Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
Santa Caterina Drexel a cura di Ermes Dovico

Libertà religiosa


Jihadisti senza pietà: strage di fedeli a Messa, 15 morti
BURKINA FASO

Jihadisti senza pietà: strage di fedeli a Messa, 15 morti

Assalto spietato nel villaggio di Essakane dove era in corso la Messa: 15 vittime. Ma la minaccia jihadista in Burkina Faso colpisce anche i musulmani. Il vescovo: «Il terrorismo si è abbattuto sul Sahel con l'intento di islamizzare tutta l'Africa». E tanti cattolici stanno già disertando le chiese per paura. 


L'Isis attacca la chiesa italiana di Istanbul
TURCHIA

L'Isis attacca la chiesa italiana di Istanbul

Un gruppo armato ha fatto irruzione nella chiesa italiana di Istanbul, facendo un morto e un ferito. È un crimine di odio religioso. Lo Stato Islamico rivendica. . 


Liberate le suore rapite ad Haiti, testimoni di fede nel degrado della società
MISSIONE

Liberate le suore rapite ad Haiti, testimoni di fede nel degrado della società

Sei suore della Congrégation des Soeurs de Saint-Anne sono state liberate a una settimana dal loro rapimento, ad opera di una delle tante bande armate di Haiti.


Morto Qi Zhiyong, testimone di Tienanmen convertito al cristianesimo
COMUNISMO CINESE

Morto Qi Zhiyong, testimone di Tienanmen convertito al cristianesimo

Qi Zhiyong era stato ferito a Tienanmen il 4 giugno 1989. Convertitosi al cristianesimo ha passato la vita a raccontare la verità su quei fatti, nonostante la persecuzione.


Open Doors. L'islam è la prima causa di sofferenza dei cristiani
RAPPORTO 2024

Open Doors. L'islam è la prima causa di sofferenza dei cristiani

Il nuovo rapporto dell'associazione Open Doors: 365 milioni di cristiani vivono in paesi privi di libertà di religione. La principale causa della persecuzione è l'islam, in 34 paesi su 50. Poi il comunismo, con Corea del Nord e Cina. 


Álvarez libero ma l'esilio in Vaticano è un regalo ad Ortega
nicaragua

Álvarez libero ma l'esilio in Vaticano è un regalo ad Ortega

Il rilascio del vescovo di Matagalpa e altri 18 religiosi nicaraguensi accolti a Roma è una buona notizia ma anche un pericoloso precedente: il regime potrà sbarazzarsi del clero accordandosi con la Santa Sede.


Persecuzioni natalizie: il "regalo" di Ortega ai cattolici
nicaragua

Persecuzioni natalizie: il "regalo" di Ortega ai cattolici

A ridosso del Natale sono aumentati gli arresti di vescovi e sacerdoti nicaraguensi. Non si placa la furia del dittatore e si teme il peggio.


Pregano davanti all'abortificio, scatta la furia rossa del governo
spagna

Pregano davanti all'abortificio, scatta la furia rossa del governo

La Spagna social comunista di Sanchez sta diventando sempre più totalitaria. Scontri e arresti di pro vida in preghiera davanti all'abortificio di Madrid nel giorno dei Santi Innocenti. Mentre il governo Sanchez pensa di liberalizzare l'aborto sino alla nascita. 


Cristiani in Myanmar, la testimonianza  di fede del vescovo Ba Shwe
PERSECUZIONE

Cristiani in Myanmar, la testimonianza di fede del vescovo Ba Shwe

Il messaggio ai fedeli del vescovo Ba Shwe, la cui diocesi in Myanmar è occupata dall'esercito. Un'importante testimonianza di fede nel mezzo di una crudele guerra civile.


Strage in Nigeria, frutto di uno scontro di civiltà
CONTINENTE NERO

Strage in Nigeria, frutto di uno scontro di civiltà

Vigilia di Natale, più di 140 persone sono state assassinate in Nigeria. Gli stragisti sono Fulani, nomadi e musulmani. Le vittime sono agricoltori, cristiani.


Nicaragua, vescovo arrestato perché pregava per monsignor Alvarez
COMUNISMO LATINO

Nicaragua, vescovo arrestato perché pregava per monsignor Alvarez

Nicaragua: Isidoro Mora, vescovo di Siuna, è stato arrestato. Non ha commesso reati: ha solo pregato per mons. Alvarez, detenuto e perseguitato dal regime.


Le migliori università americane hanno un problema con gli ebrei
NUOVO ANTISEMITISMO

Le migliori università americane hanno un problema con gli ebrei

Attentissime ad ogni parola sbagliata contro le minoranze, ma contro gli ebrei tutto è permesso. Le università americane hanno un problema di antisemitismo e le loro presidi, in audizione al Congresso, non sanno come rispondere.