Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Casimiro a cura di Ermes Dovico

Libertà religiosa


Pakistan.
Due cristiani
"blasfemi"
nel braccio
della morte
ISLAM

Pakistan. Due cristiani "blasfemi" nel braccio della morte

I cristiani di Lahore, Pakistan, hanno dedicato il 28 marzo al digiuno e alla preghiera per Sawan Masih e per Asia Bibi, due cristiani giudicati colpevoli di blasfemia e condannati a morte. Masih è stato condannato questa settimana.


Conversioni forzate, le schiave cristiane dell'islam
LIBERTA' RELIGIOSA

Conversioni forzate, le schiave cristiane dell'islam

Egitto, Pakistan, Nigeria. Si moltiplicano i casi delle conversioni forzate di donne cristiane, rapite, ricattate, raggirate. Nell'Egitto post-rivoluzionario i casi sono triplicati, in Pakistan sono raddoppiati. Violenze sistematiche i n Nigeria.


Londra, 
quando la sharia
viene applicata
nei tribunali
MULTICULTURALISMO

Londra, quando la sharia viene applicata nei tribunali

La sharia (la legge coranica) fa un passo avanti in Gran Bretagna. Sarà recepita dai solicitors, gli avvocati indipendenti che preparano i processi. In materia di eredità, una donna varrà la metà di un maschio. E il non-musulmano varrà nulla.


Omofobia, ci vogliono imbavagliare
E noi facciamo ricorso al TAR
LIBERTA'

Omofobia, ci vogliono imbavagliare E noi facciamo ricorso al TAR

Riccardo Cascioli, direttore de La Nuova Bussola Quotidiana, ha presentato ricorso al TAR del Lazio chiedendo l'annullamento delle “Linee guida per un'informazione rispettosa delle persone LGBT”, pubblicato dall'UNAR.


Lars Ekblad, dal gelo luterano al cattolicesimo
CONVERSIONE

Lars Ekblad, dal gelo luterano al cattolicesimo

Il pastore luterano Lars Ekblad, svedese, si è convertito al cattolicesimo. «Penso», dice oggi, «che chiunque ascolti la voce del Signore e sia disposto a seguirlo diventerà cattolico». Anche perché il luteranesimo svedese è ormai una post-religione.


Usa, cinque religioni contro le nozze gay
LIBERTA' RELIGIOSA

Usa, cinque religioni contro le nozze gay

Chiesa cattolica, Chiesa battista del Sud, Chiesa luterana-Sinodo del Missouri, Associazione nazionale degli evangelici e Mormoni combatteranno in tribunale contro i giudici dello Utah e dell'Oklahoma che vogliono imporre il matrimonio gay.


Pop "raffinato" a Sanremo
GENDER

Pop "raffinato" a Sanremo

Il Festival di Sanremo invita Rufus Wainwright, il "Messiah gay" dal pop "raffinato", che canta in croce e coronato di spine. E invita l'integralista islamico Cat Stevens. Forse sperano che fra loro due ci sia lo scontro. E noi paghiamo.
- DIFFIDA AL FESTIVAL, di G. Amato


Si scrive Aida, si deve leggere Aido
GENDER

Si scrive Aida, si deve leggere Aido

L'Aida interpretata da un uomo. E perché? La regista Roberta Torre dice di voler "ribaltare i generi". Mettere le mani sui grandi classici è la nuova strategia gender. Noi suggeriamo altre manipolazioni, da Delitto e Castigo all'Odissea.


Omofobia, si comincia: 
in Spagna indagato neo-cardinale Sebastiàn
SPAGNA

Omofobia, si comincia: in Spagna indagato neo-cardinale Sebastiàn

L'arcivescovo emerito di Pamplona, monsignor Fernando Sebastiàn Aguilar, appena nominato cardinale da papa Francesco e suo amico e maestro, accusato per aver ripetuto in una intervista quanto è già scritto nel Catechismo della Chiesa.


Quando il segno della Croce diventa una "offesa"
EMILIA ROMAGNA

Quando il segno della Croce diventa una "offesa"

La nipote di Emilio Ricchetti (Giuristi per la Vita), a scuola si fa il segno della Croce e viene ripresa dall'insegnante di religione: è un'offesa agli altri culti. Il consigliere Filippi denuncia, la Regione risponde pilatescamente, la curia si muove tardi.


L'Onu dichiara guerra alla Chiesa
GINEVRA

L'Onu dichiara guerra alla Chiesa

Clamorosa aggressione del Comitato Onu per i diritti del Fanciullo alla Santa Sede, con un documento di accusa che, prendendo a pretesto il dramma della pedofilia, intima alla Chiesa cattolica di cambiare la propria dottrina.


Pakistan, cristiani in balìa della "legge nera"
LIBERTA' RELIGIOSA

Pakistan, cristiani in balìa della "legge nera"

Il tribunale islamico chiede un ulteriore inasprimento della Legge sulla blasfemia, con l'estensione della pena di morte a chi offende il Corano. Ora è solo l'offesa a Maometto che è punibile con l'esecuzione capitale, e già tale legge è strumento di persecuzione. Particolarmente colpiti i cristiani, più del 30% degli accusati nel 2013, contro una popolazione cristiana che non supera il 2%.