• LO STUDIO

    Il fallimento (documentato) del Me Too

    Il movimento femminista esploso in conseguenza dello scandalo Weinstein ha prodotto progressi per la condizione femminile? No, anzi pare proprio il contrario. A documentarlo è un lavoro pubblicato sull’Harvard Business Review che ha sondato le ricadute del Me Too in ambito professionale. Fornendo una base empirica a quel che il buonsenso già intuiva.

    • CONTE E I TEOLOGI

    Nuovo umanesimo? No, grazie

    Con gli interventi del vescovo Forte sul Corriere e di Lorizio su Avvenire, il nuovo governo ha avuto il varo anche da parte della Chiesa cattolica. Nella storia abbiamo avuto la proposta di vari nuovi umanesimi, molti dei quali hanno rappresentato un disastro per l’uomo. Ma teologia e filosofia insegnano che non c'è nessuna salvezza in essi. 

    • COMMENTO

    Perché il Papa contro l'eutanasia non interessa

    Parlando a un'associazione di oncologi, il Papa ha ancora una volta condannato l'eutanasia. Ma, come altre volte, il suo insegnamento sui temi della vita passa subito nel dimenticatoio. Anche per colpa degli uomini a lui vicini.

    • FRATELLI MUSULMANI

    PD e islamismo, nuove prove di collaborazione a Milano

    Abdelfattah Mourou, candidato del partito islamista Ennhada alle imminenti elezioni presidenziali in Tunisia, ha tenuto un comizio a Milano. Il capoluogo lombardo, governato dal PD del sindaco Sala, si conferma il luogo prescelto dalla Fratellanza Musulmana per promuovere la propria causa.

    • IL PUNTO

    Migrazioni, quando l'ignoranza si fa Avvenire

    Il quotidiano dei vescovi detta la linea al nuovo governo sulle politiche migratorie, ma l'«esperto» di turno mette in fila una serie di inesattezze, errori e falsità da lasciare esterrefatti. Prendiamola come occasione per chiarire alcuni concetti.

    • RIFLESSIONI AGOSTANE

    Logos & passion: il perché del made in Italy

    I miei amici stranieri in vacanza mi hanno chiesto: «Perché in Italia tutto è così bello e buono? Perché il Made in Italy è così ben fatto? Cos’hanno gli italiani di speciale?». La mia risposta parte dal logos greco, di cui noi siamo figli. Il fine, l'armonia, il progetto, che Dio, poi, incarna in Cristo. Poi ci siamo abbandonati a... Bacco. 

    • LO STUDIO

    Gay e genetica: la scienza mette le cose a posto

    Finalmente lo studio di Science conferma quello che abbiamo sempre affermato: nella cosiddetta omosessualità non c’è nessuna determinazione genetica, forse una vaga e incerta predisposizione, dovuta a migliaia di varianti genetiche. Tutto il resto nasce nel cervello.  Tutto il resto è influenza dell’ambiente e della cultura. Tutto il resto quindi è una abitudine mentale, e le abitudini mentali si possono cambiare.

    • LA RIFLESSIONE

    Dio. Ecco cosa manca alla neo Chiesa in uscita

    Ciò che manca a troppi uomini di Chiesa oggi è anzitutto la fede nella Trascendenza. Da tempo ormai uomini della gerarchia demoliscono le lotte dei cattolici a difesa di vita e famiglia, ma c’è ancora qualcosa di più grave: si sta abbattendo la fede nel Dio Creatore trascendente. 

    • SULLA SCUOLA

    L'idea statalista di Di Maio di bene comune

    Il 10° punto della recente proposta governativa dei Cinque Stelle in vista del governo con il Pd, appare come un virtuoso riciclo di proclami pregressi nel passaggio sulla scuola. Pubblico non coincide con statale. E per motivi ideologicamente pretestuosi, conditi da una certa dose di ignoranza, non è stata acquisita neppure l’evidenza matematica che, per merito delle scuole pubbliche paritarie, lo Stato risparmia sei miliardi di euro all’anno.

    • L'INTERVENTO

    Ratzinger parla ancora e bacchetta gli a-teologi

    Nuova uscita di Benedetto XVI sui commenti ricevuti alle sue note su Chiesa e abusi sessuali: “Chi mi critica non parla mai di Dio”. Così il Papa emerito liquida gli a-teologi della teologia modernista di oggi. Sono il frutto maturo e amaro di una lunga stagione teologica che ha scelto di non parlare più di Dio ma solo dell’uomo.

    • IL DOCUMENTO

    Onu, l’impegno pro vita (senza precedenti) di Trump

    Con una lettera firmata da Pompeo e Azar, gli Stati Uniti esortano gli altri Paesi membri dell’Onu a unire gli sforzi «per proteggere i nascituri e difendere la famiglia come cellula fondamentale della società». Un passo storico, in contrasto con il grosso dell’Ue, e che conferma gli sforzi pro life dell’amministrazione Trump. Sforzi purtroppo non colti dal Vaticano.

    • MIGRAZIONI

    Rifugiati, quando gli esperti sono ignoranti

    Significativo scambio di battute tra funzionari dell'Alto Commissariato Onu per i rifugiati (Unhcr) e alcuni noti esperti di diritti dei rifugiati: questi ultimi dimostrano sia il prevalere dell'ideologia sulla realtà sia una notevole ignoranza della materia di cui dovrebbero essere esperti, come la Convenzione di Ginevra.