• ABOLIZIONE DELLA TASI

    Saremo sempre meno un Paese per giovani

    La promessa di abolire la tassa sulla prima casa va comunque accolta a braccia aperte, in un paese vessato dal fisco. Ma c'è il rischio di un effetto indesiderato: si avvantaggeranno ancora una volta i pensionati di oggi e resteranno penalizzati i giovani in età da lavoro. E in un Paese in piena crisi demografica.

    • CRISI

    Se il governo fa crollare il castello di carte delle pensioni

    L'Italia è il secondo paese europeo, dopo la Grecia, che spende di più nel sistema pensionistico. I conti dell'Inps sono sempre peggiori. Già il buco che si potrebbe registrare a fine anno potrebbe obbligare il governo ad alzare le tasse. Nonostante tutto, il ministro Poletti vuole aumentare la spesa per permettere ai lavoratori di anticipare la pensione.

    • CROLLO DELLE BORSE

    La Cina è vicina. A una crisi di sistema

    Il crollo delle Borse cinesi continua a preoccupare tutto il mondo, anche se le borse occidentali, dopo il panico iniziale, dimostrano di saper reggere il colpo. Il problema è proprio il modello di sviluppo di Pechino, che ha puntato tutto sulle esportazioni e si è creato un problema demografico con la dissennata politica del figlio unico.

    • IMMIGRAZIONE

    Troppo facile dire "Aiutiamoli a casa loro"

    Nel 2014 l’ammontare complessivo dell’assistenza ai paesi poveri è stato di 135 miliardi di dollari. Gli stati europei vi hanno contribuito con quasi 71 miliardi di dollari, l’Unione Europea con altri 16 miliardi, gli Stati Uniti con oltre 31 miliardi. E 105mila caschi blu sono schierati nelle missioni di peacekeeping. Eppure si continua a pensare che il "primo mondo" non aiuti il "terzo" e che i popoli poveri siano costretti a emigrare per questo.

    • FISCO

    Local Tax, colpire la casa per spennare le famiglie

    Nonostante l'annuncio dell'abolizione dell'Imu sulla prima casa, il governo Renzi introduce una "local tax" municipale che accorpa tutti i tributi locali (semplificandoli), ma finirà per rimpiazzare l'Imu nella sua interezza. Si tratta, di fatto, di un altro attacco fiscale alla famiglia, considerando che il 76,6% sono famiglie proprietarie di casa. 

    • LA CRISI

    Cina, il tramonto del "capitalismo" rosso

    Non solo la svalutazione dello yuan. Tutti gli indicatori dell'economia cinese segnalano record negativi. Il tanto declamato modello cinese, che pretende di mischiare pianificazione e mercato, sta mostrando le sue prime crepe. La storia insegna che solo le economie veramente libere rendono un paese prospero.

    • IL CASO

    Cina, una piccola rivoluzione monetaria

    Con una mossa a sorpresa (ma non troppo), la Banca Popolare della Cina compie tre svalutazioni dello yuan in tre giorni. Cosa vuol dire? Nel breve periodo il colosso economico in difficoltà deve incoraggiare esportazioni e settore manifatturiero. Ma nel lungo periodo la mossa della banca centrale di Pechino si spiega con la volontà di integrarsi nei mercati valutari internazionali.

    • LA SVALUTAZIONE

    Così la Cina si integra nel sistema monetario internazionale

    La svalutazione dello yuan va letta come una volontà cinese di entrare nei meccanismi dell'attuale, pur disordinato, sistema monetario internazionale. La moneta cinese non è più strettamente vincolata al dirigismo della banca centrale, ma avrà sempre di più un valore determinato dagli equilibri dei mercati. E questa è sia una buona che una cattiva notizia.

    • CRISI

    Cina, il colosso economico dai piedi d'argilla

    Dopo il crollo della Borsa di Shanghai e il rallentamento del settore manifatturiero, arriva la svalutazione dello yuan, deciso dalla Banca Popolare Cinese per incoraggiare le esportazioni all'estero. Il colosso cinese si trova alle prese con una crisi che rivela tutta la fragilità del suo sistema.

    • TELEVISIONE

    La nuova vecchia Rai è giunta a un bivio

    Il rinnovo dei vertici Rai è avvenuto ancora con la Legge Gasparri e ha suscitato le consuete polemiche sulla lottizzazione. Ma a Renzi importa di più la nomina del nuovo direttore generale, Antonio Campo Dall'Orto. A lui spetta il compito di rinnovarla, per reggere la competizione dei colossi del digitale. 

    • L'ANALISI

    Cosa nasconde l'immenso debito della Cina

    Il McKinsey Global Institute ha appena pubblicato un interessantissimo studio sul debito cinese . È importante capire che sta succedendo in Cina poiché questo debito è quasi vicino al 300% del Pil cinese e supera il debito americano. Dallo scoppio della crisi (2007) a oggi il debito totale cinese è quasi raddoppiato sul Pil.

    • MILLENNIUM GOALS

    Sorpresa: il mondo è meno povero e vive meglio

    Mancano pochi mesi alla conclusione dei Millennium Goals, gli Obiettivi del Millennio, un progetto di lotta alla povertà senza precedenti lanciato dalle Nazioni Unite nel 2000: 8 gli obiettivi, 15 gli anni di tempo per realizzarli.  Dimezzato il numero di persone in estrema povertà  e che soffrono la fame.