• MALI

    Contro il terrorismo c'è chi propone l'aborto

    Il Mali sembra avere un nuovo problema: la crescita troppo rapida della popolazione. L'ultima trovata della ONG inglese Population Matters per giustificare il controllo sulle nascite e la pianificazione familiare. La scusa? Arginare violenza e terrorismo.

    • SIRIA

    Il sacrificio di Suor Rima

    Suor Rima era una religiosa delle Suore Maestre di S. Dorotea-Figlie dei Sacri Cuori. A raccontare con commozione gli ultimi momenti della suora scomparsa in Siria alcuni giorni fa è il Nunzio Apostolico a Damasco mons. Zenari. 

    • SIRIA

    La guerra che può far saltare il Medio Oriente

    All'improvviso ci siamo ricordati che la guerra in Siria non è solo «una questione loro», ma un conflitto che può avere grosse ripercussioni sull'intero Medio Oriente. È successo dopo che l'altro giorno un raid dell'aviazione di Israele ha colpito alcuni mezzi all'interno dei confini siriani.

    • DOCUMENTO

    Congo, olocausto di donne. E l'Onu sta a guardare

    Lo stupro in Congo e violenze sessuali di ogni tipo sono diventate una follia collettiva che sta decimando e terrorizzando la popolazione femminile. L'agghiacciante testimonianza di un missionario italiano.

    • TESTIMONIANZA

    Come era il Mali prima di Al Qa'ida

    Piero Gheddo ci racconta la sua esperienza in Mali nel 2006. Come il Senegal, secondo il missionario, si tratta di uno dei milgiori paesi dell'Africa occidentale. L’arrivo di Al Qaida e la guerra dell’estremismo islamico contro quello moderato però sta procurando danni enormi. 

    • MALI

    La vendetta dei neri contro arabi e tuareg

    I jihadisti hanno imposto la più severa forma di sharia alle popolazioni del centro-nord del Malì, tuareg ma soprattutto neri. Il conflitto che si sta sviluppando non ha però connotati religiosi. Il razzismo qui ha radici antiche, anche se l'Occidente lo dimentica.

    • PRIMAVERE ARABE

    Egitto, il "pasticcio" dell'Occidente

    Nei primi duecento giorni di Morsi, proveniente dalle file dei Fratelli Musulmani, sono stati denunciati giornalisti, attivisti, un'attrice, il capo dell’associazione dei magistrati, un ex parlamentare e due predicatori. La tentazione autoritaria sembra sempre più forte. E le previsioni occidentali sbagliate. 

    • MALI

    L'illusione della "vittoria lampo" sugli islamisti

    Nella capitale maliana dilaga un entusiastico ottimismo delle forze che stanno combattendo gli estremisti islamici. Ma i nemici si stanno solamente spostando per preparare una lunga ed estenuante guerriglia. E a Parigi l'hanno capito molto bene. 

    • IL CASO

    Dalla Russia un no alla propaganda omosex

    La Russia vieta la propaganda omosessuale a danno dei minori e scatena la reazione della lobby gay. Saranno comunque vietate “azioni pubbliche mirate a promuovere la sodomia, il lesbismo, la bisessualità e il transgender tra i minori”.

    • ELEZIONI ISRAELE

    L'avanzata degli arabi cristiani

    Come dicevano le previsioni della vigilia, Benjamin Netanyahu ha ottenuto la maggioranza per guidare il Paese, ma non ha trionfato. Il vincitore "morale", secondo la stampa, è il centrista Yair Lapid del partito laico di Yesh Atid. Buona la rappresentanza ottenuta dai cristiani.

    • GUERRA

    Dal Mali alla Somalia, l'illusione di una vittoria

    Le motivazioni dell'intervento francese (e del supporto italiano) in Mali ricordano drammaticamente le ragioni del conflitto in Somalia. Ma la sconfitta degli integralisti islamici spesso si rivela una pericolosa chimera.

    • ELEZIONI

    Israele alle urne in cerca d'identità

    Se la vittoria del premier Netanyahu è scontata, la vera novità è l'ascesa dei partiti religiosi, che potrebbero conquistare quasi un terzo dei seggi e condizionare fortemente il prossimo governo. E' il riflesso di una grande crescita d'influenza degli ortodossi nella società israeliana.