• COMUNISMO

    Gli Usa non sanno che fare delle proteste cubane

    Le proteste a Cuba sono organizzate negli Stati Uniti? Questo è quanto ripete L’Avana da quando sono incominciate le manifestazioni contro il regime. Ma i fatti suggeriscono un’altra storia: l’amministrazione Biden, che voleva discontinuità con il predecessore Trump anche alleggerendo le sanzioni a Cuba, è stata colta impreparata.

    • 212 morti

    Violenze in Sudafrica, dietro c’è la collera zulu (pro-Zuma)

    Almeno 212 le vittime dopo le più violente manifestazioni di protesta dall’apartheid. A scatenare la rivolta la condanna a 15 mesi dell’ex presidente Zuma, zulu, da tempo al centro di scandali. Beni saccheggiati per un miliardo di dollari nel solo KwaZulu-Natal. In ritardo l'intervento delle forze dell’ordine, che stanno riprendendo il controllo.

    • FIT FOR 55

    Rivolta contro l'assurdità del Green Deal europeo

    Rivolta contro il Green Deal europeo, il piano ecologista Fit for 55, presentato da Ursula von der Leyen. Ridurre le emissioni di gas serra del 55% entro il 2030 richiederebbe azzerare l'economia dei combustibili fossili. I costi della transizione graveranno su famiglie, imprese e consumatori. Si oppongono sette commissari, i Paesi dell'Europa centrale e gli industriali.

    • GEORGIA E TEXAS

    Usa, si lotta ancora per la regolarità del voto del 2020

    Nelle elezioni del 2020, in una contea democratica della Georgia, 200 voti sono stati contati due volte. Una piccola irregolarità che, secondo gli oppositori, potrebbe essere solo la punta di un iceberg. La scoperta capita al momento sbagliato, nel pieno del dibattito infuocato sulle riforme elettorali negli Stati governati dai Repubblicani.

    • COMUNISMO

    Cubani contro il regime, Black Lives Matter con la dittatura

    I cubani di Milano si sono dati appuntamento ieri di fronte al Cuba Point di via Sidoli. «I cubani scendono in piazza senza armi, per chiedere la libertà, con manifestazioni pacifiche. E la polizia ha sparato. Gli agenti hanno ammazzato anche bambini», denuncia l'organizzatrice Dailaine Nunez Lopez. Ma nessuno si inginocchia per protesta. Tanto più che Black Lives Matter prende posizione... dalla parte del regime comunista.

    • IL MOVIMENTO

    Cuba, il popolo in piazza contro il comunismo. Solidarietà anche in Italia

    L'importanza delle manifestazioni di Cuba non può essere sottovalutata, anche se nel sistema mediatico italiano passano parecchio in sordina. Il popolo cubano, dopo 62 anni di dittatura comunista, sta iniziando a ribellarsi, pacificamente e con molto coraggio. Anche nelle città italiane, a partire da Roma, le comunità cubane si mobilitano in solidarietà con la protesta. La risposta della politica è molto positiva, sia nel centrodestra, con l'interrogazione di Enrico Aimi (Forza Italia) che nel Partito Democratico, con le dichiarazioni di Andrea Romano a favore della protesta. 

    - CUBANI CONTRO IL REGIME, BLM CON LA DITTATURA di Stefano Magni

    • LA PROTESTA

    "Il re è nudo", rivolta contro il comunismo a Cuba

    Cuba si ribella contro il regime comunista, per la prima volta in modo così massiccio da sessant’anni a questa parte. Non è una rivolta armata, ma una serie di manifestazioni pacifiche organizzate in tutte le città dell’isola caraibica. Il loro impatto è ancor più profondo per un regime a partito unico, al potere da 62 anni.

    • "EMERGENZA" COVID

    Tunisi in lockdown, ma Lampedusa è aperta ai clandestini

    Ridicole contraddizioni emergono dalle iniziative del governo italiano sull’emergenza Covid. Eppure l’Italia non ha adottato nessuna misura per contenere o respingere i flussi migratori illegali provenienti da Paesi a fortissimo rischio contagio. Gli sbarchi da gommoni e barchini e da navi delle Ong continuano senza sosta dai Paesi per i quali l’accesso in Italia sarebbe impedito se avvenisse legalmente.

    • CONTINENTE NERO

    Le infinite guerre africane e l'inutilità dei caschi blu

    Il Sudan del Sud compie dieci anni, ma non ha nulla da festeggiare. Da anni, ormai, è lacerato da una guerra civile e i morti sono mezzo milioni (e milioni gli sfollati). E' una delle guerre infinite africane, come il Centrafrica, o il Congo. Dove gli interventi Onu sono inutili e costosi, poiché non possono rimuovere le cause dei conflitti.

    • SUD AMERICA

    Haiti, ucciso il presidente che tanti volevano morto

    Ad Haiti il presidente Moïse è stato assassinato in casa sua. Anche sua moglie è stata ferita nello stesso attentato. Ignota resta la mano dietro agli attentatori, quattro dei quali sono stati uccisi e sei arrestati. Haiti non ha mai conosciuto pace e tanti volevano la morte del presidente che stava diventando sempre più autoritario e accentratore

    • RITIRO OCCIDENTALE

    La travolgente avanzata talebana in Afghanistan

    La gran parte dei contingenti europei ha già evacuato la nazione asiatica e il Pentagono ha reso noto che oltre il 90 per cento dei suoi ultimi 2.500 militari rimasti è già stato rimpatriato. Ma sui campi di battaglia i talebani avanzano ovunque, spesso senza incontrare resistenza.

    • SLOVENIA, UNGHERIA, POLONIA

    Bruxelles vuole le teste dei governi cristiani

    Nazioni cristiane nel mirino, a Bruxelles esplode la voglia di ghigliottina. Il premier della Slovenia propone di ripristinare gli originari valori dell'Ue e preservare le autonomie nazionali? Subito partono le accuse di autoritarismo. L'Ungheria di Orban e la Polonia conservatrice sono sotto attacco, la prima, soprattutto, sulla legge anti-pedofilia.

    English Español