• KEPLER 452B

    Un pianeta gemello? Sì, come gli altri 100 miliardi

    «Scoperto Kepler 186f: è un gemello della Terra fuori dal sistema solare». È la notizia dell’altro ieri? No, è la notizia che la Repubblica dava più di un anno fa, esattamente il 17 aprile 2014. La notizia che Repubblica dava ieri è però identica: «Scoperta Terra con un proprio sole in una zona “abitabile” dell’Universo». 

    • INTERVISTA

    Gregg: «Sull'ambiente il Papa cerca il giusto equilibrio»

    Il direttore dell'Acton Institute rilegge l'enciclica Laudato si': «Condanna dello sfruttamento della natura così come della sua adorazione. Papa Francesco si preoccupa della dimensione morale del rapporto fra l'uomo e l'ambiente. Ma in questo è lontano dal pensiero della maggioranza degli ecologisti».

    • SCIENZA E POLITICA

    Clima e poveri, la politica fa più danni dei cambiamenti

    Osservando i dati, appare chiaro che le emissioni di anidride carbonica sono dovute più ai paesi emergenti che non ai paesi ricchi. E i problemi ambientali più gravi sono correlati alla povertà, non alla ricchezza. Così le politiche di mitigazione stanno avendo effetti negativi sui paesi poveri. E l'enciclica sbaglia obiettivo.

    • LAUDATO SII

    San Francesco e l'enciclica: istruzioni per la lettura

    Il Papa che ha preso il nome dal santo di Assisi ce lo propone oggi come “modello” per «una sana relazione col creato come una dimensione della conversione integrale della persona». Così si legge nell'enciclica Laudato sii. In effetti, quella di S. Francesco fu una vera e propria conversione integrale. 

    • L'ENCICLICA

    Quanto contano le pressioni degli ecologisti

    La presentazione dell'enciclica sulla "casa comune" è stata condizionata dalle forti pressioni di certo mondo ambientalista, con alcune contraddizioni tra dichiarazioni di principio e indicazioni. La vera novità: l'introduzione del concetto di sviluppo sostenibile.

    • ENCICLICA

    «Laudato si'»: è la proposta della conversione ecologica contro la tecnocrazia

    Doveva essere resa pubblica il 18 giugno, ma ieri una copia dell'enciclica «Laudato si'» è stata pubblicata dall'Espresso online. Se correzioni ci sono state successivamente sono secondarie e non intaccano la struttura dell'enciclica. Che quindi qui vi presentiamo in sintesi.
    - QUANTO CONTANO CERTE PRESSIONI, di Riccardo Cascioli

    • LAUDATO SII

    Tra scienza e fede: ecco il clima sulla nuova enciclica

    Siamo ormai a pochi giorni dalla pubblicazione di Laudato sii, la cosiddetta enciclica green che verrà presentata il 18 giugno in Vaticano. Probabile che l'enciclica considererà il climate change una reale e concreta minaccia. Ma lo è davvero? Così l’enciclica riapre l’antico dibattito sul rapporto tra scienza e fede. 

    • L'ENCICLICA E I SUOI INTERPRETI

    Qualcuno prepara i Patti lateranensi sulla morale

    Leggendo autorevoli commenti preventivi all'enciclica in uscita il 18 giugno, si capisce che c'è chi proporrà il modello "kasperiano" di distinzione tra dottrina e prassi. La dottrina nell’Enciclica sarà magistrale, la prassi le permetterà di esser interpretata ed adattata in ogni parte del mondo e circostanza diversa.

    • MILANO

    Expo dei Popoli, il dibattito a senso unico

    Per tre giorni, da ieri, la Fabbrica del Vapore di Milano riunisce gli esponenti delle Ong che fanno parte della Expo dei Popoli. Come la Carta di Milano propone sviluppo sostenibile, difesa della biodiversità, sovranità alimentare e parità di genere. E si conferma che nell'Expo non esiste dibattito, ma una sola voce con varie tonalità.

    • LETTERA APERTA

    Caro Papa, non può insegnarci la morale chi ha provocato la crisi ambientale

    Lettera aperta a Papa Francesco. "Credo sia importante dire con chiarezza che la responsabilità degli squilibri socioeconomici che hanno prodotto povertà diffusa e la conclamata crisi ambientale, si trova nelle tesi dei cosiddetti neomalthusiani, che oggi sembrano venir proposti per contribuire persino a dare indirizzi morali".

    • INTERVISTA

    «Il catto-laicismo minaccia la Chiesa»

    «C'è un cedimento totale a una mentalità estranea al cattolicesimo, anche perché si è lasciato che fossero media laicisti a definire l'immagine della Chiesa». «La persecuzione di tanti cristiani ci ricorda che la posta in gioco è l'adesione a Cristo che ci mette in condizione di poter essere eliminati da un momento all'altro». Così monsignor Luigi Negri, che rilegge i suoi dieci anni da vescovo.

    • L'INTERVISTA

    Non condannare gli Ogm se vogliamo "nutrire il pianeta"

    Speranze e timori per lo sviluppo dei temi portanti di Expo 2015. Speranza che si affronti realmente il problema della nutrizione di una popolazione in crescita, usando tutte le tecnologie agricole necessarie, senza stigmatizzare gli Ogm. Timore, invece, che il tema possa essere affrontato in modo ideologico. Ne parliamo con il professor Giuseppe Bertoni.