Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
Santa Giovanna d’Arco a cura di Ermes Dovico

Politica


Giudice in piazza contro il governo, ma la sinistra contesta il video
TOGHE ROSSE

Giudice in piazza contro il governo, ma la sinistra contesta il video

Iolanda Apostolico, giudice di Catania, manifestava contro la polizia, per gli immigrati sbarcati dalla Diciotti, nell'estate del 2018. La magistratura militante è un problema grave. Ma per la sinistra l'unico problema è chi lo fa notare.


Caos taxi, un sintomo del grande problema delle lobby in Italia
DECRETO ASSET

Caos taxi, un sintomo del grande problema delle lobby in Italia

Rivolta dei tassisti contro il decreto asset che dà libertà alle amministrazioni locali di aumentare il numero delle licenze. Si attendono scioperi e scontri fra governo e sindaci. Ma questo è solo un sintomo di un problema più grande.


Le toghe contro la Meloni. La magistratura riparte all'attacco
POTERE FORTE

Le toghe contro la Meloni. La magistratura riparte all'attacco

Con una sentenza immediatamente impugnata dal governo, una giudice di Catania ha di fatto azzerato il decreto Cutro sull'immigrazione. La sinistra parlamentare è divisa e impotente? Ci pensa la magistratura a fare opposizione, tornando a fare politica.


Amato propone l'asilo economico. Ma gli emigranti non sono poveri
IMMIGRAZIONE

Amato propone l'asilo economico. Ma gli emigranti non sono poveri

Dall’inizio dell’anno sono arrivati in Italia più di 133mila emigranti illegali. Tutti o quasi hanno chiesto asilo, ma solo a pochi viene riconosciuto. Giuliano Amato chiede di riconoscere "asilo economico" a chi "scappa da carestia e fame". Ma è uno scenario che non esiste.


Riforma della prescrizione, vittoria della civiltà giuridica
cambia la legge

Riforma della prescrizione, vittoria della civiltà giuridica

Il garantismo, scolpito anche nella Costituzione, va preservato con riforme come questa della prescrizione, che sottraggano il cittadino-imputato all’arbitrio dei giudici.


"Stia con noi", come Napolitano disarcionò Berlusconi nel 2011
REGUZZONI RACCONTA

"Stia con noi", come Napolitano disarcionò Berlusconi nel 2011

La testimonianza di Marco Reguzzoni, capogruppo della Lega alla Camera nel 2011, racconta come Napolitano, dopo lo strappo di Fini, insistette per far cadere il governo Berlusconi (anche usando toni minacciosi) e non sciogliere le Camere. Una vera bomba, finora non smentita.


Crudo pragmatismo e secolarizzazione, l'eredità di Napolitano
MORTO A 98 ANNI

Crudo pragmatismo e secolarizzazione, l'eredità di Napolitano

Dall'esaltazione dell'invasione sovietica dell'Ungheria alla morte voluta di Eluana Englaro, dal sostegno al bombardamento della Libia all'affare Berlusconi-Monti, l'ex presidente della Repubblica Napolitano è sempre stato in sintonia con i poteri forti.


Inutile e politicamente corretta: via alla commissione anti odio
IN SENATO

Inutile e politicamente corretta: via alla commissione anti odio

La Commissione anti-odio presieduta dalla senatrice Liliana Segre è nuova solo dal punto di vista politico, ma è cosa vecchia per i contenuti, disegnati con il lapis del politicamente corretto. Infatti i veri odiati, come i bambini abortiti, ne saranno esclusi. 


Il Financial Times attacca la Meloni, come fece con Berlusconi
SINISTRA DI POTERE

Il Financial Times attacca la Meloni, come fece con Berlusconi

Previsioni molto fosche del Financial Times, quotidiano della City londinese, per il governo Meloni. Ricordano molto la condanna dello stesso giornale al governo Berlusconi, nel 2011. Sono analisi imparziali o dettate da un'agenda politica? La seconda ipotesi non è campata per aria.


In Europa anche il centrodestra non difende gli embrioni
VOTO IN PARLAMENTO

In Europa anche il centrodestra non difende gli embrioni

Tra gli eurodeputati italiani, il solo Massimliano Salini di Forza Italia compare tra i 52 che hanno votato contro la relazione sul regolamento sul sangue e tessuti umani che apre a inquietanti derive eugenetiche. Prendere nota in vista del voto europeo. 


L'importante è fermare i flussi di emigranti. L'Ue non l'ha capito
IMMIGRAZIONE

L'importante è fermare i flussi di emigranti. L'Ue non l'ha capito

La presidente della Commissione Ue, in visita a Lampedusa, ammette che sia una sfida, cosa che l'Ue avrebbe dovuto realizzare fin dal 2015. Annuncia un programma in 10 punti. Ma sarà sufficiente? Il punto è fermare i flussi alla partenza, non redistribuire quelli in arrivo.


Referendum sanità in Lombardia, una bocciatura salutare
L'ANALISI

Referendum sanità in Lombardia, una bocciatura salutare

Chi usa i referendum come grimaldello per scardinare l’attuale sistema lo fa “pro domo sua”, calpestando il bene comune. Il caso Sanità Lombardia.