• MEDIO ORIENTE

    Elezioni in Siria, solo una tappa del lungo conflitto

    Le elezioni  sono uno strumento usato da Assad per mostrare una parvenza di normalità, dopo la sua riconquista delle province occidentali. Ma la svolta del conflitto potrebbe arrivare da Teheran, dove l'emiro del Kuwait è in visita.

    • CINA

    Per non dimenticare Piazza Tiananmen

    Il 4 giugno di 25 anni fa, a Pechino, in piazza Tiananmen, l'esercito stroncava la protesta di studenti e operai. La Cina odierna, tanto ammirata per il suo sviluppo economico, nasce da quel bagno di sangue.

    • ISLAM

    Francia, Stati Uniti e la tolleranza per gli jihadisti

    Lo stragista del Museo Ebraico di Bruxelles era un cittadino francese appena uscito dalle patrie galere e "formatosi" alla jihad in Siria. Negli Usa, intanto, Obama libera 5 terroristi talebani in cambio del militare Bergdahl rapito nel 2009.

    • COMUNICAZIONE

    Ucraina, se i media spengono le luci

    Con l'accordo di Kiev e Mosca è in atto lo sterminio delle milizie russofone, ma radio e tv non ne parlano. Ancor più da oggi: i riflettori saranno puntati tutti su Obama che arriva a Varsavia per rassicurare i Paesi più esposti alle pressioni della Russia.

    • BILANCIO

    Europarlamento, ecco cosa accadrà

    La vittoria del Pd in Italia ha limitato le perdite del Partito socialista europeo, che tradizionalmente è ostile a vita e famiglia. Ma anche dai partiti euroscettici c'è da attendersi molto su questi temi. Tutto dipende dai singoli deputati.

    • KABUL

    Usa in fuga dall'Afghanistan. L'Italia si adegua

    Obama accelera i tempi del ritiro dall'Afghanistan, annunciando il disimpegno prima ancora della firma dell'accordo di sicurezza con Kabul e senza attendere di vedere chi sarà il prossimo presidente afghano. L'Italia potrebbe anticipare il ritiro.

    • CONTINENTE NERO

    Africa. Per una road map che non fallisca

    L'ONG Aiuto alla Chiesa che Soffre ha organizzato un incontro con padre Aurelio Gazzera per sollecitare aiuti dall'Unione Europea, per porre fine al conflitto nella Repubblica Centrafricana. Il problema, però, è il solito: lo Stato africano che manca.

    • INTOLLERANZA

    Gerusalemme, l'odio cova sotto la cenere

    Un giro nei quartieri musulmani di Gerusalemme basta a rivelare una malcelata intolleranza nei confronti dei cristiani. E una carica di odio viscerale contro Israele. Sulla Spianata delle Moschee, la tensione si taglia a fette.

    • ELEZIONI

    Tra Kiev e Mosca si fa strada il compromesso

    Il nuovo presidente Poroshenko è per l'Europa, ma riconosce alla Russia il ruolo di garante della sicurezza. Una professione di realpolitik che sembra tranquillizzare Mosca, già pronta a togliere il sostegno ai separatisti di Donetsk.

    • POLONIA

    Il comunista che passò dai carri armati alle riforme

    La morte del generale Jaruzelski, ultimo dittatore sovietico della Polonia, è un'occasione per ricordare anche la lealtà di un uomo che ha saputo riscattare la repressione, riconoscendo i propri errori.

    • ISRAELE

    Cristiani dalla "fine del mondo" alla Terra Santa

    Il pellegrino che arriva dal Venezuela, ospite del Ministero del Turismo israeliano, dopo aver vinto un concorso. Lo studente cristiano arabo, che si sente costretto a "lottare per la fede" a casa sua. Chi sono i cristiani in Terra Santa.

    • PELLEGRINAGGIO

    Israele, i tempi stringono per fare la pace

    Tempi molto stretti per l'invito di Shimon Peres e Mahmoud Abbas in Vaticano, a pregare per la pace. La rapidità è d'obbligo, perché la rottura dei negoziati e la divisione del governo israeliano possono portare a un nuovo conflitto.