• IL LIBRO

    Narrativa cristiana, finalmente una luce nel buio

    La contessa di ferro, romanzo del piacentino Fabio Franceschetti, è un vero e proprio romanzo cavalleresco, appassionante e pieno di bellezza. Uno squarcio di luce nel triste panorama della letteratura cristiana, troppo all'inseguimento del mondo. 

    • ROSENBERG

    Come è attuale il "mito" che ispirò il nazismo

    Nel 1930 veniva pubblicato Der Mythus des XX Jahrhunderts (Il mito del XX secolo) di Alfred Rosenberg, ideologo del partito nazionalsocialista, che possiamo considerare il libro fondamentale dell’ideologia nazista. Un concentrato di razzismo e anticristianesimo che ritroviamo anche oggi. 

    • IL FILM CULTO

    Matrix, le domande filosofiche su realtà, ricerca e libertà

    Matrix, di cui è uscito il quarto seguito all'inizio dell'anno, non è solo un film-culto di fantascienza, ma aiuta a rispondere alle domande filosofiche fondamentali. Si pone prima di tutto il quesito della realtà oggettiva, poi quello della sua ricerca. E infine quello della libertà di scelta, perché la ricerca della verità è una scelta. 

    • IL LIBRO

    La festa della fatica umana, secondo Biffi

    Nelle sue omelie del Primo Maggio, ora raccolte nel volume “La festa della fatica umana”, il cardinale Giacomo Biffi individua con lungimiranza profetica le contraddizioni del mondo del lavoro attuale, alla luce dell’esempio mirabile di san Giuseppe e delle indicazioni contenute nella Dottrina sociale della Chiesa.

    • IN VIAGGIO CON ENEA/30

    Troppi giovani morti in guerra. Il caso di Pallante

    Negli ultimi libri dell’Eneide le battaglie si succedono senza sosta. Virgilio non esalta tanto le capacità militari degli eroi, piuttosto sottolinea la sofferenza dei vinti e di chi vede morire sul campo di battaglia i propri cari. Dopo la morte di Eurialo e Niso, raccontata nel libro IX, ecco quella di Pallante, oggetto del X.

    • DIRITTO E FILOSOFIA

    La "fallacia" del positivismo giuridico

    Desumere il "dover essere" dall'essere è negato dalla filosofia moderna che segue invece la cosiddetta «legge di Hume», che è sostenibile unicamente in una visione del reale puramente materialistica.

    • LA VITA DI GESÙ NELL’ARTE/20

    La parabola dei talenti, un monito contro l’accidia

    Nella parabola dei talenti il terzo servo dimostra di non volersi impegnare, rimanendo nella propria mediocrità. Essa mette dunque in guardia dal vizio dell’accidia. Di contro, c’è l’eroismo cristiano ben rappresentato dai santi. La parabola dei talenti ha ispirato molti artisti, tra cui de La Tour.
    - LA RICETTA: POLLO ALLA KIEV

    • PENSIERO SINISTRO

    La scuola cattolica, un film noioso e fuorviante

    Ispirata all’omonimo romanzo di Edoardo Albinati, la pellicola “La scuola cattolica” affronta il Delitto del Circeo da una prospettiva che non sta in piedi, fin dal titolo, legando gli istinti sadici all’educazione dai preti. Come dire: Freud e Marx rivisitati in salsa qualunquista sessantottarda.

    • LA RICETTA

    Pollo alla Kiev

    • LA MOSTRA

    Chagall, nelle radici ebraiche il suo segreto

    Milano ospita la quarta mostra in Italia su Chagall negli ultimi 15 anni, a conferma del fascino di un artista da comprendere in profondità. Disegni originali, acqueforti e stampe ci svelano il suo mondo interiore, segnato da risonanze della sua terra nativa e del mondo religioso ebraico.

    • IN PURGATORIO CON DANTE/ 29

    La profezia finale

    La puntata odierna è incentrata sulle vicende del carro, nelle quali sono rappresentate le vicissitudini della storia della Chiesa, e sulla profezia finale di Beatrice, che cercheremo di sciogliere nelle sue possibili differenti interpretazioni...

    • ANNIVERSARIO

    Chernobyl dramma del comunismo, non del nucleare

    Il disastro di Chernobyl, il 26 aprile 1986, è stato il più grave incidente della storia dell’energia nucleare e l’unico, insieme a Fukushima 2011, a essere classificato al massimo livello della scala di catastroficità. Fu dovuto a un errore umano, causato dall'arroganza delle autorità politiche sovietiche. Non ad un problema intrinseco del nucleare.