario

    • 14-03-2020

    Visto il numero crescente di contagiati che necessitano di terapie intensive, per non far collassare il sistema sanitario una possibilità (già adottata in campo militare) potrebbe essere quella delle navi-ospedale. Si potrebbero allestire in poche settimane e avrebbero il vantaggio di potersi trasferire rapidamente da una zona all’altra in base al bisogno.

    • CONTINENTE NERO

    Gli jihadisti preoccupati dal Covid. Ma dilagano in Africa

    • 14-03-2020

    Anche i più radicali imam jihadisti sono preoccupati dalla diffusione del nuovo coronavirus Covid-19 e danno disposizioni conformi alla dottrina islamica per evitare il contagio. Fra cui evitare i Paesi colpiti dall'epidemia. Ma non l'Africa, evidentemente, che sta diventando sempre più un terreno di coltura dei movimenti armati jihadisti

    • DIETRO AL CORONAVIRUS

    Il crollo delle false certezze

    • 14-03-2020

    Il tempo che viviamo fa crollare tutte le vuote certezze, le illusorie presunzioni di potenza, la speranza di poter contare sulle forze dell'uomo. Questo è il momento giusto per affidarsi veramente a Gesù.

    • CONTRORDINE, COMPAGNI

    «Le chiese a Roma riaprono». Papa e cardinale vicario, accuse reciproche

    • 13-03-2020

    Un nuovo decreto del cardinale vicario di Roma, De Donatis, torna indietro sulla decisione di poche ore prima, dopo che anche il Papa aveva tuonato stamattina alla messa in Santa Marta contro le «misure drastiche». Le chiese a Roma riaprono dunque, ma il cardinale De Donatis scrive ai parroci romani e rivela che la decisione di chiuderle era del Papa. Le proteste di tanti fedeli e le telefonate allarmate di vescovi e cardinali lo hanno convinto a fare dietrofront. Uno spettacolo sconcertante di una gerarchia ecclesiastica in stato confusionale. E adesso i vescovi prendano coraggio e ristabiliscano le messe con popolo (pur nell'obbedienza alle disposizioni di sicurezza).
    - ROMA, CHIESE CHIUSE. VOGLIONO UCCIDERE LA SPERANZA, di Luisella Scrosati
    - IL BENE COMUNE HA BISOGNO DI DIO, di Stefano Fontana
    - SOLI E SENZA CONFORTI: LA MORTE AL TEMPO DEL CORONAVIRUS, di Andrea Zambrano
    - DA CITTA' ETERNA A CITTA' DELLA PAURA, di Michael Severance II ANCHE IL CROCIFISSO DI DON CAMILLO..., di Rino Cammilleri II LA PESTE E SAN CARLO, UN ESEMPIO, di Ermes Dovico

    • APPELLO

    Cari vescovi, alzatevi e dite no alle chiese chiuse

    • 13-03-2020

    La decisione di chiudere le chiese a Roma, suggerita dalla CEI anche alle altre diocesi italiane, è senza senso, sia dal punto di vista della ragione che della fede. Decisioni dettate dalla paura di chi non pensa ci sia un futuro. Ci auguriamo che tale gesto scriteriato risvegli la coscienza di altri vescovi: si rifiutino di chiudere le chiese e anzi, davanti all'aggravarsi dell'epidemia, riprendano le Messe con il popolo.

    • EMERGENZA CAPPELLANI

    Soli e senza Conforti: la morte al tempo del Coronavirus

    • 13-03-2020

    Con le regole ferree imposte dagli ospedali e l'assenza dei famigliari, spesso per i malati delle terapie intensive mancano i conforti religiosi necessari. «Si muore soli». Il viaggio della Nuova BQ tra i cappellani lombardi: «Spesso arriviamo a benedire le salme dopo il decesso. Ci dicono di non andare nei reparti dei contagiosi, ma è surreale perché il prete dovrebbe stare là dove c’è la sofferenza. Medici e infermieri straordinari: anche loro hanno bisogno di noi». 

    • MODELLO DI PASTORE

    La peste e san Carlo, i vescovi prendano esempio

    • 13-03-2020

    Le Messe con popolo sospese dalla Cei per il coronavirus? Non così fece san Carlo Borromeo, patrono dei vescovi, di fronte alla terribile peste del 1576-77. Rimproverò le autorità civili perché non cercavano i soccorsi divini, visitò i malati, chiamò sacerdoti da fuori città per amministrare i Sacramenti, organizzò processioni pubbliche, Messe all’aperto. Fu segno di fede, speranza e carità, arrecando sollievo corporale e mettendo la salvezza delle anime al primo posto.

    • L’INIZIATIVA DI UN PARROCO

    Toh, anche il crocifisso di Don Camillo contro l’epidemia

    • 13-03-2020

    La storia del cristianesimo è piena di miracoli legati a processioni di immagini e oggetti sacri. Ma non era mai successo che qualcuno si affidasse a un’immagine di origine cinematografica. Lo ha fatto in questi giorni (e non è la prima volta) don Evandro Gherardi, parroco di Brescello, che ha esposto sul sagrato il crocifisso di Don Camillo contro il coronavirus

    • DECISIONE CHOC

    Roma, chiese chiuse. Vogliono uccidere la speranza

    • 13-03-2020

    In nome del "bene comune" tutte le chiese della diocesi di Roma sono state chiuse. E la presidenza CEI prospetta una simile soluzione per tutta l'Italia. Una decisione sconvolgente, senza precedenti, e totalmente irrazionale. E tutto questo mentre il decreto del governo lascerebbe la possibilità non solo di tenere aperte le chiese, ma addirittura di celebrare le Messe, a certe condizioni. Aggiornamento ore 13.00: Un nuovo decreto del Vicariato di Roma torna indietro sulla decisione di ieri pomeriggio e le chiese vengono riaperte. Presto un nuovo articolo che racconta le ultime ore convulse.
    - IL BENE COMUNE NON È QUESTO. HA BISOGNO DI DIO, di Stefano Fontana
    - DA CITTA' ETERNA A CITTA' DELLA PAURA, di Michael Severance
    - SOLI E SENZA CONFORTI: LA MORTE AL TEMPO DEL CORONAVIRUS, di Andrea Zambrano
    - TOH, ANCHE IL CROCIFISSO DI DON CAMILLO CONTRO L'EPIDEMIA, di Rino Cammilleri
    - LA PESTE E SAN CARLO, I VESCOVI PRENDANO ESEMPIO, di Ermes Dovico
    - DOSSIER CORONAVIRUS

    • IL TESTIMONE

    Da Città Eterna a Città della Paura

    • 12-03-2020

    Cara Roma, ti supplico, torna a essere la Corona della Cristianità che sei stata creata a essere e a risplendere come essa. Non lasciar affondare la nostra unica grande barca nella tempesta del pessimismo.

    • LA FORZA DELLA FEDE

    Il Volto Santo, vero antidoto al coronavirus (della paura)

    • 12-03-2020

    In queste settimane di coronavirus, i dibattiti pubblici sono pieni di esperti che ci offrono pur utili consigli per far fronte all'emergenza. Ma chi parla della fede? Eppure la fede è una risorsa ineguagliabile non solo per i credenti, ma per l'intera società. Ecco allora che le suore dell'Immacolata Concezione di Buenos Aires ci portano in dono il Volto Santo di Gesù, come scudo infallibile contro ogni Male e fonte inesauribile di Pace e di Speranza. E contemplando senza sosta il "Dio che tutto può", immergono l'Italia e il mondo intero nella Sua Misericordia.

    - «COME IL VOLTO SANTO RIBALTO' LA MIA VITA», di C. Signorelli
    - IL PRETE IN APECAR PER CONSOLARE GLI ANZIANI, di A. Zambrano
    - PIU' MESSE, LA STRADA DEI VESCOVI POLACCHI, di E. Dovico 
    - IL PAPA AFFIDA L'ITALIA ALLA MADONNA, di N. Spuntoni

    - ORE 12,45 CLICCA QUI E SEGUI IL ROSARIO IN DIRETTA

    • BIBIONE

    Il prete in Apecar per chi paga il prezzo più alto: gli anziani

    • 12-03-2020

    La statua della Madonna caricata sul cassone dell'Apecar a Bibione, provincia di Venezia, fa il giro dei social. L'idea è del parroco don Andrea Vena che percorre in lungo e in largo il paese recitando il Rosario. E alla Nuova BQ spiega che l'iniziativa è rivolta alle vere vittime del Coronavirus: «Lo faccio per i miei parrocchiani anziani, che sono spaventatissimi. Ma dopo essere passato con la Madonna le loro lacrime si asciugano».

    • EMERGENZA CORONAVIRUS

    Più Messe, i vescovi polacchi indicano la strada

    • 12-03-2020

    Moltiplicare il numero delle Sante Messe domenicali per evitare assembramenti: è la raccomandazione della Conferenza episcopale polacca di fronte alla diffusione del coronavirus. Dispensa per malati e anziani dalla partecipazione fisica alle celebrazioni festive. Accorgimenti, insieme ad altre semplici misure, che si potevano prendere anche in Italia, preservando fede e prudenza.

    • EMERGENZA CORONAVIRUS

    Papa in preghiera con un occhio all'Italia, di cui è Primate

    • 12-03-2020

    Papa Francesco, che tiene particolarmente al titolo di Vescovo di Roma, sceglie di pregare la Madonna del Divino Amore nel momento più difficile per l'Italia di cui è Primate.

    • DIETRO I NUMERI

    Contagi e morti, i conti non tornano

    • 11-03-2020

    Statistiche globali e italiane: c'è troppa disparità di dati tra diversi paesi, e anche tra le regioni italiane, per non avere dubbi sulla omogeneità dei numeri che vengono presentati. E in Italia c'è il mistero Lombardia: più decessi e più ricoveri di tutte le altre regioni.

    • ESEMPI VIRTUOSI

    Taiwan, Singapore, Corea: il virus ingabbiato senza perdere la libertà

    • 11-03-2020

    Si porta sempre più ad esempio la Cina totalitaria per i metodi di contenimento dell'epidemia di coronavirus. E l'Italia, pur volendo restare un Paese democratico, sta provando ad imitarli. Eppure, oltre ad essere un modello più che discutibile, la Cina non è neppure l'unica nazione asiatica ad aver efficacemente contrastato l'epidemia. Altri Paesi, come Taiwan (la Cina democratica) e Singapore sono riuscite a prevenire lo scoppio dell'epidemia. Mentre la Corea del Sud, una delle nazioni più colpite, sta riuscendo a rallentarla come e più della Cina. E nessuno di questi governi ha usato metodi totalitari, ha bloccato intere regioni o interi settori economici come stiamo facendo noi.
    - CONTAGI E MORTI, I CONTI NON TORNANO, di Riccardo Cascioli
    CARCERI IN RIVOLTA, EFFETTO DEL GIUSTIZIALISMO di Romano l'Osservatore
    - "ROSARIO CONTRO IL CORONAVIRUS": IN DIRETTA SU FACEBOOK
    - DOSSIER: CORONAVIRUS

    • CORONAVIRUS

    L'epidemia che con la fede fa vacillare anche la ragione

    • 11-03-2020

    Le parole dell'infettivologo che richiamano ad un agire equilibrato. Il divieto di partecipare alla Messa che dice di una fede fragile e quindi di una ragione guidata dalla paura, che accoglie i provvedimenti esagerati del governo e crede ad una informazione scriteriata per cui l'Italia sta crollando in ginocchio. Tutto a dire che il castigo non viene da Dio, ma che ce lo stiamo infliggendo da soli, dimenticandoci che "senza di me non potete fare niente".

    • CAPIRE LA PROTESTA

    Carceri in rivolta, è anche colpa del giustizialismo

    • 11-03-2020

    La rivolte in carcere di questi giorni a causa del Coronavirus sono da condannare, ma il sovraffollamento è causa anche del giustizialismo che è ricorso in questi anni all'abuso della carcerazione preventiva portando al 119% il tasso di sovraffollamento. 

    • LA CRISI INNESCATA

    Il coronavirus ha fatto scoppiare la bolla finanziaria

    • 11-03-2020

    L'evento imprevisto dell'epidemia di coronavirus ha fatto scoppiare una vera bolla finanziaria che si era via via gonfiata nel corso degli anni. Le continue iniezioni di liquidità da parte delle Banche Centrali principali sono all'origine del problema. E purtroppo molti le vedono come una soluzione. Quali lezioni imparare?

    • CORONAVIRUS

    Il panico fa il gioco del virus, ma combatterlo si può

    • 10-03-2020

    In una battaglia così importante è fondamentale conoscere le caratteristiche dell’avversario, come agisce. Ci sono stili di vita, farmaci, terapie e azioni che possono contrastarlo. Anche per questo suonano inaccettabili le ipotesi di procedere a selezioni eugenetiche, lasciando morire i più deboli. Quanto accaduto in Congo ci fa ben sperare. 

    • VIRUS E MESSE

    Gli agenti presidiano le chiese: ecco la polizia religiosa

    • 10-03-2020

    Agenti della Municipale davanti alle chiese per controllare che nessuno entri durante la Messa. Succede a Bedizzole, in provincia di Brescia. E si replica nel Veronese dove il parroco beccato a dire Messa coi fedeli viene segnalato all'Arma e deve andare in tv a cospargersi il capo di cenere: “Non lo faccio più”. Per ogni chiesa patriottica c’è una polizia religiosa che interviene e che va oltre le disposizioni del governo sul Coronavirus. Ma per presidiare i bar che trasgrediscono e controllare chi affolla i parchi non si trovano uomini...

    • IL VIRUS E LA FEDE

    "A te un altare, a noi la salute": rivive il patto del voto

    • 10-03-2020

    Il Coronavirus fa emergere anche la fede dei preti che nonostante tutto sanno alzare gli occhi al Cielo. Il parroco di Viguzzolo (Tortona) si affida al patrono San Bartolomeo, invocato contro le malattie contagiose: «In cambio della salute per l'Italia e i miei parrocchiani ho fatto voto di erigere un altare a lui dedicato nella nostra chiesa». E così fanno a Casei Gerola (Pavia) e in provincia di Treviso.  

    • IL DOCUMENTO CEI

    Stop alle Messe in tutta Italia, c'è aria di Cina

    • 09-03-2020

    La Conferenza Episcopale Italiana, seguendo il decreto del Governo, ha deciso di sospendere le Messe con concorso di popolo in tutta Italia fino al 3 aprile. Una decisione grave, senza precedenti nella storia, che è un messaggio chiaro di irrilevanza della fede per la vita degli uomini. La gerarchia ecclesiastica si percepisce sempre più come dipendente dal governo, sul modello della Associazione patriottica dei cattolici cinesi. E infatti spuntano anche preti "clandestini" che celebrano in chiesa o in case con pochi fedeli fidati, rischiando le denunce dei funzionari statali e di altri preti.
    - LA MESSA È ESSENZIALE PER IL BENE COMUNE, di Stefano Fontana
    - CON LA SCUSA DEL VIRUS, SI PROMUOVE L'EUTANASIA, di Giacomo Rocchi
    - DOSSIER CORONAVIRUS

    • IL CASO

    La Messa è essenziale per il bene comune

    • 09-03-2020

    Ogni Messa, come insegna il Concilio, ha per sua natura un’“indole pubblica e sociale". Il sacrificio di Cristo che nella Messa si rinnova è universale, ossia è per la salvezza del mondo intero. L’Eucarestia, diceva Benedetto XVI, ha a tal punto un significato pubblico da spingere ad un impegno coraggioso nelle strutture di questo mondo tramite la Dottrina sociale della Chiesa.

    • LINEE GUIDA

    Con la scusa del virus, si consiglia l'eutanasia

    • 09-03-2020

    Abbandonare gli anziani, soprattutto se già malati, in favore dei più giovani, anche senza la mancanza di posti letto. È quanto raccomanda la Società di Anestesia e Rianimazione (SIAARTI) per regolare l'accesso alla terapia intensiva nell'attuale emergenza da Covid-19, in un documento che sta creando polemiche.

    • CORONAVIRUS

    Errori di comunicazione che fan più danni del virus

    • 09-03-2020

    Il governo Conte bis, a furia di stop and go, sta spiazzando ogni giorno gli italiani, sempre più storditi dalla confusione. C’era proprio bisogno di divulgare prima dell’approvazione il testo di un decreto creando panico e ulteriore pericolo? In ogni caso ormai siamo pienamente immersi nell’emergenza e occorre dimostrarsi cittadini responsabili. 

    • CARITA'

    L'esempio di Esselunga, come servire profitto e bene comune

    • 08-03-2020

    Esselunga, la grande catena di supermercati, diffusi soprattutto in Lombardia, dona 2,5 milioni di euro agli ospedali in prima linea nell'assistenza ai pazienti e alla ricerca medica. E' un esempio virtuoso di come la grande imprenditoria possa servire il bene comune proprio per (e non nonostante) il suo profitto

    • CONTINENTE NERO

    Coronavirus in Africa: le chiese aiutano, non chiudono

    • 08-03-2020

    Sono saliti a otto gli stati africani in cui si registrano casi di COVID-19. La situazione più preoccupante è attualmente quella della popolosa Nigeria e del Senegal. Fra le istituzioni in prima linea si annovera senza dubbio la Chiesa. Le Messe non sono sospese e anzi servono anche a diffondere informazione sanitaria.

    ESSELUNGA, PROFITTO E BENE COMUNE di Marco Respinti

     

    • LA VERA EMERGENZA

    La capitolazione della Fede davanti al coronavirus

    • 08-03-2020

    Fatto salvo il rispetto e la comprensione per le decisioni dei vescovi, la sospensione delle Messe con il popolo ha fatto passare il messaggio che la Fede, Dio, non sono più all'altezza di rispondere alle nostre necessità.

    • EPIDEMIA E TOTALITARISMO

    Lotta al Coronavirus, tutti affascinati dalla dittatura cinese. Meno i cinesi stessi

    • 07-03-2020

    Davvero vogliamo prendere ad esempio la Cina? Nella lotta all’epidemia di coronavirus, il regime totalitario comunista si presenta con il miglior modello possibile di contrasto alla diffusione del morbo: controllo totale e capillare dei suoi cittadini, chiusura completa di intere regioni con decine di milioni di abitanti, costruzione di ospedali a tempo record. E molti italiani, anche insospettabili, vorrebbero seguirne l'esempio. Eppure questa è solo la facciata "buona", sotto cui il totalitarismo comunista nasconde inefficienza e brutalità. Senza dimenticare che l'epidemia si è diffusa solo a causa dei silenzi imposti dalla censura di Pechino.

    L'IDEALE PER SOSPENDERE LE LIBERTA' di Rino Cammilleri

    "ET NE NOS INDUCAS IN PSICOSI" di Andrea Bosio

    IL VESCOVO: "MI RIFIUTO DI SOSPENDERE LE MESSE"

    • LA LETTERA DI UN PRETE

    Et ne nos inducas ... in psicosi da Coronaviurus

    • 07-03-2020

    “Da quando è stato sancito che Dio non induce nella prova o nella tentazione, Dio stesso sembra aver permesso qui in Italia questa prova. Che da questa drammatica situazione emerga un popolo cristiano e sicuro che Dio non può abbandonare nessuno “nella” tentazione, ma può permettere una pluralità di eventi purificatori della nostra fede. Giusto, ma su cosa poggia la nostra fede?”. La lettera di un sacerdote. 

    • CONTRO IL VIRUS

    Il Vescovo: «Mi rifiuto di sospendere le Messe»

    • 07-03-2020

    La lettera del vescovo di Ars-Belley (Francia), monsignor Pascal Roland, il cui giudizio parte dalla fede. In un momento in cui si è tentati di ragionare come il mondo (solo sui numeri e solo in base alla paura) il vescovo ha deciso di usare "un'altra mentalità", che parte dall'incontro con Cristo e dalla vita eterna (basti pensare che in Cina i cristiani hanno evangelizzato nelle zone più a rischio mettendo a repentaglio la propria salute). 

    • EMERGENZA CORONAVIRUS

    Virus tra romanzo e realtà: l’ideale per sospendere le libertà

    • 07-03-2020

    Una pandemia è l’ideale per sospendere la democrazia e le libertà, spesso invocata dagli stessi popoli. Romanzi catastrofici e distopici lo insegnano. E le emergenze planetarie sono l’ideale per chi aspira a un governo mondiale di «tecnici». Infatti, tutto parte dalla Cina, che è un regime totalitario.

    • LOMBARDIA

    Covid-19 e terapia intensiva, il sistema sta reggendo

    • 06-03-2020

    Con i suoi 2.251 casi positivi di Coronavirus, la Lombardia ha il 58% dei contagiati in Italia. La regione conta 244 ricoverati in terapia intensiva, su un totale di 321 posti dedicati all’epidemia a cui se ne potrebbero aggiungere altri 200. Servono anche infermieri e medici, ma allo stato attuale è difficile che il sistema sanitario collassi.
    - IL DOSSIER

    • EPIDEMIA E TECNOLOGIA

    Coronavirus, l'Italia scopre la sua arretratezza digitale

    • 06-03-2020

    Il coronavirus ha costretto milioni di italiani a rimanere a casa. Il governo sta cercando di colmare con lo smart working, il lavoro in remoto, dalla propria abitazione, con l'e-learning (scuola e università in remoto) e anche l'e-vote (voto digitale). Esperimento in gran parte fallimentare, perché scopriamo che mancano strutture e norme adeguate

    • EMERGENZA CORONAVIRUS

    Preti che celebrano Messa: parte la caccia alle streghe

    • 05-03-2020

    Parroco in Lomellina segnalato all'Arma dal sindaco: domenica ha celebrato Messa. Ma lui alla Nuova BQ spiega: «Ho scordato di disattivare il timer delle campane»; Nel varesotto il don celebra privatamente e si ritrova la chiesa piena di fedeli: «Non ce l'ho fatta a mandarli via. Sono un prete, non un portinaio». La curia ambrosiana lo rampogna; un altro in Bassa Lombardia celebra 5 Messe per "diluire" i fedeli: un confratello fa la spia. Cronache di ordinaria follia di preti che fanno i preti e non i funzionari del sacro. Ma sono testimoni di fede ai tempi del Coronavirus, non ribelli.

    • QUESTIONE DI FEDE

    Messa e bene comune, cattolici divisi

    • 05-03-2020

    Dal contagio, come da ogni altra difficoltà nel conseguire il bene comune, ci salverà solo l’azione umana o soprattutto quella divina? Nel primo caso Dio non fa parte del bene comune e le Messe non sono necessarie ma semmai solo utili, nel secondo caso la Messa diventa un atto politico irrinunciabile. Meglio, per i vescovi, la critica moderata di Riccardi e Melloni che non le lodi di Grillo.

    • EMERGENZA CORONAVIRUS

    Non fanno sapere bene: dilettanti allo sbaraglio di governo

    • 05-03-2020

    Dilettanti allo sbaraglio, non c’è altra definizione possibile per i troppi (ir)responsabili di governo alle prese con l’emergenza Coronavirus.

    • IL PUNTO DELLA SITUAZIONE

    Coronavirus, poche strategie e confuse. E ora l’Italia chiude

    • 05-03-2020

    Con oltre tremila contagiati e 107 deceduti, il nostro Paese è il più colpito in Europa dal Covid-19, a causa di misure discutibili e nonostante le rassicurazioni iniziali di Conte. Il premier ha annunciato nuove regole, valide per 30 giorni: in realtà si tratta del prolungamento della chiusura delle scuole, estesa a tutta la Penisola, oltre che lo svolgimento a porte chiuse delle manifestazioni sportive. Tutto qui. Il governo reitera misure di cui non conosce l’efficacia, senza individuare altre strategie.

    - UN GOVERNO DI DILETTANTI ALLO SBARAGLIO, di Romano l'Osservatore

    - PRETI CHE CELEBRANO MESSA: PARTE LA CACCIA ALLE STREGHE, di A. Zambrano

    - IL DOSSIER

    • IL CASO

    A che soglia di rischio si devono sospendere le Messe?

    • 04-03-2020

    La decisione di sospendere le Messe con popolo è figlia della cultura del "rischio zero", una pericolosa utopia. Ma il Coronavirus non è l'unica infezione contagiosa che porta anche la morte, e quindi la decisione dei vescovi diventa un pericoloso precedente. 

    • CORONAVIRUS

    Il "balletto delle Messe" ridisegna la gerarchia nella Chiesa

    • 03-03-2020

    Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna ancora una settimana senza messe con popolo, malgrado i vescovi lombardi avessero espresso la volontà di "aprire" almeno quelle feriali e alcuni vescovi già lo avevano fatto. Ma la CEI ha interpretato nel modo più restrittivo possibile il decreto del governo e ha imposto una linea rigida, esautorando i singoli vescovi che dovrebbero essere loro autorità magisteriale nelle proprie diocesi.
    - EPIDEMIOLOGIA DICE: LE MESSE NON SONO A RISCHIO, di Paolo Gulisano
    - LA PREGHIERA AI TEMPI DEL CORONAVIRUS, di Riccardo Barile
    - SPECIALE CORONAVIRUS

    • SPIRITUALITA'

    La preghiera ai tempi del Coronavirus. Non diamogliela vinta

    • 03-03-2020

    I credenti sono chiamati ad osservare tutte le precauzioni per evitare il contagio del Coronavirus, ma anche ad esorcizzare la paura, lo sgomento e lo smarrimento attraverso la preghiera. Tutte le preghiere vanno bene, ma quelle tratte dalla Scrittura o dalla liturgia sono più sicure e formative. Ve ne proponiamo alcune. Non diamola vinta al virus (e al Cornuto). 

    • COSA DICE LA SCIENZA

    Messe a rischio Covid-19? Non per l'epidemiologia

    • 03-03-2020

    La sospensione delle Messe non ha fondamenti epidemiologici. Almeno stando alle raccomandazioni dell'ISS sulla prevenzione. E la comunione sulle mani è quanto di più antigienico possa esistere. Consigli ai vescovi che da anni non producono documenti scientifici.

    • CORONAVIRUS

    Medici di Codogno senza pace, dopo Conte anche i giudici

    • 02-03-2020

    Coronavirus. Dopo le clamorose quanto infondate accuse del presidente del Consiglio Conte ai medici dell'Ospedale di Codogno - che hanno già procurato gravissimi danni all'Italia - ecco che sulla base di quelle parole la Procura di Lodi ha aperto un fascicolo. Decisione ingiusta e inopportuna, ma frutto del giustizialismo di 5Stelle e PD.

    • EMERGENZA E POTERE

    L'abbraccio letale dello Stato alla Chiesa

    • 02-03-2020

    Sospendere la Santa Messa: lo Stato lo chiede per contenere l'epidemia e la Chiesa esegue con troppo zelo. Ed è l'ulteriore dimostrazione che la Chiesa si concepisce ormai come un elemento della comunità politica. È solo l'ultimo passo dopo le concessioni sul matrimonio, sull'educazione, sul diritto e sul sostentamento economico

    • LA LETTERA

    Distratti dal Coronavirus, passano leggi liberticide

    • 02-03-2020

    Mentre i media danno ampia copertura al caso Coronavirus, chi ci governa va avanti tranquillo con iniziative contro la libertà dei cittadini. Le leggi sulle intercettazioni e sulla prescrizione dei reati, ne sono un esempio. Ma il 30 marzo andrà in aula anche il disegno di legge sull'omofobia/transfobia, un progetto molto pericoloso di cui nessuno si sta accorgendo.

    • CORONAVIRUS

    Chiuso, aperto o x? A nudo l'irrazionalità del governo

    • 29-02-2020

    Moltissimi provvedimenti assunti dal governo sono apparsi fuori luogo e inspiegabili su un piano puramente razionale. Il carattere astruso e contraddittorio di alcune misure adottate in questi ultimi giorni mostra come l'emergenza Coronavirus ha già messo a nudo un quadro pittoresco e incoerente, che legittima atteggiamenti di insofferenza nell’opinione pubblica.

    • LA PIA PRATICA

    La Comunione spirituale, un tesoro da scoprire

    • 29-02-2020

    Decine di santi ci hanno lasciato meditazioni sulla Comunione spirituale, che a differenza di quella sacramentale si può fare ovunque e più volte al giorno. San Leonardo da Porto Maurizio assicurava ai fedeli di vedere «il vostro cuore tutto cambiato» con un mese di devoto esercizio. E Gesù rivelò a santa Caterina di custodire le sue Comunioni sacramentali in un calice d’oro e quelle spirituali in uno d’argento. Sia chiaro: per goderne i frutti, l’anima deve trovarsi in grazia di Dio.

    • EMERGENZA CORONAVIRUS

    Stop alle Messe, il balletto tra Governo e vescovi

    • 28-02-2020

    Diocesi in ordine sparso: a Milano il Duomo riapre solo ai turisti, non al culto; a Venezia si chiede di riavere almeno le Messe feriali. Ma non c'è mai stato un ordine di chiusura delle chiese perché avrebbe contrastato con il Concordato e con la Costituzione, che non contemplano stop per ragioni di salute pubblica. Nel decreto sul Coronavirus, il Governo non parla di Messa, ma genericamente di eventi religiosi in luoghi pubblici. Semmai sono stati i vescovi a dare un'interpretazione fin troppo rigida alle ordinanze locali, regalando allo Stato un precedente.
    - LA PROCESSIONE DI PADRE GIAMBATTISTA, NOVELLO SAN CARLO 
    - VERSO LA RECESSIONE E IL "GOVERNISSIMO", di Ruben Razzante

    - ISLAM, STOP AL PELLEGRINAGGIO ALLA MECCA di Stefano Magni

    • ARABIA SAUDITA

    Contagio dall'Iran: stop ai pellegrinaggi alla Mecca e Medina

    • 28-02-2020

    Il coronavirus sta cambiando abitudini e tradizioni secolari. L’Arabia Saudita ha deciso improvvisamente di non concedere più visti di ingresso ai pellegrini diretti alla Mecca e a Medina. Temendo soprattutto il contagio che arriva dall'Iran, uno dei Paesi più colpiti. E uno di quelli che hanno gestito peggio la nuova crisi. 

    • CORONAVIRUS

    Perché rubarci la Messa, se questa sola guarisce dal male?

    • 28-02-2020

    «La fede è il più sicuro antidoto alle nostre angosce, malattie e fragilità e la Chiesa ha sempre sfidato le malattie pur di stare a contatto con gli ultimi: è quindi sbagliato vietare le celebrazioni eucaristiche. So che esprimendo quanto penso posso dare un dispiacere a tutte le forze in campo sia politiche, sia civili, sia religiose, ma non posso non ravvisare un potere subdolo e totalitario, che vuole rubare il suo posto alla Chiesa»

    • PARALLELI STORICI

    Le epidemie e l’opera dei santi, quella fede da recuperare

    • 27-02-2020

    Mentre il Coronavirus porta alla sospensione di molte Messe pubbliche, quali esempi ci vengono da uomini di Chiesa del passato? Da san Gregorio Magno alla peste milanese del 1576-77 (quando san Carlo moltiplicò processioni e Messe all’aperto), fino al colera che seminò morte nella Torino di san Giovanni Bosco: i santi hanno affrontato e placato le epidemie accrescendo le preghiere e confidando nell’aiuto di Dio.

    • CONSEGUENZE DELL'EPIDEMIA

    Coronavirus e fedeli senza Messa, spunto per meditare sull’Eucaristia

    • 27-02-2020

    La sospensione delle celebrazioni liturgiche “con concorso di popolo” interroga i fedeli sul come vivere questo periodo. Non è una situazione nuova nella storia della Chiesa. Oggi è scontato poter fare la comunione ogni giorno, ma non sempre è stato così, e non solo in tempo di persecuzioni. Anche i venerdì aliturgici della Quaresima ambrosiana hanno il significato di far prendere coscienza «della perdita del Dio vivo» (san Paolo VI). Questo tempo di privazione diventi allora l’occasione per combattere distrazioni e superficialità verso il Santissimo, meditando sul dono infinito dell’Eucaristia.
    - LE EPIDEMIE E I SANTI, QUELLA FEDE DA RECUPERARE, di Ermes Dovico
    - QUARANTENA? CI VORREBBE PER CONTE, di Romano l'Osservatore
    -
    IL DOSSIER SUL CORONAVIRUS

    • POLITICA E VIRUS

    Quarantena? Ci vorrebbe per Conte

    • 27-02-2020

    La polemica durissima che ha opposto il presidente del Consiglio ai governatori delle Regioni ha avuto ovvie ripercussioni sulla fiducia dei cittadini per le istituzioni. Oltretutto sono risultate a vanvera le accuse del premier Conte ai medici di Codogno, che paghiamo anche con ripercussioni internazionali.

    • LO STUDIO

    Coronavirus, quei dati che fanno riflettere

    • 26-02-2020

    I casi del nostro Paese hanno fatto calare l’attenzione sulla Cina, ma le notizie che arrivano da lì sono interessanti: al di fuori dell’Hubei, l’epidemia da Covid-19 è in fase calante. Lo studio di una rivista scientifica conferma il tasso di mortalità (circa il 2% degli infetti), che aumenta con l’età e la presenza di malattie croniche, risultando più letale per i maschi (2,8% contro l’1.7% delle femmine) e in chi fuma.

    - SE I VESCOVI NON CHIEDONO IL MIRACOLO, di Stefano Fontana

    • DELIRIO DA CORONAVIRUS

    Prudenza sì, panico no

    • 25-02-2020

    Strade semideserte, locali chiusi, supermercati presi d'assalto, incontri pubblici e privati annullati: in Italia c'è ormai il panico da Coronavirus. Ma la realtà dei fatti non giustifica questa isteria. L'epidemia è molto circoscritta e al momento non è prevedibile una diffusione a tappeto. Essere prudenti ed evitare rischi inutili è doveroso, ma il panico diffuso è segno anche di una fragilità personale diffusa.

    • MEDIA IMPAZZITI

    Ma quale pandemia? Il vero virus è l'infodemia

    • 25-02-2020

    Accanto al rischio pandemia stiamo toccando con mano un altro pericolo, quello dell'"infodemia”, la diffusione virale di informazioni urlate ed esagerate, capaci di provocare effetti devastanti sull’emotività e sui comportamenti di milioni e milioni di persone.

    • LA FEDE E L'EMERGENZA

    Don Gabriele e la Messa che il Coronavirus non fermerà

    • 24-02-2020

    «Ieri, dinanzi al tabernacolo e alla statua dell’Assunta, anch’io ho pianto. Quando sentirete suonare le campane della Messa, unitevi al sacerdote che offrirà il Sacrificio del Signore per tutti. Uscirò sul sagrato della parrocchiale benedicendo con il Santissimo Sacramento tutta la parrocchia e tutto il paese». La toccante lettera del parroco di Castiglione d'Adda ai "fedeli nella prova": continua a celebrare nonostante la sospensione e offre il sacrificio per la sua gente. 

    • MESSE SOSPESE A LODI

    Coronavirus, la pastorale igienista tra sciacallaggio gesuita e vescovi che pregano

    • 23-02-2020

    La Chiesa nel panico da Coronavirus. La pastorale igienista fa sospendere le Messe nel lodigiano e cremonese. Restrizioni a Milano e Padova. Per Bassetti si tratta solo di «qualche sacrificio». Non sarebbe invece il caso di intensificare le Messe per tenere lontano il virus? Il catto-igienismo è il risultato della Messa non più centro insostituibile della vita cristiana, ma semplice servizio. Lo sciacallaggio di Padre Spadaro che politicizza anche la febbre cinese. Ma ci sono vescovi capaci di uno sguardo di fede che fanno pregare i fedeli.
    - E “L'ITALIA DEI VESCOVI” SI AFFIDA 

    • CORONAVIRUS

    «Tieni lontano l'epidemia», “l'Italia dei vescovi” che si affida

    • 23-02-2020

    Tre vescovi chiedono preghiere per scongiurare il Coronavirus dal Paese. Ecco le loro preghiere/appello. 

    • I PRIMI CASI IN ITALIA

    Virus, si è detto di tutto ma si è fatto poco. Ora paghiamo

    • 22-02-2020

    I primi casi di coronavirus in Lombardia, il primo morto in Veneto e il panico che ne segue, sono il risultato di falle nel sistema di protezione. Sulla quarantena c'è un dibattito politico e ideologico che non ha nulla a che vedere con la medicina, con prese di posizione pericolose come quella della Toscana, che non ha controllato 2500 persone rientrate dalla Cina.

    • VIRUS E INFORMAZIONE

    Cina, il grande malato dell'Asia che espelle tre giornalisti

    • 20-02-2020

    Espulsi dalla Cina tre giornalisti del Wall Street Journal. La notizia parrebbe scontata. Ma non la è affatto. Si tratta, infatti, della prima volta dai tempi del massacro di Piazza Tienanmen (1989), che la Cina espelle più giornalisti di una testata straniera in una sola volta. Ed è un segno di forte debolezza del regime. 

    • EPIDEMIE E POLITICA

    Coronavirus, il vero problema è il regime cinese

    • 17-02-2020

    Xi Jinping, con un proclama in stile maoista, annuncia la “guerra di popolo” al Coronavirus, per impressionare l’opinione pubblica internazionale. Le autorità cinesi tirano fuori che il contagio possa passare attraverso le banconote: roba da romanzi distopici. E che pure serve al Partito comunista, insieme ad altri artifici, per usare mezzi brutali. L’Occidente non ha nulla da eccepire?

    • L’EPIDEMIA SI ALLARGA

    Coronavirus in Africa, serve l’intervento internazionale

    • 16-02-2020

    Individuato il 14 febbraio, in Egitto, il primo caso di coronavirus nel continente africano, dove sono pochi i laboratori idonei. Nelle epidemie passate diversi governi africani hanno peggiorato le crisi, nascondendo le emergenze sanitarie. E anche oggi si rende necessario l’intervento dell’Oms e dei suoi partner, per arginare il problema.

    • LOURDES/1

    Il coronavirus, la Madonna e Benedetto XVI

    • 11-02-2020

    La società ci fa pensare di poter essere eternamente giovani, in buona salute anche in età avanzata, ma queste sono illusioni. A ricordarcelo è il coronavirus. Per sperare bisogna quindi rileggere le parole di Benedetto XVI in occasione dell'anniversario delle apparizioni della Madonna a santa Bernadette.

    • CORONAVIRUS

    La morte del medico eroe smaschera il regime cinese

    • 08-02-2020

    La Cina diffonde l’immagine dell’efficienza con cui affronta l’epidemia. Ma la morte dello scopritore del nuovo virus, Li Wenliang, svela come agisce un regime totalitario: il medico non era stato premiato, ma punito, perché del coronavirus non si doveva parlare. E la gente inizia a protestare.

    • STAMPA E MALATTIA

    Coronavirus e panico, quali sono i doveri del giornalista

    • 04-02-2020

    Come gestire l'overdose informativa seguita al diffondersi dell'epidemia di coronavirus in Cina? I giornalisti hanno precisi doveri per evitare il panico, il sensazionalismo di cure miracolose e le teorie del complotto.

    LA BOLLA MEDIATICA di Stefano Magni

    • TRA FEDE E SCIENZA

    Coronavirus, il medico cura, ma è Dio che guarisce

    • 03-02-2020

    Come deve reagire un cristiano di fronte al Coronavirus? Con una “sinfonia”: da una parte il medico, che è un dono di Dio, dall’altra la guarigione viene dall’Altissimo, per cui occorre la preghiera. Sì, ma quale? La tradizione viene in soccorso: formulari, benedizionali e - perché no? - una processione pubblica per implorare la cessazione delle epidemie. Ma oggi sarebbe antropologicamente, politicamente, culturalmente e ecclesialmente scorretta. 

    • IL MALE DELL'IDEOLOGIA

    Il coronavirus è un'epidemia grazie al Partito Comunista Cinese

    • 01-02-2020

    Xi Jinping e tutti i funzionari di Partito in Cina hanno tenuto nascosto il coronavirus fino all'ultimo. Quando hanno diffuso l'allarme era già un'epidemia in tutto il Paese. Su quante altre cose ci stanno mentendo i funzionari comunisti cinesi? Un'analisi di Steven Mosher su Life Site News

    • LA FABBRICA DELLA PAURA

    Coronavirus, la vera epidemia è di panico

    • 01-02-2020

    In Italia ogni anno muoiono 5mila persone per complicazioni dell'influenza: è un dato che spiega il non senso di questa ondata di panico per il Coronavirus cinese, che ha oltretutto un tasso di mortalità molto basso. Piuttosto è il sistema sanitario cinese da condannare, e chi sta speculando sulla paura. Intanto una cosa deve essere chiara: non ci sono vaccini e non se ne faranno.
    - IL PROBLEMA È IL PARTITO COMUNISTA CINESE, di Steven W. Mosher

    • LA NUOVA PANDEMIA

    Capodanno col virus, la Cina davanti al problema igiene

    • 25-01-2020

    Inizia il nuovo anno cinese, con festeggiamenti ridotti a causa della diffusione del nuovo virus che replica la SARS del 2002-2003. Non è un caso che la Cina sia sorgente di questi virus perché alla crescita economica non è seguita una crescita sociale, soprattutto dal punto di vista igienico e del contatto animali-umani.

    • LA MALATTIA

    Coronavirus, dalla Cina con terrore (ma senza esagerare)

    • 23-01-2020

    Un nuovo virus sta terrorizzando la Cina e il resto del mondo. Partito a Wuhan, nato dal mercato dei frutti di mare e degli animali vivi, sta già contagiando altri Paesi. Le possibilità che arrivi in Europa sono ancora basse. Non esiste antidoto, ma occorre una buona igiene personale. In Cina l'unica precauzione presa: chiudere le chiese