• LA MOSTRA

    De Nittis, lo sguardo sulla realtà (da una carrozza)

    Aperta a Ferrara, fino al 13 aprile (con ingressi contingentati a causa del Covid-19), una mostra dedicata al pittore pugliese Giuseppe De Nittis. Una ricca panoramica di paesaggi, città e volti, dipinti da un artista cosmopolita che ha saputo trasmettere la sua passione per il reale.

    • IL BELLO DELLA SCUOLA/37

    La riscoperta del gusto dell'ovvietà

    Abbiamo chiamato per troppo tempo normalità (banalizzandola così) quella che fino a due settimane fa era la nostra bella quotidianità. Il volto di mia figlia maggiore, spentosi dopo i primi giorni di forzata mancanza dalla scuola, si è riacceso di uno splendido sorriso dopo il primo giorno di scuola a distanza: da quel momento in poi sono ritornati nella sua vita l’appuntamento fisso e l’orario che riproduce nel modo più fedele possibile la tradizionale settimana tra i banchi di scuola.

    • FESTA DELLA DONNA

    Il maschilismo pagano e il "femminismo" cristiano

    Mentre per i filosofi greci la donna era un essere inferiore con cui accoppiarsi per necessità, per i cristiani non era così: san Tommaso d'Aquino, ad esempio, nota la maggior debolezza del fisico femminile, ma «quanto alle cose dell’anima la femmina non differisce dal maschio, poiché anzi talora si trovano delle donne superiori a molti uomini quanto all’anima».

    • IL BELLO DELLA LITURGIA

    I mosaici di Torcello, arte che ricorda il Giudizio

    Un articolato Giudizio Universale occupa tutta la parete musiva occidentale della basilica di Santa Maria Assunta, nella Laguna veneta. La visione si sviluppa, verticalmente, su sei registri. Vediamo Gesù, con la croce, che schiaccia Satana. E vediamo uno spaccato della dannazione eterna che spetta ai peccatori impenitenti e, viceversa, la beatitudine dei giusti che godono del Paradiso.

    • EMERGENZA CORONAVIRUS

    Virus tra romanzo e realtà: l’ideale per sospendere le libertà

    Una pandemia è l’ideale per sospendere la democrazia e le libertà, spesso invocata dagli stessi popoli. Romanzi catastrofici e distopici lo insegnano. E le emergenze planetarie sono l’ideale per chi aspira a un governo mondiale di «tecnici». Infatti, tutto parte dalla Cina, che è un regime totalitario.

    English Español
    • CHIESA NEL MIRINO

    Il film su Barbarin, diffamazione di un innocente

    Si intitola, in modo dissacrante, “Grazie a Dio” ed è uscito nelle sale nel 2019, prima ancora che si concludesse il processo contro Barbarin per presunta copertura di abusi su minori. Processo in cui il cardinale è stato assolto quest’anno. Ma per il film di Ozon, pieno di luoghi comuni, l’arcivescovo di Lione era colpevole a priori… E gli hanno dato pure l’Orso d’Argento.

    • INTERVISTA/BOSCIA

    «L'algoritmo non sostituisce l'ingegno umano e lo sguardo»

    «Far lavorare le macchine significa aumentare la potenzialità degli interventi umani, non deve impigrire». «Nel campo medico possono essere un grande ausilio, ma non possono sostituire lo sguardo, il tocco e la parola del sanitario, tutti elementi terapeutici». Parla Filippo Maria Boscia, presidente dei Medici Cattolici, a margine del Convegno PAV sull'intelligenza artificiale.

    • IL BELLO DELLA SCUOLA/36

    Cosa aspettarsi dalla prima prova scritta e come prepararsi

    I tre scritti dell'esame di Stato, nuove sfide e vecchie contraddizioni. Negli ultimi anni, le tracce sono state molto lontane dalle realtà che devono affrontare i diciottenni e diciannovenni di oggi e più vicine alla sensibilità di un adulto. Statisticamente, nell'ultimo ventennio, Pascoli e D'Annunzio sono stati i grandi esclusi dai temi letterari.

    • IL BELLO DELLA LITURGIA

    La Cappella Sistina: una vera opera teologica

    Michelangelo Buonarroti dipinse tutta l'opera rimanendo fedele al racconto biblico. È stato da molti osservato che i corpi del Padre e del primo uomo sono uno lo specchio dell’altro, dato che «Dio creò l'uomo a sua immagine». Quindi libero! Pur infondendogli energia vitale, infatti, il dito di Dio non tocca Adamo: lo crea, forte e possente, ma ne rispetta fino in fondo l’entità diversa.

    • L’ANNIVERSARIO

    Tartini, dal sogno del diavolo alla lode della Provvidenza

    Il 26 febbraio di 250 anni fa moriva il compositore Giuseppe Tartini, che alla fine della sua carriera fu salutato come il «primo violino d’Europa». Si riferisce che da giovane sognò di aver stretto un patto con il diavolo. La scoperta poi del «terzo suono» influì sulla sua personalità. E in molte sue lettere finì per esprimere gratitudine all’agire della divina Provvidenza.

    • IL BELLO DELLA SCUOLA/35

    Esami di Stato, consigli per prevenire l’angoscia

    A meno di quattro mesi dall’inizio delle prove per le superiori, è bene non farsi prendere dall’angoscia, che sopraggiunge quando non stiamo sul presente. Un aspetto poco sottolineato in ambito scolastico è che fatica e sacrificio, se vissuti in comunione, mostrano la grandezza delle relazioni umane. Serve pure fare una tabella di marcia, ricordando che la montagna si scala passo dopo passo…

    • IL BELLO DELLA LITURGIA

    Beato Angelico, il pittore che «ha veduto il Paradiso»

    Al secolo Guido di Pietro, furono i contemporanei a chiamarlo Beato Angelico per la profonda spiritualità della sua pittura. Aveva compreso che il vero fine dell’arte è veicolare la Bellezza e la Verità, come dimostra, tra le sue molte opere, l’Annunciazione dipinta per il convento fiorentino di San Marco. Tra gli ammiratori dell’Angelico, la cui festa liturgica ricorre il 18 febbraio, Michelangelo. Che di lui diceva: «Quest’huomo l’ha veduto il Paradiso»