Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Guglielmo da Vercelli a cura di Ermes Dovico

Covid


I media non parlano delle proteste contro il Green Pass
LE VERITA' TACIUTE

I media non parlano delle proteste contro il Green Pass

Certe volte una notizia non data fa discutere più di quella che viene sparata in prima pagina. Le manifestazioni di sabato contro l’obbligo di Green Pass sono un esempio. Lo sciopero dei camionisti è un altro esempio. Ma sono solo sintomi di una malattia più vasta che coinvolge tutti i media.


La crisi dopo il Covid: il suicidio economico dell'Occidente
ECONOMIA

La crisi dopo il Covid: il suicidio economico dell'Occidente

“Le idee hanno conseguenze”, recitava il titolo di un celebre libro del filosofo conservatore statunitense Richard M. Weaver. Quando il mondo si appresta a uscire dalle chiusure pandemiche, una nuova crisi è in procinto di colpire il nostro mondo industrializzato. Il fallimento del colosso cinese Evergrande può essere il primo segnale. La prossima crisi è sempre il frutto di scelte ideologiche: lockdown, integralismo ambientalista, sostegno artificiale al debito.

- UNA "CARTA UNICA" PER TUTTO di Stefano Magni


«Macché benefici, per noi "fragili" dal vaccino solo danni»
REAZIONI AVVERSE/TESTIMONIANZE

«Macché benefici, per noi "fragili" dal vaccino solo danni»

Il suo post contro la terza dose ha fatto il giro del web. Ora, all'ex consigliere regionale di Aosta Stefano Ferrero arrivano numerose storie come la sua: «La storia di un paziente oncologico immunocompromesso. Il vaccino mi ha fatto tornare al punto di partenza, alle infiammazioni post trapianto e mi ha reso la vita impossibile: bocca, muscoli, occhi, sistema immunitario: tutto è infiammato. Non farò mai la terza dose, ci hanno trattati come cavie». Poi l'appello: «Voglio creare un'associazione di malati fragili vittime del vaccino, per noi i rischi hanno superato i benefici». 


L'Italia non ha un problema di no-vax, ma di mala sanità
GREEN PASS

L'Italia non ha un problema di no-vax, ma di mala sanità

Da ottobre verrà introdotto l’obbligo di Green Pass per tutti i lavoratori, nel pubblico e nel privato. E manca, ancora una volta, una forte voce di opposizione. Con un’opinione pubblica ormai abituata ad uno stato d’emergenza permanente e i maggiori partiti allineati al governo Draghi, pochi fanno la domanda che dovrebbe essere invece la prima ad essere fatta: è necessario un ulteriore obbligo? No, stando all’andamento dell’epidemia. Se c’è un aspetto in cui l’Italia è ultima, semmai, è la mala sanità.

- IL FARMACO IGNORATO di Paolo Gulisano


Metodo Ayuso: combattere il Covid senza perdere la libertà
COVID E POTERE

Metodo Ayuso: combattere il Covid senza perdere la libertà

Vale la pena di cancellare i principi nel nome della sopravvivenza? Isabel Diaz Ayuso, presidente della Comunità di Madrid, ha preservato i valori cristiani e di libertà, anche in tempo di pandemia. Premiata a Milano, dall'Istituto Bruno Leoni, ha illustrato il suo modello di difesa, che ha avuto successo, ma soprattutto le idee che lo ispirano.


«Attaccano IppocrateOrg, ma ha curato 60mila persone»
L'INTERVISTA

«Attaccano IppocrateOrg, ma ha curato 60mila persone»

Dopo il convegno in Senato organizzato dalla Lega, politica e media mettono all'indice IppocrateOrg, l'associazione di medici che ha curato il Covid sfidando i fallimentari protocolli ministeriali. Vengono accusati di essere "incompetenti", "stregoni", "segreti". La Bussola è andata a conoscerli e qui intervista la coordinatrice scientifica Chifari Negri: «Diamo fastidio perché in appena 150 medici abbiamo salvato 60mila pazienti dimostrando che il Covid si cura, ma ci sono molti interessi contrari: in quale altra patologia si aspetta che la situazione sia disperata prima di intervenire?». I farmaci? «Gli studi ci sono». 

- IL METODO AYUSO di Stefano Magni


La pandemia della mala informazione scientifica
COVID E PROPAGANDA

La pandemia della mala informazione scientifica

Notizie di bassa qualità scientifica sono purtroppo all'ordine del giorno da quando è iniziata la pandemia di Covid. I giornalisti preferiscono insultare i non vaccinati, anche sui social, con buona pace della deontologia. La comunicazione istituzionale latita (Brusaferro dove è?) e i virologi si contraddicono sulla durata dei vaccini.


Perché Facebook ci ha sospeso per tre giorni
LIBERTÀ E SOCIAL NETWORK

Perché Facebook ci ha sospeso per tre giorni

Qualche attento lettore si sarà chiesto come mai non preghiamo più il Rosario da due giorni, in diretta su Facebook. Questa diretta non ci sarà nemmeno oggi, perché Facebook ci ha sospeso da due giorni. Torneremo, regolarmente, solo a partire da domani, per chi legge. Ma i motivi della sospensione sono quantomeno interessanti.


I rischi della vaccinazione al buio sulla nostra sicurezza
FUTURO INCERTO

I rischi della vaccinazione al buio sulla nostra sicurezza

Dal dibattito pubblico è sparito l'argomento fondamentale dei rischi di lungo termine della vaccinazione anti-Covid. Eppure è un tema fondamentale per la nostra sicurezza, nazionale e occidentale in generale. Se si presentassero effetti collaterali invalidanti su popolazioni vaccinate all'80%, sarebbe una catastrofe. E nessuno pensa a come mitigare i rischi


A che serve l'obbligo se il 70% degli italiani è vaccinato
PARADOSSI

A che serve l'obbligo se il 70% degli italiani è vaccinato

L’Italia va verso l’obbligo vaccinale anti-Covid, seguendo l’esempio dell’Indonesia, della Micronesia e del Turkmenistan, unici tre Stati al mondo che, attualmente, prescrivono la vaccinazione obbligatoria per tutta la popolazione. Eppure siamo fra i popoli più vaccinati del mondo, ben al di sopra della media europea. E allora perché?


Ed ora Draghi sdogana direttamente l'obbligo vaccinale
GOVERNO

Ed ora Draghi sdogana direttamente l'obbligo vaccinale

Il premier Mario Draghi, in conferenza stampa, ha fugato i dubbi residui. Si va verso l’obbligo vaccinale e verso la terza dose, “Aifa ed Ema permettendo”, ha chiarito il Presidente del consiglio. Fin da subito, però, verrà esteso ad altri settori lavorativi, pubblici e privati, l’obbligo del green pass


Meglio morti che senza Green Pass
GRIDA MANZONIANE

Meglio morti che senza Green Pass

Se i vigili del fuoco non hanno il Green Pass, non possono prendere l’elicottero. Muoia pure chi ha urgente bisogno di aiuto, la colpa sarà solo di chi non si vaccina o non fa il tampone per tempo. Siamo arrivati a questo? Sì, a quanto pare. È successo nel Trentino, ma non è l'unica assurdità di questi giorni.