Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
Sant’Agnese di Boemia a cura di Ermes Dovico

Catechismo


Cristiani, perciò credenti nelle profezie. di Vittorio Messori
ORA DI DOTTRINA / 10 - IL DOCUMENTO

Cristiani, perciò credenti nelle profezie. di Vittorio Messori

Il cristianesimo non sarebbe tale se non credesse nella «profezia», intesa anche (seppur non solo) come capacità data da Dio ad alcuni uomini di vaticinare il futuro. Erroneamente tanta teologia attuale rifiuta la Tradizione, che ha sempre guardato all’Antico Testamento in vista del Nuovo.


L’ispirazione della Sacra Scrittura, il testo del video
ORA DI DOTTRINA / 9 - LA TRASCRIZIONE

L’ispirazione della Sacra Scrittura, il testo del video

La Sacra Scrittura è veramente Parola di Dio, ma il suo linguaggio è pienamente umano. Ispirazione vuol dire che Dio agisce nell’uomo: si serve di lui nel pieno delle sue facoltà, non come scribacchino. È l’elevazione delle capacità dell’uomo, non il loro stravolgimento. L’errore è escluso nelle Scritture, ma in riferimento alle verità soprannaturali.


Atti degli Apostoli e Vangeli, occhio alle date, di Luisella Scrosati
ORA DI DOTTRINA / 9 - IL SUPPLEMENTO

Atti degli Apostoli e Vangeli, occhio alle date, di Luisella Scrosati

Gli Atti degli Apostoli sono anteriori al 62 d.C. e il Vangelo di Luca è sicuramente anteriore agli Atti. Lo si deduce dai racconti contenuti, ed è stato ribadito con autorità en 110 anni fa dalla Pontificia Commissione Biblica istituita da papa San Pio X, proprio per contrastare l'azione di quanti disseminavano errori sulla Sacra Scrittura.


L’ispirazione della Sacra Scrittura
ORA DI DOTTRINA / 9 - IL VIDEO

L’ispirazione della Sacra Scrittura

La Sacra Scrittura è veramente Parola di Dio, ma il suo linguaggio è pienamente umano. Ispirazione vuol dire che Dio agisce nell’uomo: si serve di lui nel pieno delle sue facoltà, non come scribacchino. È l’elevazione delle capacità dell’uomo, non il loro stravolgimento. L’errore è escluso nelle Scritture, ma in riferimento alle verità soprannaturali.


I falsi profeti di oggi, di Vittorio Messori
ORA DI DOTTRINA / 9 - IL DOCUMENTO

I falsi profeti di oggi, di Vittorio Messori

C’è ancora qualcuno che, senza ironia, usa termini come «scelte profetiche», «parole profetiche» per indicare ciò che in realtà è la quintessenza del conformismo, dell’appiattimento banale sul «mondo». Ciò che fa guadagnare gli applausi del mondo. I veri profeti hanno invece incontrato oltraggio, rifiuto, spesso la morte violenta.


Quando la Scrittura è un idolo, di Vittorio Messori
ORA DI DOTTRINA / 8 - IL DOCUMENTO

Quando la Scrittura è un idolo, di Vittorio Messori

Il caso della Bibbia che fu ufficiale dal XVII secolo nel mondo anglosassone, la King James Version, dimostra molto bene i rischi della concezione protestante che vede la Rivelazione solo nelle Scritture, cancellando la Tradizione.


Le fonti della Rivelazione - Il testo del video
ORA DI DOTTRINA / 8 - LA TRASCRIZIONE

Le fonti della Rivelazione - Il testo del video

Sacra Scrittura e Tradizione della Chiesa sono i due canali di trasmissione della Rivelazione e sono reciprocamente legati. Cristo fonda la Chiesa ma non scrive un libro. La Rivelazione è affidata alla Chiesa perché la custodisca. E dunque è alla Chiesa che vengono affidate le Scritture e la Tradizione, e parimenti è nella Chiesa che esse vanno valutate e comprese. Non c’è divisione di contenuti, ma c’è un’anteriorità cronologica della Tradizione.


Gerusalemme devastata, la profezia più scandalosa
ORA DI DOTTRINA / 8 - IL SUPPLEMENTO

Gerusalemme devastata, la profezia più scandalosa

La doppia profezia di Daniele e di Gesù riguardo alla distruzione di Gerusalemme e la dispersione del popolo ebraico ha puntuale riscontro nella storia. Ma gli esegeti, pur di non ammettere la profezia, post-datano i vangeli. Eppure ci sono le prove che le parole di Gesù sono state scritte prima della cronaca.


Le fonti della Rivelazione
ORA DI DOTTRINA/ IL VIDEO

Le fonti della Rivelazione

Sacra Scrittura e Tradizione della Chiesa sono i due canali di trasmissione della Rivelazione e sono reciprocamente legati. Cristo fonda la Chiesa ma non scrive un libro. La Rivelazione è affidata alla Chiesa perché la custodisca. E dunque è alla Chiesa che vengono affidate le Scritture e la Tradizione, e parimenti è nella Chiesa che esse vanno valutate e comprese. Non c’è divisione di contenuti, ma c’è un’anteriorità cronologica della Tradizione.


La Rivelazione soprannaturale - Il testo del video
ORA DI DOTTRINA / 7 - LA TRASCRIZIONE

La Rivelazione soprannaturale - Il testo del video

La Rivelazione soprannaturale permette di conoscere con assoluta certezza anche quelle cose che l'uomo con la sua ragione potrebbe arrivare a conoscere, ma è necessaria perché Dio vuole l’uomo in comunione con Lui. Tale visione è negata da razionalismo e modernismo. La Rivelazione è completa in Gesù e ha come aspetti importanti la storicità e l’aspetto antropologico.


La profezia di Daniele sfida il razionalismo
ORA DI DOTTRINA / 7 - IL SUPPLEMENTO

La profezia di Daniele sfida il razionalismo

L'esegesi moderna, figlia del razionalismo, ha messo in discussione la profezia delle Settanta settimane, che la Tradizione ha ha sempre considerato una profezia riferita a Gesù. Ma a un serio esame storico l'ipotesi razionalista non regge.


ORA DI DOTTRINA/7 - IL VIDEO

La Rivelazione soprannaturale

La Rivelazione soprannaturale permette di conoscere con assoluta certezza anche quelle cose che l'uomo con la sua ragione potrebbe arrivare a conoscere, ma è necessaria perché Dio vuole l’uomo in comunione con Lui. Tale visione è negata da razionalismo e modernismo. La Rivelazione è completa in Gesù e ha come aspetti importanti la storicità e l’aspetto antropologico.