• POLVERIERA

    Iran, la rivolta continua. E il regime non la capisce

    La Repubblica islamica è entrata nel terzo mese di proteste, a seguito della morte di Mahsa Amini legata all’obbligo del velo. Il governo accusa i manifestanti di complicità con i servizi segreti occidentali. Ma la crisi ha radici lontane ed è aggravata da un’economia in declino.

    • ELEZIONI USA

    Il Gop vince la Camera. La sua "sconfitta" è un mito

    La vera notizia politica negli Usa è che i Repubblicani hanno vinto alla Camera, dunque hanno vinto le elezioni di metà mandato. E hanno posto fine alla lunga carriera politica di Nancy Pelosi, presidente della Camera dal 2019 e già capogruppo dei Democratici da ben vent’anni. Perché allora tutti parlano di una "sconfitta" del Gop?

    • ELEZIONI USA

    Trump torna in lizza e non lo fa da perdente

    Donald Trump annuncia la sua candidatura per le presidenziali del 2024. Considerato ormai come un "cavallo zoppo" dal Partito Repubblicano, dopo i risultati deludenti delle elezioni di metà mandato, ha però molte frecce al suo arco. E se il partito è profondamente trasformato per merito suo, anche il rivale DeSantis è un "suo prodotto". 

    • GUERRA IN UCRAINA

    Crisi dei missili, Biden calma i bollenti spiriti di Polonia e Ucraina

    Il missile caduto su una fattoria polacca a Przewodow non era russo ma ucraino: l'antiaerea, cercando di intercettare missili russi, ha colpito per errore il territorio polacco. Crisi rientrata, ma in queste ore di tensione è emersa la volontà di governi Nato, quali Polonia e Repubbliche Baltiche, di affiancare l’Ucraina nel tentativo di forzare la mano per portare l’Alleanza Atlantica verso un maggiore e pericoloso coinvolgimento nel conflitto. Tentativo sventato dagli Stati Uniti.
    - VIDEO. TUTTI POLACCHI CON I MISSILI DEGLI ALTRI, di Riccardo Cascioli

    • GUERRA IN UCRAINA

    Missili sulla Polonia. Si apre la nuova crisi Nato-Russia

    Tutta l’Europa resta col fiato sospeso. Przewodów, un paese polacco, vicino al confine con l’Ucraina, è stato colpito da due missili non identificati. Due i morti. Incidente o provocazione? I missili parrebbero essere russi ed era in corso un massiccio bombardamento sull'Ucraina. La Nato aspetta, la Russia denuncia la "provocazione". 

    • IL VERTICE A BALI

    Fra Biden e Xi c'è dialogo, ma anche molti equivoci

    La prima stretta di mano fra Xi Jinping e Joe Biden dall’inizio della nuova amministrazione americana è, in sé, un fatto storico. Ma i due leader parlano due lingue diverse anche nei concetti. Possono anche esprimere la stessa posizione formale, su Taiwan e Ucraina, ma la intendono in modi opposti.

    • GUERRA IN UCRAINA

    Russi via da Kherson, inizia la nuova fase del conflitto

    Per ora è solo un annuncio e gli ucraini lo prendono con cautela, ma il ministro della Difesa russo Shoigu ha annunciato in televisione che intende abbandonare Kherson, per ritirarsi sulla riva orientale del Dnepr. La guerra può entrare in una nuova fase, perché i russi parlano insistentemente di negoziati per consolidare lo status quo. 

    • ELEZIONI MID TERM

    Usa: i Repubblicani non stravincono, ma i Democratici non capiscono di aver perso

    Per Joe Biden, i Democratici hanno passato una “buona nottata”, e ha dichiarato una “vittoria morale” del suo partito. In realtà i Repubblicani hanno vinto, anche se non hanno ottenuto quella vittoria schiacciante che era prevista dai sondaggi, a causa di candidati rivelatisi troppo deboli. Ma i Democratici non possono sicuramente cantar vittoria, dopo che hanno perso alla Camera, mentre al Senato la battaglia continua e fra i governatori i Repubblicani conservano la maggioranza degli Stati. 

    - I PRO-VITA SCONFITTI OVUNQUE NEI REFERENDUM di Luca Volontè

    • PRO LIFE SCONFITTI

    USA, 5 referendum su 5 vinti dagli abortisti (ben finanziati)

    Sconfitta del fronte pro vita nei cinque Stati USA in cui si sono votate proposte referendarie in tema di aborto. In tre casi (California, Michigan e Vermont) si introduce un diritto all’aborto nella Costituzione statale. Negli altri due (Kentucky e Montana) bocciate delle proposte a tutela della vita nascente. La campagna pro aborto finanziata con 320 milioni di dollari.

    • GRAN BRETAGNA

    Dimmi che leggìo usi e ti dirò come governerai

    Dalla mensola a rotelle di Tony Blair al podio massiccio di Boris Johnson fino al legno riciclato di Rishi Sunak: una curiosa tradizione britannica vuole che ogni primo ministro si faccia disegnare un leggìo personalizzato per parlare davanti al numero 10 di Downing Street. Un modo per leggere anche lo stile di governo. Ma l’esordio più famoso è senza leggìo, con Margaret Thatcher…

    English
    • PREVISIONI

    Elezioni di Medio Termine, Repubblicani verso la vittoria

    Alla vigilia delle elezioni di Medio Termine negli Usa, per il rinnovo della Camera, di un terzo del Senato e dei governatori di 36 Stati su 50, i sondaggi statunitensi danno tutti in vantaggio i Repubblicani. Vorrebbe dire che i Democratici non sono stati convincenti sull'economia, sull'aborto e sulla presunta "minaccia" alla democrazia. 

    • ucraina

    Mosca mostra i "muscoli nucleari", ma la guerra prosegue sul campo

    Intesa sul grano e sospetti sul ruolo britannico nell'attacco ai gasdotti, sullo sfondo del dibattito circa il rischio atomico: uno spettro che la Russia agita sapendo che le conviene più la minaccia che l'uso effettivo, e il conflitto continua su base convenzionale.