• FILM SCOMODO

    Admiral, il kolossal russo (che da noi non si vede)

    Si intitola Admiral e racconta la storia di Alexander Kolchak, il comandante dell’Armata Bianca che si sollevò contro quella Rossa quando i bolscevichi presero il potere in Russia. Una pellicola bellissima di cui, a più di dieci anni dalla sua uscita, quasi nessuno sa nulla. E che possiamo scordarci di vedere sulla tv italiana.

    • IL PRATO ALTO

    La storia dell’Austria in un romanzo pieno di rivelazioni

    Usi, costumi, cibo, l’origine di quasi ogni città, le modifiche linguistiche avvenute nel corso della storia secondo le varie influenze, ecc. Il Prato Alto (Solfanelli), un romanzo dei coniugi Biagini, racconta la storia dell’Austria dal 7500 a.C. al 1233 d.C., con il supporto di una bibliografia ricchissima. E, in uno stile ironico e vivace, non manca di pungere gli storici politicamente corretti di oggi, che deformano la realtà

    • L’ANNIVERSARIO

    Benedetti Michelangeli, il pianista che cercava l’assoluto

    Cento anni fa nasceva a Brescia Arturo Benedetti Michelangeli (1920-1995), uno dei più grandi pianisti italiani del XX secolo. Si dichiarò discendente di san Francesco e di Jacopone da Todi. E la sua musica rifletteva un profondo lavorio interiore.

    • IL BELLO DELLA SCUOLA/28

    Scuola, la sacra tristezza del sabato sera

    Leopardi descrive la noia come il sentimento che denuncia in maniera inconfondibile la statura umana, l’aspirazione all’Infinito del nostro animo, la sua incapacità di accontentarsi di piaceri finiti e limitati, la necessità di incontrare un piacere infinito che corrisponda al proprio cuore.

    • IL BELLO DELLA LITURGIA

    La Madonna di Bruges, capolavoro di Michelangelo

    Dopo il successo della Pietà vaticana, il Buonarroti si vide commissionare dai fiamminghi Mouscron una Madonna con Bambino per la cappella di famiglia a Bruges. La Vergine appare assisa su un trono e il suo bellissimo viso ha un’espressione assorta. E il genio di Michelangelo restituisce il rapporto, filiale e divino, tra Maria e Gesù in un semplice ma eloquente intreccio delle mani. Tutto da ammirare

    • REALTÀ DEL XX SECOLO

    Il genocidio armeno, non più solo una canzone

    Con il voto a dicembre 2019 del Congresso statunitense, sono ora 32 i Paesi che riconoscono formalmente il genocidio armeno ad opera dell’Impero ottomano. Sono una trentina le opere musicali dedicate a questo sterminio, tra cui Ils sont tombés (“Sono caduti”), una delle canzoni politicamente più impegnate di Charles Aznavour.

    • IL LIBRO

    Juan Diego, il santo che vide il tramonto del Quinto Sole

    Gli ultimi anni dell’Impero Azteco, sacerdoti pagani dediti ai sacrifici umani, l’angoscia di Aquila Parlante. Cioè colui che passerà alla storia come san Juan Diego, il veggente delle apparizioni della Madonna di Guadalupe, convertitosi dopo l’arrivo di Cortés e compagni. Un romanzo storico di Matteo Soldi, Il tramonto del Quinto Sole, alza il sipario su quegli eventi lontani. Liberandoli dalle leggende nere.

    • TESTIMONIANZE CATTOLICHE

    Maria ci prepara al futuro. Prossimo incontro NBQ

    Carissimi lettori vi invitiamo al nuovo appuntamento de La Nuova Bussola Quotidiana dal titolo: "Maria ci prepara al futuro". Si tratta di una speciale testimonianza di Suor Emmanuel Maillard di Medjugorje, insieme a Diego Manetti, autore del libro: "Perchè appare la Madonna", edito da questo giornale. Ecco tutte le informazioni necessarie, vi aspettiamo!

    • IL LIBRO

    La Storia infinita, 40 anni di fantasia che si fa realtà

    La Storia infinita insieme al Signore degli Anelli e alle Cronache di Narnia va a costituire una ideale trilogia di opere letterarie fantastiche dove la fantasia, l’immaginazione, il mito, non sono intesi come estraniazione dalla realtà, ma come ricerca del Bello, del Buono, del Vero. Riflessioni a 40 anni dal capolavoro di Ende. 

    • IL BELLO DELLA SCUOLA/27

    La ricerca della felicità, una domanda oggi ignorata

    Può esistere un uomo che non desideri la felicità? Oggi il mondo pensa che essa equivalga a ricchezza, carriera, donne, ecc. E, così, il potere muove tante persone che pensano di essere libere. Invece, si può sostenere la speranza di felicità propria e altrui solo quando nella vita si è incontrato qualcosa in grado di ridestare la nostra domanda più profonda

    • IL BELLO DELLA LITURGIA

    Il riposo durante la fuga in Egitto, secondo Caravaggio

    Nel dipinto di Michelangelo Merisi, Il riposo durante la fuga in Egitto, l’angelo è il perno compositivo che dà la chiave di lettura dell’opera. Che è chiaramente divisa in due, per evidenziare l’umanità di Giuseppe, sulla sinistra, e la sacra divinità del Figlio, abbracciato dalla Madre, a destra. E poi c’è il paesaggio, quasi un unicum nella produzione dell’artista, con il cardo e il tasso barbasso che rimandano alla Passione e Resurrezione di Gesù.

    • IL LIBRO

    Il Fatto di Cristo, un «già» che fa desiderare il «non ancora»

    Nel suo recente volume «Già & non ancora», don Piero Re medita sull’Avvenimento di Cristo, a partire dal mistero dell’Incarnazione del Verbo e dall’intimo desiderio del cuore di conoscere l’amore, e quindi Colui che ne è la sorgente. Un desiderio che oggi, nella cultura del vuoto in cui viviamo, è tanto più urgente riscoprire.