• LA MOSTRA

    Roma Medievale. Il volto perduto della città

    Roma è "caput mundi’"non solo in età repubblicana e imperiale, ma anche tra VI e XIV secolo. Lo testimoniano le 160 opere, tra le quali tanti mosaici e affreschi, che è possibile ammirare lungo il percorso dell'eposizione visitabile a Palazzo Braschi fino al 5 febbraio 2023.

    • IN PARADISO CON DANTE / 11

    Giustiniano spiega il senso della storia

    Qual è la visione della storia che Dante ci comunica? Esiste una provvidenza, Dio non è lontano dalla vita degli uomini e si avvale anche di loro per intervenire nella storia. Nella puntata odierna l’imperatore Giustiniano ripercorre la storia dell’aquila e il senso delle vicende storiche.

    • IL LIBRO SUL SANTO

    Riccardo Pampuri, medico del corpo e dello spirito

    Religioso dei Fatebenefratelli, con il suo servizio ai malati riuscì a portare Cristo a tante anime. E quando la malattia lo condusse, ancora giovane, alla morte, riuscì a «fare apostolato anche dal letto». Nel libro di Rino Cammilleri, Riccardo Pampuri, la grande testimonianza di vita del santo nativo di Trivolzio.

    • FESTA DI LUCE

    Dall’Italia alla Scandinavia, le tradizioni per santa Lucia

    La fama di Lucia non è circoscritta all’Italia, ma è molto diffusa nei Paesi scandinavi, in particolare nella Svezia. Tema comune delle molteplici tradizioni legate alla santa, la luce che vince sulle tenebre.

    • LA RICETTA

    Torta di mele di San Nicola

    • SANTI E CIBI / 1

    San Nicola e le mele

    Ispiratore del mito di Babbo Natale, san Nicola era originario della Licia, nell’Asia Minore. Grande la sua fama di miracoli. È spesso raffigurato nell’atto di reggere tre sfere, per un prodigio tramandato dalle agiografie. Dalla principale traslazione delle sue reliquie deriva la denominazione “di Bari”.
    - LA RICETTA: TORTA DI MELE DI SAN NICOLA

    • MESTIERI & LETTERATURA / 12

    Medico e scrittore, due missioni legate come l'anima e il corpo

    L'arte dello scrivere e quella medica sono così connesse che alcuni personaggi le hanno esercitate entrambe. Non è raro che la letteratura si interessi alla malattia, come nella terribile peste che fa da sfondo al Decameron o ai Promessi Sposi, o che in tempi più recenti rifletta i progressi ma anche i deliri di una scienza che vuole fare a meno di Dio.

    • MUSICA

    I 200 anni di Franck, papà del Panis Angelicus

    Ricorre il bicentenario della nascita di una delle più significative personalità dellOttocento musicale francese: César Franck. Autore del Panis angelicus, il suo capolavoro è il grandioso oratorio per soli, coro e orchestra Les Béatitudes che fece appassionare Pio XII.

    • FEDE E LETTERATURA

    La bellezza di Maria cantata dai poeti

    Poeti e letterati di ogni tempo e provenienza si sono ispirati alla Madonna. Da Jacopone da Todi a Rebora, da Dante a Vico, sono innumerevoli i componimenti che esaltano la Madre di Dio. C’è chi la vede alla base «di tutta la poesia italiana». E la letteratura del resto d’Europa non è da meno.

    • IN PARADISO CON DANTE / 10

    L’imperatore Giustiniano si presenta

    Il canto sesto delle tre cantiche è dedicato alla politica. Bellissima è la definizione del politico offerta da Dante, ovvero colui che ha usato la sua intelligenza e i suoi talenti per compiere il bene comune. Nella puntata odierna Giustiniano racconta la sua storia.

    • LA STORIA

    Rose Busingye, l’infermiera che cura l’Aids con l’amore

    Rose Busingye, infermiera ugandese, si è dedicata alla cura delle donne vittime di violenza e ai pazienti affetti da Aids aiutandoli a scoprire il loro valore infinito agli occhi di Dio. Decisivo il suo incontro con don Giussani. Il libro di Davide Perillo, "I vostri nomi sono scritti nei cieli", racconta la sua storia.

    • il libro

    Delsol: "La religione sopravvive alla fine della cristianità". Ma non basta

    Chantal Delsol, docente e accademica francese, condensa due millenni da Teodosio alle leggi sull’aborto che hanno segnato il crollo della civiltà cristiana – ineluttabile e auspicabile, secondo l’autrice – che lascerà spazio non all’ateismo ma a un paganesimo di ritorno e a un cristianesimo di pura testimonianza. Una riflessione che pone domande ma le risposte e le proposte convincono poco.