• AUGURI AL MINISTRO

    Istruzione: inutile illudersi se manca l'educazione

    Potrà cambiare in meglio qualcosa col nuovo ministro dell'Istruzione? Di sostanziale purtroppo no a causa di risorse economiche risicate, della burocrazia asfissiante e dello strapotere sindacale. E poi anche perché non si colpirebbe il vero problema: la scuola italiana non è in grado di educare. Il mondo degli adulti chiede un uomo sostanzialmente materialista ed edonista.

    • IL CASO MODENA

    Rave post umano, dovere morale del governo impedirlo

    L’autorità politica non può permettere la dissoluzione, l’autodistruzione dei giovani, la violenza immorale verso se stessi e gli altri anche se consenzienti, lo sballo collettivo, lo scivolamento verso il nichilismo distruttivo, la massificazione demolitrice dei significati della vita. I rave vanno impediti prima di tutto per il loro carattere autolesionistico, per il danno alla dignità umana che essi comportano, per il degrado morale che esprimono.

    • L'EVENTO

    Grati per la Giornata della Bussola

    La Giornata della Bussola del 29 ottobre è stata un evento di Grazia, dove si è potuto percepire quel Mysterium lunae di cui ci ha parlato il cardinale Robert Sarah. E quel che abbiamo vissuto diventa un «compito stupendo ed esigente».
    - IL VIDEO: UN "ASSAGGIO" DELLA GIORNATA

    • God save the queer

    Il “catechismo” femminista di Michela Murgia

    Intervistata in merito al suo ultimo libro, la scrittrice icona del mainstream giunge persino a reinterpretare il Vangelo. Ne emerge un florilegio di stereotipi di quella mentalità liquida cui va bene qualsiasi relazione, purché non si riduca al classico (ma indispensabile) madre, padre e figli.

    • LA GIORNATA

    Il cardinale Sarah e la strada della Bussola

    «Non rinunciate mai a presentare con chiarezza la verità di Gesù Cristo». Le parole che il cardinale Robert Sarah ci ha rivolto nell'omelia della Messa celebrata all'inizio della Giornata della Bussola il 29 ottobre, costituiscono un grande incoraggiamento per il nostro lavoro.

    • IL MORTO FINISCE NELL'ORTO

    In California il "caro estinto" diventerà concime

    Il governo californiano offre un'alternativa "green" alla sepoltura, permettendo di trasformare le salme in fertilizzante. Perdendo di vista l'eternità e la risurrezione della carne, persino quel rispetto dovuto ai defunti, caratteristico di ogni cultura umana, cede sotto i colpi di un imbarbarimento travestito da ecologismo e utilitarismo.

     

    • RADICATTOLICI

    Lucetta Scaraffia è allarmata dalla parola "natalità"

    L'aborto non è a rischio con il governo Meloni, scrive Lucetta Scaraffia tirando un sospiro di sollievo. La scrittrice, firma notissima nel mondo cattolico (e già vicepresidente di Scienza e Vita), bolla come ideologici l'aiuto alle madri per superare le costrizioni economiche e il riconoscimento giuridico del concepito.

     

    • ABORTO

    Le bufale di chi nasconde la realtà dell’embrione

    Un gruppo abortista pubblica foto di sacche gestazionali ben “ripulite” per nascondere la realtà dell’embrione a 5-9 settimane. Il britannico Guardian e, in Italia, The Vision rilanciano le immagini, con titoloni che ingannano i lettori. Una mistificazione smentita da biologia ed ecografie, che mostrano tutta l’umanità del nascituro fin dalle prime settimane nel grembo materno.

    • IL CASO

    I surreali attacchi al merito, figli del Sessantotto

    La nuova denominazione di alcuni ministeri da parte del Governo Meloni ha suscitato reazioni scomposte a sinistra. La parola che ha provocato più scandalo è stata “merito” (aggiunta a “istruzione”), invisa all'establishment progressista erede del Sessantotto. Ma anche la Costituzione parla di merito, che è la base della vera uguaglianza sociale.

    • FIDUCIA ALLA CAMERA

    Meloni a gonfie vele. Il rischio ora è solo il fuoco amico

    L'esecutivo incassa la fiducia alla Camera e viaggia col vento in poppa. Ora il vero problema per Giorgia Meloni sarà gestire le frizioni interne di Lega e sopratuttto Forza Italia, pronta all'implosione. La prossima grana potrebbe essere la "spartizione" di viceministri e sottosegretari. 

    • REGNO UNITO

    Rishi Sunak, la prima volta di un premier non cristiano

    Rishi Sunak è il nuovo premier britannico conservatore. In politica economica sarà quasi certamente il contrario della Truss: austerity e meno promesse sui tagli alle tasse. Sui principi non negoziabili si è quasi sempre astenuto, quando non era assente dai dibattiti. E d'altra parte: è induista ed è il primo premier non cristiano. 

    • FRONTEX E DINTORNI

    Ue, sull'immigrazione che disastro

    L’esplosione dell’immigrazione illegale è una taciuta evidenza. L’Italia resta il paese europeo più esposto agli sbarchi perché è l’unico a non avere adottato contromisure idonee a scoraggiarli. Noi non possiamo fare alcun muro nel Mediterraneo ma dobbiamo tornare ad occuparci del "Mare Nostrum", dello sviluppo dei paesi rivieraschi e subsahariani e, con o senza Frontex, fare una barriera navale, oggi più che mai legittima.