Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Giovanni I a cura di Ermes Dovico

Senato


Il "pistolero" in Senato, non maleducazione ma diseducazione
anti-valori

Il "pistolero" in Senato, non maleducazione ma diseducazione

Il ragazzino che ha mimato il gesto della pistola contro Meloni e Gasparri è stato educato perfettamente, ma all'omologazione verso il basso e all'assenza di responsabilità fomentata dagli stessi adulti.


Test psicologici ai giudici, torna l'idea del Cavaliere
clima incandescente

Test psicologici ai giudici, torna l'idea del Cavaliere

Riproposta al Senato la valutazione psicoattitudinale degli aspiranti magistrati. Toghe inalberate, ma all'estero lo si fa già. Ed è una garanzia per i cittadini.


Abolire l’abuso d’ufficio è una conquista di civiltà
garantismo

Abolire l’abuso d’ufficio è una conquista di civiltà

Approvato in Commissione Giustizia del Senato l’art.1 del ddl Nordio per eliminare un reato che frena l'azione di sindaci e amministratori locali. Un passo in avanti verso un clima più disteso tra politica e giustizia.


Santanchè riferisce in aula, la maggioranza fa quadrato
sospendere il giudizio

Santanchè riferisce in aula, la maggioranza fa quadrato

Centrodestra garantista sul "caso" relativo alle società del ministro del Turismo, mentre le opposizioni (e Travaglio) reclamano le dimissioni. Occorre guardare ai precedenti (sgonfiati ma cavalcati anche dal centrodestra).


Cottarelli deluso da Elly. Ma anche dal Parlamento
dimissioni

Cottarelli deluso da Elly. Ma anche dal Parlamento

Dopo soli sette mesi di mandato l'economista eletto con il Pd se ne va, in disaccordo con lo spostamento all'estrema sinistra targato Schlein. Oltre al partito lascia anche lo scranno, a disagio con dinamiche parlamentari che rendono le Camere tanto conflittuali quanto marginali.


Non è obbligatoria la ratifica del fondo "Salva Stati"
dibattito

Non è obbligatoria la ratifica del fondo "Salva Stati"

Tra i temi che in questi giorni dominano la politica c'è il Mes, o meglio le modifiche apportate dopo il 2012. Non c'è obbligo di approvarle ma in tal caso il capo dello Stato deve avere l'autorizzazione delle due Camere: un controllo previo richiesto dalla natura politica dei trattati internazionali.


USA, sì alle “nozze gay”: 12 Repubblicani votano con i Dem
AL SENATO

USA, sì alle “nozze gay”: 12 Repubblicani votano con i Dem

Con il voto decisivo di 12 Repubblicani, il Respect for Marriage Act, che codifica le “nozze gay” a livello di legge federale, supera la soglia anti-ostruzionismo. La strada per l’approvazione è ora spianata. Modificato il testo, ma rimane l'attacco al matrimonio e il pericolo per la libertà di coscienza e religione.


Battaglia sul matrimonio negli USA: libertà religiosa a rischio
NUOVI DIRITTI

Battaglia sul matrimonio negli USA: libertà religiosa a rischio

Fa discutere negli USA il Respect for Marriage Act, un disegno di legge di matrice Dem che codifica le “nozze gay” e apre le porte alla poligamia. Già approvato alla Camera, è atteso all’esame del Senato. Pressing di vescovi e gruppi pro famiglia sui Repubblicani, ma nel Gop c'è chi spinge per l’approvazione.


Governo Draghi al capolinea, elezioni più vicine
IL PUNTO

Governo Draghi al capolinea, elezioni più vicine

Dopo il surreale dibattito di ieri, il Senato ha rinnovato la fiducia a Draghi con 95 sì e 38 no, ma con il resto dei senatori che non hanno votato. Oggi anche la Camera dovrebbe confermargli la fiducia, ma sembra comunque scontato che il premier rassegni le dimissioni. L’altissima conflittualità interna ai partiti apre le porte alle urne anticipate.


Ddl Bazoli, il progetto di una legge ingiusta
SUICIDIO ASSISTITO/6

Ddl Bazoli, il progetto di una legge ingiusta

La giustizia o l’ingiustizia di una legge non si valuta sulla base della sua coerenza con pronunce della Corte Costituzionale. Né una legge è resa giusta dai suoi artifici linguistici, vedi le norme su aborto, Dat, fecondazione artificiale… Al di là dei proclami, il Ddl sul suicidio assistito autorizza l’aiuto statale ad un atto violento e malvagio. Va rigettato in toto.


Sconfitta Dem: bocciato l’aborto fino alla nascita
STATI UNITI

Sconfitta Dem: bocciato l’aborto fino alla nascita

In una battaglia storica il Senato Usa ha bocciato (48-46) la proposta dei Democratici di liberalizzare l’aborto fino alla nascita e di azzerare le vittorie pro vita degli ultimi decenni. Decisivo il voto di Joe Manchin (Dem). Sollievo per i gruppi pro life. E Biden non ha potuto accontentare le lobby abortiste.


Mille emendamenti, Ddl Zan verso il rinvio a settembre
AL SENATO

Mille emendamenti, Ddl Zan verso il rinvio a settembre

Più di mille le proposte di modifica, soprattutto per gli articoli 1, 4 e 7. Quasi 700 gli emendamenti della Lega, 127 quelli di Fratelli d’Italia e 4 di Italia Viva, che vuole togliere il riferimento all’identità di genere. Il calendario fitto del Senato favorisce il rinvio a settembre. Una sconfitta per Letta, che da settimane insiste a votare il testo liberticida così com’è.