Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Federico di Utrecht a cura di Ermes Dovico

Esteri


Il Venezuela verso il voto. Maduro può ancora perdere
COMUNISMO LATINO

Il Venezuela verso il voto. Maduro può ancora perdere

Il prossimo 28 luglio, in Venezuela si voterà per il rinnovo del presidente. Maduro si candida per un terzo mandato in quel che ormai è un regime comunista. Ma un oppositore, Edmundo Gonzalez Urrutia, potrebbe addirittura batterlo.


Trump sceglie il suo vice (e successore): JD Vance, l'uomo dell'Elegia Americana
CONVENTION REPUBBLICANA

Trump sceglie il suo vice (e successore): JD Vance, l'uomo dell'Elegia Americana

In tre giorni,tutto è cambiato. Il 13 luglio, Donald Trump scampa a un attentato, per un puro miracolo. Il 15 luglio viene archiviato il caso che lo riguarda in Florida. E la sera stessa nomina suo vice JD Vance, giovane senatore dell'Ohio emerso dall'inferno della società post-industriale, che incarna al meglio il principio America First.

- Attentato: per gli intellettuali di sinistra, Trump se l'è cercata di Ruben Razzante


Cina, vietato usare insieme le parole “Taiwan” e “indipendenza”
NUOVI CRIMINI

Cina, vietato usare insieme le parole “Taiwan” e “indipendenza”

Approvate nuove linee guida che prevedono pene gravi fino alla pena di morte per chiunque, anche all’estero, affermi l’indipendenza di Taiwan o il suo ingresso nelle organizzazioni internazionali.


Una possibile strategia dietro il missile russo sull'ospedale
UCRAINA

Una possibile strategia dietro il missile russo sull'ospedale

Ci sono prove evidenti che il missile caduto l'8 luglio sull'ospedale pediatrico di Okhmatdyt fosse russo e non ucraino. E molto probabilmente non un errore ma un atto deliberato per fiaccare la popolazione.


Il fallito attentato a Trump, il frutto avvelenato di anni di odio
ELEZIONI USA

Il fallito attentato a Trump, il frutto avvelenato di anni di odio

Sabato 13 luglio, a Butler, una cittadina rurale nella Pennsylvania un cecchino ha provato a uccidere Donald Trump durante un comizio. Ignoto il movente, se non il clima di odio.


Khan Younis, la caccia ai leader di Hamas costa 90 morti
STRISCIA DI GAZA

Khan Younis, la caccia ai leader di Hamas costa 90 morti

Il pesante raid nel campo profughi di al-Mawasi aveva come obiettivo il capo dell'ala militare di Hamas Mohammed Deif, di cui non si conosce ancora la sorte. Come reazione Hamas si è ritirata dalle trattative per il cessate il fuoco.


Accordi di Samoa, i vescovi nigeriani respingono i "diritti" gender
CONTINENTE NERO

Accordi di Samoa, i vescovi nigeriani respingono i "diritti" gender

Esteri 15_07_2024 Anna Bono

L’accordo di Samoa è un importante patto di cooperazione fra l’Ue e i Paesi afro-caraibici e del Pacifico (Acp). Include anche i "nuovi diritti" gender. Protesta dei vescovi nigeriani.


Il summit Nato porta l'Europa verso un'escalation di guerra
il bilancio

Il summit Nato porta l'Europa verso un'escalation di guerra

Il bilancio del summit dell’Alleanza Atlantica sembra confermare la tendenza dell’Occidente a cercare il confronto militare con la Russia e quella degli Stati Uniti a lasciare un’Europa sempre più debole sul piano politico, militare, sociale ed economico. 


Africa: più leggi anti-gay, reazione alla pressione internazionale
LGBT

Africa: più leggi anti-gay, reazione alla pressione internazionale

Esteri 13_07_2024 Anna Bono

Per un paese che depenalizza l'omosessualità, la Namibia, molti altri in Africa introducono leggi più severe. Lo fanno sotto la spinta delle opinioni pubbliche, reazione alle pressioni internazionali pro-gay.


La guerra di informazione: meglio non censurare i media russi
GUERRA IN EUROPA

La guerra di informazione: meglio non censurare i media russi

Censurare i media russi, da parte dell'Ue, è un provvedimento tardivo, inefficace e controproducente: è meglio sapere che cosa dicono i russi. Anche per non farci troppe illusioni.


Francia, dopo la sconfitta della destra, clima da caccia alle streghe
INTERVISTA/ CHANTAL DELSOL

Francia, dopo la sconfitta della destra, clima da caccia alle streghe

«Non “fermeremo” più la destra perché è antisemita - lo è la sinistra -, ma la “bloccheremo” solo perché è la destra. Il re è nudo». Chantal Delsol spiega il clima che si respira in Francia dopo il voto.


Le torture a padre Olszewski, prigioniero politico nella Polonia di Tusk
Come ai tempi del comunismo

Le torture a padre Olszewski, prigioniero politico nella Polonia di Tusk

Arrestato da agenti con passamontagna, lasciato per 60 ore senza mangiare, privato della possibilità di andare in bagno e svegliato a ogni ora della notte. Una procedura riservata ai peggiori criminali e disposta dalla Procura nazionale. Il racconto delle torture subite da padre Michal Olszewski, prigioniero politico nella Polonia dell’europeista Tusk.