• MIGRAZIONI

    Lampedusa, il silenzio di Eritrea e Somalia

    «Una scena raccapricciante che offende l’Occidente e l’Europa» dice il vicepremier Alfano sulla tragedia di Lampedusa. Ma il silenzio dei governi di Eritrea e Somalia la dice lunga.

    • ITALIA-INDIA

    Governo: i marò sono innocenti "ma anche" colpevoli

    Posizione incerta, come sempre, quella del governo italiano sui due marò, Latorre e Girone, prigionieri dell'India da quasi 600 giorni. Per la difesa e il ministro Mauro sono "innocenti". Per il ministro Bonino "non è accertata l'innocenza".

    • JIHAD

    Hezbollah accolti a Cagliari con tutti gli onori

    Il responsabile esteri di Hezbollah e il direttore della televisione Al Manar, sono invitati al “Meeting Internazionale delle Politiche del Mediterraneo”. Entrambi sono membri di un gruppo riconosciuto come terrorista. Come è stato possibile accoglierli con tutti gli onori in Italia?

    • LAICISMO

    In Svezia non esiste il diritto all'obiezione di coscienza

    La Federazione europea delle associazioni familiari cattoliche accusa la Svezia di non riconoscere il diritto di obiezione di coscienza. Se un medico deve eseguire gli ordini, anche contro la sua religione, quali sono i diritti che la Svezia difende?

    • LAMPEDUSA

    Migrazioni, alle radici della colpa

    Di fronte alla tragedia immane del naufragio di Lampedusa è troppo facile predicare la "politica dell'accoglienza". Serve risalire alle radici del problema migratorio. Da dove arrivano i migranti? Perché la Libia è nel caos? Perché tutti scappano dall'Africa?
    - Strage (annunciata) di migranti

    • STATI UNITI

    Tutti i miti dello "shutdown"

    Usa, il governo federale resta senza fondi. E quindi? Non finisce il mondo, non crolla l'economia e Wall Street ha aperto in salita. Perché, allora, nei giorni scorsi si era scatenato il panico? Meglio sfatare qualche mito sullo "shutdown".

    • ELEZIONI

    Segnali importanti dall'Austria

    Austria, il risultato delle elezioni era prevedibile, così come la grande coalizione di governo fra popolari e socialisti. Sono altri i risultati interessanti, come l'affermazione di Strache (che non è xenofobo come si dice) e dei liberali.

    • NIGERIA E PAKISTAN

    Una catena di massacri firmati dagli estremisti islamici

    Settantotto studenti sorpresi nel sonno e massacrati in Nigeria dai terroristi di Boko Haram. E in Pakistan un'autobomba fa strage in un popolare bazar di Peshawar. Sono gli ultimi, gravi episodi di una lunga scia di sangue.

    • ILLUSIONI

    Iran, Rouhani non è un pacifista

    Il presidente iraniano Rouhani non usa argomenti molto diversi da quelli del suo predecessore Ahmadinejad. Però i media (e Obama) gli credono. Anche se l'oggetto del contendere, il programma nucleare, non dipende da Rouhani, bensì dall'ayatollah Khamenei.

    • SOROS

    Il matrimonio di uno squalo internazionale

    George Soros, a 83 anni suonati, si sposa per la terza volta, con un rito aconfessionale e tanti ospiti illustri. Il suo passato pieno d'ombre impedisce, però, di gioire serenamente del lieto evento.

    • MEDIO ORIENTE

    Siria, ormai è guerra di tutti contro tutti

    Guerra civile siriana: le milizie islamiche di Al Nusra e di altri movimenti estremisti locali si sono unificate nel cartello "Islam e Sharia". Combattono sia contro Assad che contro i ribelli laici e moderati. In Siria, ormai, ci sono tre eserciti che si combattono fra loro.

    • EGITTO

    Sciolta la Fratellanza Musulmana, la storia si ripete

    Una sentenza ordina lo scioglimento della Fratellanza Musulmana, come avvenne nel 1948 con la monarchia e nel 1954 con la dittatura di Nasser. La storia si ripete. E per questo gli egiziani sanno che la Fratellanza non starà a guardare...