Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
Santa Maria Maddalena a cura di Ermes Dovico
Migrazioni
a cura di Anna Bono

Liberati in Libia 600 emigranti detenuti nei centri governativi
Emigranti irregolari

Liberati in Libia 600 emigranti detenuti nei centri governativi

 

La Oim protesta per la liberazione di 600 emigranti del centro di Abu Salim lasciati senza protezione. Altri 120 raggiungeranno il Rwanda grazie al piano di riallocazione predisposto dall’Unhcr

 


I venezuelani fuggiti all’estero sono 4,5 milioni
America Latina e Caraibi

I venezuelani fuggiti all’estero sono 4,5 milioni

I paesi dell’America Latina e dei Caraibi ospitano l’80% dei venezuelani espatriati. Malgrado l’intervento di Oim e Unhcr, la loro capacità di accoglienza è ormai al limite


I rifugiati in Sudafrica vogliono essere trasferiti in paesi sicuri
Violenze xenofobe

I rifugiati in Sudafrica vogliono essere trasferiti in paesi sicuri

Colpiti anche loro dalle violenze xenofobe scatenatesi in Sudafrica a settembre, molti rifugiati africani chiedono all’Unhcr di essere trasferiti in paesi sicuri

 

 


I rifugiati birmani in Bangladesh non vogliono tornare nel Myanmar
Rohingya

I rifugiati birmani in Bangladesh non vogliono tornare nel Myanmar

Da quando è stato avviato il programma di rimpatrio volontario dei rohingya, concordato dai governi dei due paesi, hanno accettato di tornare in patria meno di 500 persone su oltre un milione

 

 

 


L’Oim trasferisce migliaia di emigranti e rifugiati dalle isole greche alla terraferma
Migranti e rifugiati

L’Oim trasferisce migliaia di emigranti e rifugiati dalle isole greche alla terraferma

 

Per decongestionare le isole greche sovraffollate di rifugiati, richiedenti asilo ed emigranti, l’Oim trasferisce in centri sulla terraferma quelli vulnerabili, specie le famiglie con bambini


Africa. Una regione in movimento
Profughi

Africa. Una regione in movimento

Nei primi sei mesi del 2019 Corno d’Africa e Africa orientale hanno registrato 11,6 milioni di profughi, mentre gli emigranti arrivati in Europa via mare è diminuito dell’80%

 

 


L’11 ottobre è arrivato a Kigali il secondo gruppo di emigranti provenienti dalla Libia
Accordo migranti Unhcr-UA-Rwanda

L’11 ottobre è arrivato a Kigali il secondo gruppo di emigranti provenienti dalla Libia

Altri 182 emigranti sono stati trasferiti in Rwanda in base agli accordi tra Unhcr, UA e governo rwandese del 10 settembre. Ma ne restano in Libia quasi 4.000 e l’Unhcr non sa dove riallocarli

 


I profughi sono davvero più numerosi che mai?
UNHCR

I profughi sono davvero più numerosi che mai?

Un docente dell’Università di Glasgow sostiene che i dati sui profughi sono parziali e che è sbagliato sia in termini relativi che assoluti parlare di un numero di profughi mai visto prima d’ora


Paesi di America Latina, Africa e Asia esempi di accoglienza ai rifugiati
UNHCR

Paesi di America Latina, Africa e Asia esempi di accoglienza ai rifugiati

Nel discorso di apertura all’incontro del Comitato esecutivo dell’Unhcr l’Alto commissario Filippo Grandi parla delle sfide da affrontare, chiede più fondi e loda i paesi modelli di accoglienza

 


In Etiopia quasi tutti i profughi sono tornati a casa, o forse no
Profughi

In Etiopia quasi tutti i profughi sono tornati a casa, o forse no

Il governo etiope annuncia che in tutto il paese restano solo 100.000 sfollati. Ma le ong raccontano di ritardi negli aiuti, discriminazioni, sfollati costretti a lasciare i campi profughi a forza

 

 


È iniziato in Tanzania il rimpatrio dei rifugiati burundesi
Rifugiati

È iniziato in Tanzania il rimpatrio dei rifugiati burundesi

Nonostante le proteste dell’Unhcr e i timori espressi dai rifugiati, i primi 600 cittadini del Burundi, dal 2015 fuggiti in Tanzania e ospitati in alcuni campi, sono rientrati a casa il 3 ottobre


I vescovi maroniti libanesi chiedono il rimpatrio sicuro e dignitoso  dei rifugiati siriani
Libano

I vescovi maroniti libanesi chiedono il rimpatrio sicuro e dignitoso dei rifugiati siriani

Il presidente libanese Aoun parlando all’Onu ha detto che i rifugiati siriani ormai sono una seria minaccia per il suo paese. La Conferenza dei vescovi concorda e sollecita il loro rimpatrio