• CORONAVIRUS/LO STUDIO

    Contagi e letalità, è anche una questione meteorologica

    Perché in certi Paesi il contagio di Covid-19 è più diffuso che in altri? Non bastano i soli fattori sociali a spiegarlo. Uno studio del professor Nicola Scafetta - messo liberamente a disposizione dall'autore - dimostra una straordinaria somiglianza meteorologica anzitutto tra Wuhan e le province lombarde maggiormente colpite (Milano, Bergamo, Brescia). E lo stesso vale per le altre regioni che via via si aggiungono al triste elenco: freddo temperato (tra i 4 e gli 11°C), alta pressione, scarsa umidità, bassa circolazione dei venti appaiono le condizioni ideali per la diffusione e la letalità del contagio. Situazione destinata a spostarsi sempre più a Nord, fin quasi a rallentare del tutto in estate. Ma attenzione, perché in autunno ricomincia il giro, quindi non bisogna abbassare la guardia.
    - IL TESTO INTEGRALE DELLO STUDIO (in Italiano) II ENGLISH (ORIGINAL)

    - A MESSA È ORMAI GUARDIE E LADRI di Andrea Zambrano
    TRAPIANTI POLMONARI, OMBRA SULLA CINA di Marco Respinti
    IL VIRUS CHE ANNIENTA IL MATERIALISMO di Roberto Marchesini
    - DOSSIER CORONAVIRUS

     

     

    • INTERVISTA/FRANCISCO LOPEZ

    L'esperto: l'Oms ha sbagliato sulle mascherine e il lockdown è un errore

    Il consulente di ingegneria del rischio Francisco Lopez pone seri dubbi sui consigli dati dall'Oms a livello mondiale sull'uso delle mascherine. Il personale medico usa le FFP2 e non è protetto dal contagio. Inoltre i governi colpiti non si sono preparati all'epidemia, hanno reagito con il confinamento di massa che è una strategia improduttiva. Alcuni consigli utili su come proteggersi al meglio, igienizzando tutto.

    • L'APPELLO DI VALDITARA

    Fare come in Sud Corea. Per non uccidere il Paese assieme al paziente

    La Corea del Sud è il Paese che ha più efficacemente frenato il virus, senza paralizzare l'economia. Un appello del senatore Valditara, a cui hanno aderito 100 giuristi, medici, biologi e scienziati, propone l'adozione di misure analoghe per uscire dal blocco. Altrimenti il nostro Paese rischia di morire.

    • MITI ECOLOGISTI

    Sorpresa: l'inquinamento aumenta anche senza auto

    Meno uomini in giro, aria più pulita da respirare (per i pochi che lo possono ancora fare). Ma, con buona pace degli ecologisti come Gunter Pauli, consulente di Giuseppe Conte, questa correlazione è stata appena smentita dalle centraline Arpa. Che registrano un aumento di inquinamento nei giorni del blocco totale

    • SETTE PIAGHE

    Le locuste devastano l'Africa, la Cina le aspetta con le oche

    L'Africa orientale, da mesi, è invasa dalle locuste. Il problema è, come sempre, nei governi locali che non hanno preso contromisure efficaci e hanno cercato di nascondere il problema. In Cina, dove l'invasione potrebbe arrivare, si stanno invece prendendo singolari contromisure naturali: pronte 100mila oche come arma anti-sciame.

    English Español
    • LA DENUNCIA DEL VESCOVO AGUER

    La perversione gay dilaga con la scusa dell'omofobia

    «Video su internet accessibili a chiunque mostrano tutte le forme possibili di attrazione omosessuale, che includono perversioni come l'incesto e il feticismo. E' il contesto di una cultura disumanizzata, che ha perso il sentire di ciò che è naturale. E accusano di omofobia chi propone la morale sessuale fondata sull'ordine naturale». La denuncia del vescovo Aguer. 

    Español
    • IL LINGUAGGIO DEI COMUNICATI

    I vescovi e il Dio che sostiene, ma non può fare miracoli

    I vescovi invitano a pregare perché Dio sostenga i malati e i medici, pochi di loro chiedono di pregare perché il Cielo sconfigga il contagio. Sembra che non si riconosca a Dio la possibilità di operare al di fuori dell’ordine del creato, come invece in San Tommaso, ma solo rispettando le leggi di questo ordine. Ecco il frutto della teologia di Rahner, dove Dio è intramondano. 

    • I PRIMI CASI IN ITALIA

    Virus, si è detto di tutto ma si è fatto poco. Ora paghiamo

    I primi casi di coronavirus in Lombardia, il primo morto in Veneto e il panico che ne segue, sono il risultato di falle nel sistema di protezione. Sulla quarantena c'è un dibattito politico e ideologico che non ha nulla a che vedere con la medicina, con prese di posizione pericolose come quella della Toscana, che non ha controllato 2500 persone rientrate dalla Cina.

    • PANAMA

    Quel delitto tribale che svela l'inferno tropicale

    Un delitto a Panama di una setta che ha ucciso una madre e sei figli riporta d'attualità il mito degli indigeni come eden paradisiaco. Invece è un contesto di grande povertà umana. CHe si sconfigge annunciando il Vangelo di Gesù Cristo senza paura di "interferire" nella cultura e nelle tradizioni locali. 

    • AMBIENTE & IDEOLOGIA

    Smaltire l’energia green? È un affare poco green

    Tutti vogliono evitare di creare problemi ambientali. Ma la volontà non basta se la scienza si inchina all'ideologia ambientalista. Ad esempio: è facile parlare di energie rinnovabili, ma le conseguenze dello smaltimento delle pale eoliche obsolete sono sempre più problematiche proprio per l’ambiente. Ecco perché.  ENGLISH // ESPAÑOL

    English Español
    • STAMPA E MALATTIA

    Coronavirus e panico, quali sono i doveri del giornalista

    Come gestire l'overdose informativa seguita al diffondersi dell'epidemia di coronavirus in Cina? I giornalisti hanno precisi doveri per evitare il panico, il sensazionalismo di cure miracolose e le teorie del complotto.

    LA BOLLA MEDIATICA di Stefano Magni

    • MALA INFORMAZIONE

    La bolla mediatica del coronavirus e degli "angeli" che lo combattono

    Allo Spallanzani di Roma hanno fatto un gran lavoro. Ma non è il primo team di ricerca che isola e studia il nuovo coronavirus che viene dalla Cina. Le notizie sparate in prima pagina, sulla "scoperta del secolo" rivelano piuttosto una serie di frustrazioni e rivendicazioni di una società italiana malata (ma non della sindrome cinese)