• POLITICHE FAMIGLIARI

    Assegno unico, un libro dei sogni senza soldi

    Al grande trionfalismo di mercoledì per l'approvazione della Lepri-Delrio sull'Assegno unico è seguito il silenzio di ieri. Per forza: per far sì che la sovvenzione non sia una semplice riorganizzazione dell'esistente servono almeno 7 miliardi. E il Governo non sembra intenzionato a reperirli. 

    • CONTINENTE NERO

    Africa, il lavoro minorile è parte del retaggio tribale

    Al lavoro, per strada, in armi. Milioni di bambini in Africa non vanno a scuola. Lavorano, combattono arruolati da gruppi armati antigovernativi e jihadisti o trascorrono il tempo per strada, con attività illegali e accattonaggio. È l'unico continente in cui non si fanno progressi per contenere questa piaga, parte integrante del tribalismo

    • NUMERI E SONDAGGI

    Famiglie numerose discriminate: ecco la vera ragione

    Un report ha esaminato 1.100 interventi usciti sulle testate tedesche tra il 2011 e il 2012: dei nuclei numerosi si parlava solo con criticità. Come mai? Da un altro sondaggio emerge che più una famiglia è grande, maggiori sono le possibilità che i suoi componenti siano lontani da visioni bioetiche liberal. Così le famiglie numerose hanno determinato un aumento degli oppositori ad aborto e diritti Lgbt.

    English Español
    • BAVAGLIO OMOFOBIA

    #Restiamoliberi, l’11 luglio in piazza contro il Ddl Zan

    L’11 luglio a Roma e in molte altre città italiane il fronte pro famiglia manifesterà il proprio dissenso contro il progetto di legge che vuole istituire il nuovo reato di “omotransfobia”. Family Day, Pro Vita, Sentinelle, Alleanza Cattolica tra le realtà che animeranno la manifestazione, aperta anche ad altri gruppi dell’associazionismo cristiano e laico.

    • AFFIDI SENZA SCRUPOLI

    Multati per un abbraccio, ora madre e figlio tornano insieme

    Il caso della mamma multata di 400 euro per aver abbracciato suo figlio in affido che non vedeva da quattro mesi, avrà un lieto fine grazie al clamore suscitato dall'articolo pubblicato dalla Nuova Bussola Quotidiana. La vicenda della multa ha fatto emergere infatti una storia di sopruso da parte dei servizi sociali di Reggio Emilia che avevano strappato il bambino alla donna per futili motivi. Così ora la famiglia affidataria ha rinunciato al bambino, che è stato affidato ai nonni e potrà vedere liberamente la mamma. In attesa che a lei venga restituita la piena potestà genitoriale.
    - GESTAPO IGIENISTA: MULTA A MAMMA PER UN BACIO AL FIGLIO (12 Giugno 2020)

    • FRUTTI AVVELENATI DEL '68

    Pedofilia in Germania, un diabolico esperimento

    Benedetto XVI ha ragione, il ’68 ha provocato la voragine sessuale. Lo scandalo pedofilia che ha sconvolto la Germania parte da lontano, dall'inquietante esperimento sociale di Berlino, promosso dallo psicologo Helmut Kentler negli anni '70: affidare bambini senza tetto a padri pedofili. Che spesso erano altolocati, quindi protetti.

    • INTERVISTA A SUETTA

    «La legge sull’omofobia un inganno, il fine è distruggere la famiglia»

    Non c’è nessun vuoto normativo che giustifichi una legge sull’“omotransfobia” perché già «l’ordinamento italiano prevede che quando una persona viene lesa o discriminata per qualsiasi ragione la magistratura può intervenire». «Questa legge è un espediente… L’obiettivo più profondo è teologico, corrisponde alla ribellione di Satana al disegno di Dio. Dal punto di vista dei poteri mondani, lo smantellamento della famiglia apre la porta a qualsiasi manipolazione». Così la libertà della Chiesa è minacciata, ma il cristiano deve annunciare Gesù, «che è capace di accogliere l’uomo e di trasformarlo». La Nuova Bussola intervista monsignor Antonio Suetta, vescovo di Ventimiglia-San Remo.
    - CEI CONTRO IL DDL ZAN, ATTACCO A METÀ, di Tommaso Scandroglio

    • LO STUDIO

    La quarantena fa bene alla coppia. Soprattutto se sposata

    Studio della americana Monmouth University: aumenta la quota di quelli pronti a dichiararsi «estremamente soddisfatti» delle relazioni matrimoniali al tempo della quarantena. Le nostre relazioni sono una fonte di stabilità quando tutto diviene incerto. Non solo perché la famiglia, dati alla mano, si rivela un pilastro formidabile, in grado di resistere persino allo tsunami della pandemia, ma anche perché la «cellula fondamentale della società» è la condicio sine qua non per una ripartenza che deve essere antropologica prima che economica.

    • IL RICORDO

    Addio allo psicologo Ricci, perseguitato perché difese la famiglia

    È morto a 70 anni Giancarlo Ricci, punto di riferimento per la psicoanalisi in Italia. Pacato e di vasti interessi, fondatore di Chaire e critico dell’omosessualità, dovette affrontare un procedimento disciplinare da parte dell’Ordine degli psicologi della Lombardia per aver detto che «i figli hanno bisogno di una madre e di un padre». Vicenda che raccontò in un’intervista alla Nuova Bussola. E non fu l’unica persecuzione.

    • DECRETO RILANCIO

    Zero risorse dal governo, la notte dei movimenti pro-family

    Delusione delle associazioni pro-family per il Decreto Rilancio che ignora totalmente i bisogni delle famiglie. Ma l'associazione Family Day minaccia le manifestazioni di piazza mentre il Forum della Famiglia (Cei) mantiene il dialogo con il governo. Segno che nel mondo pro family prevalgono le opzioni politiche sul bene della famiglia. Ma c'è un motivo più profondo che spiega l'inefficacia delle associazioni familiari: agiscono come se in questi 50-60 anni non fosse cambiata completamente la cultura e la stessa percezione di cosa sia la famiglia. E senza neanche rendersene conto assumono la stessa mentalità del mondo.
    - DIVORZI EXPRESS CON LA SCUSA DEL COVID, di Luca Volontè
    - FRANCIA, NELLE SCUOLE CACCIA ALLE FAMIGLIE "RELIGIOSE", di Benedetta Frigerio

    • FINE CIVILTA'

    Divorzi rapidi, online, via email con la scusa del Covid

    Senza la serietà delle promesse che ogni cittadino compie ogni giorno, la civiltà finisce nella ‘giungla’. Ed è quel che sta accadendo con la nuova ondata di divorzi ultra-rapidi. Con la scusa del lockdown, si fanno sentenze online, si accelerano divorzi e separazioni via email. Succede in Italia e in Irlanda, va meglio negli Usa.

    • CORONAVIRUS

    Strage silenziosa nelle case di riposo, un problema europeo

    Mentre la pandemia di coronavirus si diffonde in tutto il mondo, sta diventando chiaro che, nel mondo, le persone più colpite hanno più di 60 anni e che i luoghi più colpiti in Europa sono le case di cura. Non è solo un problema italiano (o lombardo, in particolare), ma lo stesso scenario si ripete in tutta Europa.