• GOVERNO INSTABILE

    Alla Leopolda, Renzi lancia il guanto di sfida a Conte

    I renziani si sono dati appuntamento a Firenze, per la decima edizione della Leopolda. Pur essendo in minoranza, l'ex premier è determinante nei nuovi equilibri politici. E sfrutta questo vantaggio per sfiancare l'attuale premier Conte, su tutti i fronti. E su questo, paradossalmente, trova come alleati anche i Cinque Stelle.

    • IL PUNTO SUL BILANCIO

    Si salva poco, è una manovra di tasse ingiuste

    A parte lo scongiurato aumento dell'Iva, la riduzione del cuneo fiscale e l'eliminazione del superticket, la Manovra 2020 è una raffica di nuove tasse, balzelli, imposte che stanno emergendo a poco a poco dalla lettura dei testi, e che certamente colpiranno non pochi settori della società italiana. Dalla plastic tax alla punizione sulle flat tax al 20 e al 15% fino alla limitazione dell'uso del contante che in Germania non c'è. 

    • DISCRIMINAZIONE ROVESCIATA

    Prisma, progetto sanitario per tutti (purché stranieri)

    “Prisma” del Policlinico Gemelli di Roma, aperto ad aprile, promosso dall’Università Cattolica e dalla Comunità di Sant’Egidio, finanziato dal ministero dell’interno e dall’Unione Europea, è un progetto che non è stato pensato e realizzato per cittadini italiani, l’ambulatorio cura unicamente gli stranieri.

    • DUE MESI NELLA PALUDE

    Governo già esangue tenuto in vita solo dall'eutanasia

    Non sono ancora passati due mesi dall’esordio di questo governo rossogiallo ma è come se fossero passati due anni e più. È un governo amorfo, esangue, senza nerbo. Senza progetto. Come dimostra la Legge di Bilancio. Ma unito solo sull'eutanasia e il suicidio assistito. 
    -MANOVRA DI LACRIME E FUMO di Ruben Razzante 

    • VIA LIBERA ALLA LEGGE DI BILANCIO

    Manovra di lacrime e fumo, mentre le aziende scappano

    Un’altra pioggia di tasse e balzelli sta per abbattersi sugli italiani, soprattutto sul ceto medio. Soluzioni servono soltanto per compiacere fasce sociali che ne percepiranno temporaneamente i benefici, salvo scoprirsi più povere per la generale depressione che interesserà la nostra economia. Intanto le  aziende, come la Whirlpool, scappano. 

    • IL VOTO IN POLONIA

    Governare da cristiani fa vincere le elezioni

    Le tifoserie europee e i mass media di sinistra non hanno potuto festeggiare la loro rivoluzione anti popolare polacca, uno schiaffone popolare che i polacchi hanno voluto mandare forte e chiaro a Bruxelles e a tutti i benpensanti europei. E’ possibile governare bene, promuovere le virtù civili e cristiane e far crescere benessere ed economia in paese dell’Europa, senza doversi piegare a ricatti e minacce di istituzioni e lobbies.
    -POLONIA FELIX di Roberto Marchesini

    • GRILLINI DI LOTTA E GOVERNO

    In dieci anni i Cinque Stelle sono diventati la "casta"

    Chi l’avrebbe mai detto che dieci anni dopo il “Vaffa day” i Cinque Stelle sarebbero diventati “casta”? Esistente da dieci anni e al governo da un anno e mezzo, i Cinque Stelle stanno tuttavia attraversando una grave crisi interna. Dopo aver governato con la Lega e con il Pd rischiano di perdere la loro identità (e molti loro protagonisti)

    • LETTERA

    Dai parlamentari ai cattolici, sono diventati tutti masochisti

    Dai parlamentari che votano leggi su leggi che ne sminuiscono il ruolo e l'immagine, ai politici internazionali che si lasciano fustigare da Greta, fino ai cattolici che paiono essere contenti quando si accusa la Chiesa di ogni male: in questo periodo storico strano, pare che il masochismo si sia diffuso come un'epidemia.

    • CARCERI

    Ergastolo, perché è giusta la richiesta della Corte Europea

    La condanna dell'Italia da parte della Cedu sulla condanna all'ergastolo che prevede una detenzione senza fine, è legittima non solo in base ai trattati europei e alla stessa Costituzione italiana, ma anche in una prospettiva cristiana. Ecco perché...

    • COMMISSIONE UE

    Il "Vietnam" delle audizioni dei commissari europei

    Le audizioni dei nuovi commissari sono un "vietnam", uno scontro continuo. La Von der Leyen è sempre più in difficoltà, i leader politici tradizionali escono dalle ultime due settimane parlamentari con le ossa rotte. Senza un cambio radicale di strategia, tutti dovranno ammettere che non i ‘populisti’ ma i ‘visionari’ sono i distruttori dell’Europa.

    • GOVERNO GIALLOROSSO

    I problemi del Paese sepolti sotto una coltre demagogica

    I grillini festeggiano da giorni il taglio del numero dei parlamentari. La misura permette di risparmiare poco, in compenso crea un conflitto sotterraneo col Pd. E non è il peggio, perché poi resta da nascondere il flop del reddito di cittadinanza, l'Ilva, la Pernigotti, lo scatto dell'Iva. C'è poco da esultare. Eppure la retorica demagogica copre tutto.

    • NUOVA LEGGE

    Taglio dei parlamentari, un regalo ai 5Stelle

    Da oggi la riduzione dei parlamentari è legge costituzionale. Ma fatta senza i necessari aggiustamenti istituzionali - previsti da precedenti proposte analoghe - si creeranno gravi ripercussioni sul sistema democratico. È solo una ignobile concessione alla demagogia grillina.