• NUOVE SCOPERTE IN EMILIA

I sindaci Pd volevano il sistema Bibbiano per tutti

Emilia-Romagna: la Commissione sui minori presenta i lavori dicendo che "non esiste un sistema Bibbiano". Però emerge come i sindaci Pd reggiani elogiassero il "Sistema affidi Val D'Enza" già nel 2016, tanto da volerlo estendere a tutti i comuni. Al tavolo provinciale dei Servizi sedevano 7 amministratori, tutti dem, tra cui il sindaco Carletti, poi finito agli arresti nell'inchiesta Angeli & Demoni e l'attuale sottosegretario del governatore Bonaccini. Forza Italia scova un documento politico di appoggio "all'innovativo servizio, risorsa preziosa". La doppia morale dem all'emiliana: ieri Bibbiano era un modello, oggi fanno finta di niente e minacciano querele contro chi chi osa certi accostamenti. 
-TUTTI PENSANO AL VOTO ANTICIPATO, ANCHE SE... di Romano l'Osservatore

Editoriale

    • CONTINENTE NERO

    Prendi i soldi e scappa...in Europa. Furti per emigrare

    Un reportage in Sierra Leone realizzato dal giornalista Tim Whewell rivela che molti giovani africani commettono furti anche ai familiari per raccogliere i soldi necessari alla traversata del deserto e del Mediterraneo, per arrivare in Europa. Al loro rientro si sono bruciati i ponti e restano emarginati. Un'associazione, la Anaim, li aiuta in patria.

    • NEOPAGANESIMO E MUSICA

    Islanda, riecco il culto di Thor. Che sant’Olav ci aiuti

    Nella periferia di Reykjavík si lavora per inaugurare a breve un tempio dedicato a Thor. Pare si sia tornati indietro a più di mille anni fa, dimenticando la conversione al cristianesimo dell’Islanda. E sembra di sentire la divinità pagana sfidare Gesù Cristo, come nella scena «La sfida di Thor», musicata in un capolavoro di Elgar. Che richiama l’esempio di sant’Olav.

    Focus

    • L'INTERVISTA

    Dal comunismo alla libertà, la lezione di Balcerowicz

    A 30 anni dalle rivoluzioni di velluto dell'Est Europa, il think tank Istituto Bruno Leoni ha assegnato il suo premio che celebra la libertà all’economista polacco Leszek Balcerowicz. Nel 1989 fu l'uomo chiave delle riforme in Polonia, primo Paese che passò dal comunismo al libero mercato. La NBQ gli ha chiesto come ha fatto.

Ultimi articoli