Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
Natività di san Giovanni Battista a cura di Ermes Dovico

Renzi


Bonus mania. Anche Meloni promette mancette elettorali
ELEZIONI

Bonus mania. Anche Meloni promette mancette elettorali

Anche Giorgia Meloni casca nella bonus-mania: promette sgravi e indennità per chi assume lavoratori svantaggiati. Cerca consensi facili, quando potrebbe farne a meno.


Liste per le europee, anche la sinistra scopre il garantismo
GIUSTIZIA E POLITICA

Liste per le europee, anche la sinistra scopre il garantismo

Essere accusati di un reato non può diventare un motivo di esclusione dalle elezioni. Ora che i sospetti toccano Decaro, la sinistra sposa questo principio nelle sue candidature.


Pd-5Stelle, il "campo largo" è già un ricordo
REGIONALI

Pd-5Stelle, il "campo largo" è già un ricordo

Sulle candidature per le prossime regionali in Basilicata e Piemonte la spaccatura tra i due principali partiti è netta, mentre Renzi e Calenda strizzano l'occhio al centrodestra, possibile anteprima di nuovi schieramenti.


Se Meloni salva Renzi, poi non potrà stare serena
MANOVRE PARLAMENTARI

Se Meloni salva Renzi, poi non potrà stare serena

Il governo Meloni potrebbe approvare una riforma elettorale, in vista delle prossime Europee, per abbassare la soglia di sbarramento dal 4% a 3%. Si salverebbero i piccoli partiti, fra cui anche Italia Viva di Matteo Renzi. Ma a che pro? La riforma complicherebbe la vita al Pd, ma aumenterebbe le sfide anche al centrodestra.


Il MES diventa una trappola per il governo
LO CHIEDE L'EUROPA

Il MES diventa una trappola per il governo

La sospensione di quattro mesi della ratifica del Meccanismo Europeo di Stabilità è un tentativo di prendere tempo; ma FdI e Lega - da sempre contrari - rischiano di essere forzati ad approvarlo.


Il centrodestra vince con Renzi nel "laboratorio" del Molise
regionali

Il centrodestra vince con Renzi nel "laboratorio" del Molise

Diverse indicazioni arrivano dalle urne molisane che eleggono governatore Francesco Roberti (Forza Italia), con l'appoggio di Italia Viva.. In sostanza, non è un voto soltanto locale, ma il primo test per gli equilibri post-berlusconiani.


Giornalisti e politici spiati: Renzi solleva il caso
intercettazioni preventive

Giornalisti e politici spiati: Renzi solleva il caso

Un libro recentemente uscito parla di oltre 400 utenze intercettate dai servizi segreti: possibilità prevista dal nostro ordinamento ma solo in caso di rischi per la sicurezza nazionale. Il leader di Italia Viva lancia l'allarme e chiede chiarimenti. Se non è una bugia allora siamo di fronte a un pericoloso precedente.


Nel Terzo Polo volano gli stracci: è questione di soldi
CALENDA E RENZI

Nel Terzo Polo volano gli stracci: è questione di soldi

C’era da scommetterlo che la convivenza tra Matteo Renzi e Carlo Calenda non sarebbe durata a lungo. Entrambi prigionieri di manie di protagonismo. Ma le motivazioni non sono politiche. Si è capito il vero motivo delle frizioni tra Azione e Italia Viva: i soldi, l’utilizzo delle risorse di partito. In ballo c’erano svariati milioni di euro.


Riforma della Rai, la Lega propone di abolire il canone
TV

Riforma della Rai, la Lega propone di abolire il canone

La Lega ha presentato la sua proposta di riforma della Rai, a partire dalla misura più rivoluzionaria: l'abolizione del canone, una delle tasse più odiate che il Carroccio definisce "anacronistico". Tanti altri nodi da sciogliere, soprattutto il rapporto con gli utenti. E la creazione di canali veramente culturali.


Il nostro gas in “regalo” a Slovenia e Croazia
SUICIDIO ENERGETICO

Il nostro gas in “regalo” a Slovenia e Croazia

Il governo Renzi aveva imposto il divieto di trivellare l’Adriatico e ne paghiamo le conseguenze, anche in termini di risarcimenti multimilionari a una compagnia petrolifera britannica. Intanto i vicini di mare estraggono il gas naturale a cui noi abbiamo rinunciato.


Letta torna alla guida del Pd, ma non starà sereno
SINISTRA SOTTOSOPRA

Letta torna alla guida del Pd, ma non starà sereno

Il Pd riparte da Enrico Letta, che oggi viene incoronato segretario del partito. I leader delle innumerevoli e conflittuali correnti dem lo hanno chiamato, dal suo esilio volontario a Parigi, al capezzale di un partito moribondo. Ma adesso potrà "stare sereno" veramente? La faida è appena cominciata. E c'è la concorrenza di Conte.


Zingaretti si dimette. Ma non si sente affatto sconfitto
PD IN CRISI

Zingaretti si dimette. Ma non si sente affatto sconfitto

Zingaretti si dimette dalla carica di segretario del Pd. Ma stando al suo comunicato e al tono in cui è scritto, non si ritiene sconfitto, né chiede scusa. La mossa mirerebbe a stanare i suoi nemici di partito che si stavano coalizzando per disarcionarlo e che ora devono uscire allo scoperto. Il centrodestra vuole approfittare della debolezza del Pd per portare il governo Draghi dalla sua parte.