• IL BELLO DELLA SCUOLA/16

    Il diario a casa, retrobottega del vero volto giovanile

    Il diario è una ricchezza immensa, non solo per lo studente che lo scrive, ma anche per l’adulto che lo legge, perché scopre che tutti hanno una profondità e un’anima bella se solo si fermano a contemplarla.

    • MITO INDIGENISTA

    Prima di Colombo, in America non c'era il "buon selvaggio"

    Tanta voglia di celebrare il mito del "buon selvaggio" da parte della sinistra e degli indigenisti. Il Columbus Day è stato celebrato fra le polemiche contro il "genocidio degli indigeni", mentre al Sinodo per l'Amazzonia passa un'immagine idilliaca delle popolazioni indigene. Ma cos'erano le civiltà americane pre-colombiane. Un libro di Angela Pellicciari ci rinfresca la memoria sull'orrore di quelle civiltà pagane.
    - BESTIARIO SINODALE: SPIRITO SANTO E CITTADINANZA ECOLOGICA, di Riccardo Cascioli

    • IL BELLO DELLA LITURGIA

    Domenico e il Rosario, alle radici dell'arma più potente

    Si deve a Domenico di Guzman la devozione verso il santo Rosario per combattere l'eresia albigese e il conseguente diffondersi della pratica della sua recita. Da allora il rosario divenne l’arma più potente a disposizione della cristianità, come confermò, qualche secolo più tardi, la vittoria riportata in quel di Lepanto. Una preghiera da festeggiare con un quadro apposito. Come l'opera omonima del Dürer.

    • IL SACERDOTE MUSICISTA

    I violini di Vivaldi, ricordo di un genio

    Una rara collezione di violini e altri strumenti musicali risalenti al periodo di Vivaldi alla Pietà di Venezia è stata portata a Cremona per un restauro. È proprio alla Pietà che il «prete rosso», com’era chiamato per i suoi capelli, ricevette diversi incarichi, componendo molti concerti e brani di musica sacra, che rivelano, come disse Benedetto XVI, «il suo animo profondamente religioso».

    • IL PAMPHLET

    Hollywood (il)liberal, la rivoluzione portata in salotto

    Alle ultime presidenziali americane, 167 divi hollywoodiani si erano schierati apertamente per Hillary Clinton, rimanendo poi sconvolti per la vittoria di Trump. Se in Italia comanda il pensiero comunista, negli Usa è quello liberal, che condiziona il lavoro e pretende di plasmare le menti. Anche attraverso il cinema e le serie tv, come scrive Maurizio Acerbi nel suo Hollywood (il)liberal.

    • FILM

    Quando al cinema la famiglia torna protagonista

    Due film usciti nelle sale questa estate mettono a fuoco l’ineliminabile centralità della famiglia: lo straziante Beautiful Boy che affronta il dramma di un figlio tossicodipendente di genitori separati e il divertente e commovente Mio fratello rincorre i dinosauri, dove una famiglia accoglie un figlio con sindrome di Down.

    • LA CAMPAGNA NUVENIA SUL MESTRUO

    Sdoganati "quei giorni lì", ma naturale non sempre è pubblico

    La campagna di Nuvenia per normalizzare il ciclo mestruale mostrando scene che devono restare nell'intimo. Ma non è che se una cosa è normale e naturale allora deve essere esibita a tutti i costi. Ciò che non è normale è che una campagna, per fare quattrini, sfrutti la morbosità e susciti disgusto. 

    • IL BELLO DELLA SCUOLA/15

    Imparare a memoria poesie ha ancora senso nel Terzo Millennio

    Ha senso studiare a memoria la poesia, in un'epoca che non ne sente il bisogno? I grandi poeti sono sempre nostri contemporanei, perché sanno esprimere quello che anche noi viviamo e proviamo, le nostre stesse ansie e le nostre aspirazioni, l’ardore e la paura del vivere, l’horror vacui e il desiderio dell’assoluto.

    • IL BELLO DELLA LITURGIA

    San Francesco, colui che portò i segni di Gesù Crocifisso

    La tradizione riferisce che Francesco si trovava presso il Sacro Speco di Subiaco quando fu realizzato il suo primo ritratto. Secondo il biografo Tommaso da Celano, il santo non aveva un bell’aspetto e perciò risulta più verosimile l’affresco all’eremo di Greggio. Anche Cimabue dipinse il Poverello di Assisi, raffigurandolo con le stimmate in una splendida Maestà.

    • L’ANNIVERSARIO

    Rembrandt, l’artista che ispirò il “Golgotha” di Martin

    Ieri ricorrevano 350 anni dalla morte di Rembrandt, pittore e incisore olandese amante della luce, delle tenebre e del mistero. Un artista di cui è avvincente anche il lato musicale e l’influenza che la sua arte ebbe sulla musica. Specialmente sul compositore Frank Martin che nel XX secolo, colpito da un’incisione a carattere sacro di Rembrandt (Le tre croci), realizzò quel grande affresco musicale che è il Golgotha.

    • IPOTESI SU GESÙ

    Un libro che ha rilanciato l'apologetica

    Si può dire che dalla pubblicazione di "Ipotesi su Gesù" abbiamo smesso di vergognarci di essere credenti, di credere che Gesù Cristo è Dio e che ha fondato una Chiesa Cattolica Apostolica e Romana.

    • VERSO LA GIORNATA DELLA BUSSOLA

    La verità dei Vangeli, una sfida che attraversa la storia

    Esce in questi giorni per l'editrice Ares la nuova edizione di "Ipotesi su Gesù", il primo libro di Vittorio Messori che lo ha reso famoso in tutto il mondo. Pubblicato nel 1976, ha venduto oltre un milione di copie in Italia ed è stato tradotto in 22 lingue. Vittorio Messori parlerà del significato di questo libro domenica 6 ottobre alla Giornata della Bussola, nella Comunità Shalom - Regina della Pace a Palazzolo sull'Oglio (Bs). Qui pubblichiamo l'introduzione a questa nuova edizione.
    - UN LIBRO CHE HA RILANCIATO L'APOLOGETICA, di Rino Cammilleri