Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
Sant’Eliseo a cura di Ermes Dovico

Catechismo


"In nome di Dio": quel mancato preambolo nella Costituzione
ORA DI DOTTRINA / 2 - IL SUPPLEMENTO

"In nome di Dio": quel mancato preambolo nella Costituzione

Nell'ultima seduta dell'Assemblea Costituente, il 22 dicembre 1947, Giorgio La Pira propose di inserire un preambolo che riconoscesse Dio come principio di unità del popolo italiano. Vinse invece la linea Togliatti, l'idea che Dio fosse un argomento divisivo. Si mettevano così le basi per un totalitarismo anche peggiore della dittatura da cui si usciva.


Grazia, Volontà, Intelletto
ORA DI DOTTRINA / 2 - IL VIDEO

Grazia, Volontà, Intelletto

Catechismo 12_12_2021

La Grazia è un dono che proviene da Dio. E nella grazia soggettiva Dio interviene a illuminare l'intelletto e a muovere la volontà. Aspetto fondamentale della preparazione all'atto di fede è la preghiera della Chiesa per noi e aspetto fondamentale per crescere nella fede è la nostra stessa preghiera.


Il Credo sia l'inno dei cattolici, di Vittorio Messori
ORA DI DOTTRINA / 2 - IL DOCUMENTO

Il Credo sia l'inno dei cattolici, di Vittorio Messori

È singolare: proprio la Chiesa che chiama se stessa universale per eccellenza manca ormai di segni che esprimano questa universalità, di cui avrebbe bisogno. Il Credo, cantato in latino, potrebbe e dovrebbe essere questo segno. Se solo la Santa Sede lo volesse.... (Da Emporio Cattolico, SugarCo 2006)


“Io Credo”, atto di certezza assoluta
ORA DI DOTTRINA / 1 - IL VIDEO

“Io Credo”, atto di certezza assoluta

Catechismo 05_12_2021

La parola "Credo", nella nostra cultura permeata di relativismo, è diventata sinonimo di opinione. Invece è l'adesione della Fede che, come dice San Tommaso, è un'adesione certissima, più di qualsiasi altro atto dell'uomo. L’atto di fede è un insieme di intelletto, volontà e grazia. I tre gradi del Credo. La prima lezione dell’Ora di dottrina della Bussola.


“Io Credo”, il testo del video
ORA DI DOTTRINA / 1 - LA TRASCRIZIONE

“Io Credo”, il testo del video

Ecco la trascrizione della videolezione di catechismo numero 1: l'adesione della Fede è un'adesione certissima, più di qualsiasi altro atto dell'uomo. La parola Amen. L’atto di fede come combinazione di intelletto, volontà e grazia. I tre gradi del Credo. 


La ragione può conoscere l'esistenza di Dio
ORA DI DOTTRINA / 1 - IL SUPPLEMENTO

La ragione può conoscere l'esistenza di Dio

Per il Magistero della Chiesa non vi è alcun dubbio: la ragione umana può conoscere con certezza l’esistenza di un unico Dio creatore. Una chiarezza di giudizio che noi cristiani abbiamo perso, con gravi equivoci nel rapporto con gli altri.


Si agisce bene se si pensa bene, di Vittorio Messori
ORA DI DOTTRINA / 1 - IL DOCUMENTO

Si agisce bene se si pensa bene, di Vittorio Messori

Un articolo di fine anni '80, quando la pubblicazione del Catechismo della Chiesa cattolica fu ostacolata in ogni modo, spiega che l'idea del primato della prassi ha radici molto lontane, ma è contrario a ciò che la Chiesa ha sempre professato. 


Il Catechismo è via all’incontro con Gesù
ORA DI DOTTRINA

Il Catechismo è via all’incontro con Gesù

Riprendere il Catechismo e insegnarlo è urgente, perché molto spesso oggi la fede è ridotta a puro sentimento personale. Affermare “Io credo” significa aprire il proprio cuore sotto l’influsso della grazia al contenuto oggettivo che Dio rivela e al quale concediamo il nostro assenso. All’insegnamento viene opposta oggi l’esperienza, ma non si può fare esperienza di Dio se non attraverso l’insegnamento.


"Ora di dottrina", di domenica la Bussola cambia
NUOVA INIZIATIVA

"Ora di dottrina", di domenica la Bussola cambia

Da oggi 28 novembre, ogni domenica la Bussola sarà dedicata esclusivamente al catechismo: videolezioni curate da Luisella Scrosati, introdotte nella prima puntata - oggi - da una riflessione del cardinale Robert Sarah. 


Chi non è fedele al Catechismo perde la memoria di Dio
PAPA FRANCESCO

Chi non è fedele al Catechismo perde la memoria di Dio

Catechismo 30_09_2013

Disse il profeta Amos «Guai agli spensierati di Sion e a quelli che si considerano sicuri, … distesi su letti d’avorio» (Am 6,1.4). Il Papa ha ricordato queste parole ai catechisti, perché sappiano risvegliare negli altri la memoria di Dio in coloro che sono troppo legati alle vicende terrene.