• lettera a papa benedetto

    Non ci resta che dirti: Grazie

    Carissimo Papa Benedetto XVI, ci hai insegnato a “non rassegnarci”, a cercare di compiere “quel viaggio interiore nell’abisso del cuore umano…” che l’uomo percepisce di non essere in grado di colmare: solo Dio può colmarlo!

    • LA CANTANTE INDAGATA

    Madame del Grillo, rieducata al vaccinismo per carriera

    Il caso della cantante Madame, osannata dai ragazzi e indagata per falso ideologico per essersi fatta fare un green pass falso a seguito di vaccinazioni mai effettuate. Solo ora si dice pronta a rimediare e dà degli ignoranti a chi non si è vaccinato per paura. Cosa non si fa per salvare la carriera. Fanno gli artisti "maledetti", poi appena telefona la Digos danno la colpa ai genitori.

    • parla il segretario

    Quel no alla Messa antica che colpì al cuore Ratzinger

    L'arcivescovo Gänswein intervistato da "Die Tagespost" ripercorre i lunghi anni accanto al Papa emerito e tocca un tasto dolente per molti cattolici e per lo stesso Benedetto XVI: quel motu proprio con cui Papa Francesco cancellò i suoi sforzi per accogliere i fedeli legati al rito antico.

    • LA MORTE DI BENEDETTO XVI

    Lo “scandalo” di Ratisbona: un inno al logos

    Il discorso di Ratisbona fu bollato come un discorso sull’islam, ma era una lettura fuorviante. In realtà fu una vera e propria bomba che mandava a mare gli sforzi di cinque secoli di fior fiore di intellettuali moderni (cioè anticristiani). Fu un discorso sul logos perché non agire “con il logos” è contrario alla natura di Dio.

    • EDITORIA

    Cosa c'è dietro il polo editoriale di centrodestra

    Con la cessione del Giornale da parte della famiglia Berlusconi ad Angelucci, già editore di Libero e Il Tempo, si profila un nuovo polo editoriale riconducibile al centrodestra. L'operazione, però, conferma l’assenza nel nostro Paese di editori puri: quest'anno i grandi giornali avranno un sostegno in più da parte dei colossi della Rete, che saranno obbligati a versare nelle loro casse ingenti somme per la condivisione dei contenuti giornalistici. Potrebbe essere un toccasana, il tanto agognato ossigeno per rivitalizzare un mondo editoriale in agonia.

    • AUGURI SPECIALI DALLA BUSSOLA

    Non vi auguriamo buon anno

    Non vi auguriamo felice anno nuovo. Non vi auguriamo serenità, pace e armonia per l’anno che viene. Niente di tutto questo. Perché tutto questo è solo buono. Noi della Bussola, invece, vogliamo il meglio per voi. Noi della Bussola auguriamo a voi e a noi di essere santi. Santi tutti i giorni dell’anno.

    English Español
    • L’AUGURIO

    Buon anno, con la bussola della Fede

    Il dono della Fede è un grande e immenso mistero, di cui non solo gli atei ma perfino noi cattolici abbiamo perso consapevolezza, riducendo il nostro vissuto a un minimo di osservanza. Le ideologie e il relativismo morale schiacciano anche i credenti. Così il male dilaga. Solo la Fede e una continua conversione a Dio ci salvano: sia questa la nostra bussola per il nuovo anno.

    • REPRINT

    La pace è una realtà. Cristo è la nostra pace

    In occasione del primo anniversario della morte terrena, ricordiamo monsignor Luigi Negri ripubblicando una sua riflessione, apparsa sulla Bussola il 23 dicembre 2012, e che in tempi così dominati dalle guerre è un giudizio più che mai attuale. Questo articolo è anche contenuto nel libro "Indomabili - Perché certi che Cristo è con noi", che raccoglie tutti i suoi interventi sulla Bussola.

    • NUOVO RAPPORTO

    L’eutanasia si batte con la speranza. La conferma dal Belgio

    L’ultimo rapporto sull’eutanasia in Belgio mostra che nel 2020-21 sono state uccise ben 5.145 persone. A determinare la richiesta di farla finita non sono tanto le sofferenze fisiche quanto quelle psicologiche. Ciò conferma l’importanza di medicine come l’affetto, la vicinanza e soprattutto la luce e il senso che solo la fede possono dare. Una lezione anche per l’Italia.

    • IL CASO

    Il cortocircuito trans che censura le donne

    Annullato a Parigi uno spettacolo teatrale della femminista Lena Paugam, che voleva far riflettere sul «percorso di una donna trans». Il motivo? La protesta di gruppi trans perché l’attrice protagonista era una donna, vera. Una censura che rivela tutte le contraddizioni della propaganda transessualista.

    • BILANCIO

    Quanto c'è di buono nella manovra del governo

    Pur nel breve tempo che ha avuto a disposizione, il governo Meloni ha marcato una forte discontinuità con il passato su molti aspetti qualificanti delle politiche sociali e della gestione dell’economia. Si registrano qualificanti interventi riequilibratori che muovono nella direzione di una valorizzazione del merito e si punta alla crescita. 

    • LA POLEMICA

    I problemi di Michela Murgia con il Natale cattolico

    L'attacco al cattolicesimo della scrittrice Michela Murgia, che lo accusa di aver infantilizzato Dio, è soltanto un'insalata di parole condita con fiele. Troppo intelligente e sapiente per cogliere Dio che si rivela attraverso il mistero e il prodigio della Vita.