• LO SCONTRO RUSSO-TURCO

    Siria, Erdogan chiede aiuto alla Nato e ricatta l'Ue

    In Siria si sta ormai combattendo una guerra aperta fra l'esercito turco (a Idlib per appoggiare i ribelli) e l'esercito regolare siriano appoggiato dalla Russia. In difficoltà a causa delle gravi perdite subite, Erdogan chiede aiuto alla Nato. E ricatta l'Ue, minacciando di riaprire le porte al flusso di profughi ed emigranti (ora anche dalla Libia)

    • COMUNISMO CINESE

    Hong Kong, arrestati tre campioni della causa democratica

    Il governo di Hong Kong ha dato un giro di vite notevole contro la protesta democratica che va avanti da giugno. Ieri mattina ha arrestato tre campioni della causa democratica, l’imprenditore ed editore cattolico Jimmy Lai, il sindacalista Lee Cheuk-yan e il parlamentare democratico Yeung Sum

    • CRISTIANESIMO AMERICANO

    Trump: primo discorso delle Ceneri di un presidente Usa

    Per la prima volta un presidente degli Stati Uniti ha tenuto un discorso il Mercoledì delle Ceneri sulla Quaresima e lo ha fatto, non come atto privato, ma come atto ufficiale. La scelta di Donald J. Trump è di importanza cruciale, non solo perché a capo della prima potenza mondiale, ma perché torna a identificare gli Usa come nazione cristiana

    • ARABIA SAUDITA

    Contagio dall'Iran: stop ai pellegrinaggi alla Mecca e Medina

    Il coronavirus sta cambiando abitudini e tradizioni secolari. L’Arabia Saudita ha deciso improvvisamente di non concedere più visti di ingresso ai pellegrini diretti alla Mecca e a Medina. Temendo soprattutto il contagio che arriva dall'Iran, uno dei Paesi più colpiti. E uno di quelli che hanno gestito peggio la nuova crisi. 

    • GUERRA

    Libia, Sarraj offre una base agli Usa

    Per fermare l'avanzata di Haftar, sostenuto da Russia, Egitto ed Emirati Arabi, il governo di Tripoli dopo l'aiuto turco punta a portare dalla sua parte anche gli Stati Uniti con l'offerta di una base militare. Offerta difficilmente ricevibile.

    • EGITTO

    L'eredità di Mubarak e la lezione ignorata

    La morte dell'ex presidente egiziano Mubarak spinge alla riflessione sull'Egitto di oggi, guidato dal generale Al Sisi, che di Mubarak è il vero erede. Ma sembra che la Primavera araba che portò al potere i Fratelli musulmani abbia insegnato poco sia ai militari sia all'opposizione democratica.

    • INTERVISTA ESCLUSIVA

    «Più droga e miseria: Morales ha tradito noi nativi»

    La Nuova Bussola intervista Nelson Condori, leader Aymara, lo stesso gruppo etnico da cui proviene l'ex presidente boliviano Morales​​​​​​. «​Con lui il popolo ha avuto più miseria e più traffico di droga». Ora vive minacciato dalle milizie del Movimento al Socialismo. 

    Español
    • IL REPORT

    La Corte Europea dei diritti umani... e di Soros

    Il centro studi Eclj smaschera il conflitto di interessi della Cedu con le fondazioni di Soros. 22 giudici nel 2019 hanno o avevano avuto legami con sette Ong legate al magnate filantropo. Il commissario dei diritti umani difenderà la giustizia europea? 

    • COMUNISMO

    Condannato l'editore di Hong Kong. I lunghi tentacoli di Pechino

    Un tribunale cinese ha condannato Gui Minhai, cittadino svedese e residente a Hong Kong, a 10 anni di carcere. Non è una condanna fra le tante: si tratta di un caso di esportazione della repressione cinese all’estero ed è la prova che a Hong Kong hanno qualche ragione in più per protestare contro la legge sull’estradizione.

    • GUERRA INFINITA

    Afghanistan, la prima tregua ufficiale del lungo conflitto

    Dopo quasi diciannove anni di guerra in Afghanistan, è iniziata questo fine settimana la prima tregua ufficiale. Si tratta in ogni caso di una tregua parziale, che prevede un rallentamento delle ostilità e non un cessate-il-fuoco totale. Ma è segno che le trattative procedono. Il problema è che lo stesso governo di Kabul è diviso e in crisi. 

    • PARLAMENTO ISLAMICO

    Iran, vincono i conservatori già prima del voto

    Iran, il 21 febbraio le elezioni del Majlis, il parlamento della Repubblica Islamica, erano state vinte dai conservatori ancora prima di iniziare. L’organo di controllo, il Consiglio dei Guardiani, aveva eliminato dalle liste gran parte dei candidati conservatori. Ignota l'affluenza, il dato non è stato diffuso (quindi vuol dire che è bassa?)

    • ERDOGAN

    Il nuovo imperialismo turco visto da un dissidente

    Abdullah Bozkurt è un giornalista turco esperto di terrorismo, sicurezza, criminalità ed estremismo. Un giorno del 2016 è riuscito a scappare in Europa un attimo prima di essere oggetto delle purghe di Erdoğan. Qui spiega il neo-imperialismo della Turchia di oggi alla NBQ. Un'espansione che riguarda la Libia, il gasdotto, i Fratelli Musulmani e l’Iran.