• COVID E NON SOLO

    Comunione in bocca, un divieto che divide

    Mons. Arthur Roche, Segretario della Congregazione per il Culto Divino, ha “risolto” un contenzioso tra un fedele e il suo vescovo, Richard F. Stika. Il fedele aveva chiesto di sospendere l’ordine del vescovo di Knoxville di non dare la Santa Comunione sulla lingua, ma esclusivamente sulla mano; la Congregazione ha detto picche. Una risposta che non convince affatto: ecco perché.

    • CON IL PRETESTO DEL VIRUS

    Un anno di lockdown. Così abbiamo abdicato alla libertà

    È da un anno che viviamo in un regime sanitario, con restrizioni alla libertà senza precedenti in spregio alla Costituzione. E non se ne vede la fine. E se l'Italia ha toccato il punto più elevato, il fenomeno della "libertà in cambio della salute" interessa gran parte dei paesi occidentali. È il segno che la cultura della libertà, dei diritti e dell'uguaglianza ha perso i suoi fondamenti, non ultimo come conseguenza della secolarizzazione radicale ormai consolidata che ha svuotato le istituzioni liberaldemocratiche dei loro presupposti religiosi e culturali, ovvero la prevalenza della persona e della società rispetto al potere, della libertà e della dignità rispetto alla vita puramente fisiologica.

    • FARE CHIAREZZA

    Fertilità a rischio coi vaccini? Uno studio getta ombre

    Le voci all'interno della comunità scientifica sugli eventuali rischi alla fertilità dopo il vaccino anti covid sono sempre state silenziate dalla propaganda. Ma un nuovo studio argentino getta ombre e dubbi che andrebbero invece fugati e chiariti. La proteina spike è simile alle sincitine, che vengono prodotte per lo sviluppo della placenta. 

    Español
    • IL CASO CUBA

    “Soberana”, il vaccino per inocularci il comunismo

    I giornali italiani hanno dato spazio a Fabrizio Chiodo, un virologo che lavora alla produzione dei due vaccini del regime cubano. Lui si definisce apertamente comunista. In realtà i vaccini serviranno “per creare delle relazioni economiche con qualsiasi Paese che voglia il vaccino cubano”. Questi messaggi sembrano parte di una strategia di comunicazione, che mira a preparare l'opinione pubblica italiana a un possibile accordo commerciale tra il governo italiano e il regime castrista per l'acquisto del vaccino “Soberana”. Niente di lontano dalla realtà, se ricordiamo che il Movimento 5 Stelle è schierato con il castro-comunismo.

    Español
    • I VENERDì DELLA BUSSOLA

    Vaccino: tutto quello che non vi hanno detto - VIDEO

    • DONNE E INSULTI

    Offesa a Melania, il bersaglio di Friedman era Trump

    Per millenni, specie nelle società tribali, gli uomini si sono spartiti le donne e un atto di disprezzo estremo verso l’avversario è stato il loro stupro. Che ancora, soprattutto in Africa, viene usato come arma di guerra, per infliggere umiliazioni. Similmente la parola “escort” rivolta da Friedman a Melania Trump era un modo per offendere non lei bensì il marito.

    • L'ESPERIMENTO

    Carcere per chi vìola la quarantena. Prove di dittatura in Germania

    La sinistra iniziativa del Land di Schleswig-Holstein di aprire il prossimo febbraio un centro di detenzione per quanti verranno ripetutamente colti ad infrangere la quarantena. Ma dall’Italia alla Germania, la modalità di gestione del Covid cambia di poco: ovunque si ama utilizzare toni intimidatori, decisioni dittatoriali che pretendono di tradurre nella vita sociale evidenze scientifiche ritenute inconfutabili.

    • L'INTERVISTA

    Ivermectina, parla italiano la cura snobbata contro il Covid

    Aumentano nel mondo medici e studi che confermano i risultati anti-Covid dell'ivermectina. In Italia è sconosciuta, ma qualche medico la usa con successo. Il brevetto contro i virus a RNA, come il Sars-Cov-2, è made in Italy. Viaggio al Cnr di Milano, dove nel 2009 la ricercatrice Eloise Mastrangelo e un collega scoprirono il meccanismo del farmaco: «Abbiamo dimostrato che l'antiparassitario funziona come antivirale perché blocca lo sviluppo della proteina». Da allora tutto il mondo la studia, tranne l'Italia che ha deciso di non proseguire per mancanza di fondi. 
    - E IN GERMANIA METTONO IN CARCERE I NO MASK di Luisella Scrosati
    -
    LA PANDEMIA CHE RAFFORZA FEDE E LEGAMI FAMILIARI di Luca Volontè

    • LE DIRETTE DELLA BUSSOLA

    Eco-globalismo, nuova religione del secolo

    • SCONTRI TRA BIG PHARMA

    Ritardi e insuccessi: svelato il bluff sul "sacro" vaccino

    Dati su reazioni avverse, analisi critiche del post marketing, pubblicazioni che mettono in dubbio la reale efficacia dei diversi vaccini: emerge che siamo di fronte ad una guerra commerciale tra aziende produttrici, istituzioni europee e nazionali. L'abbandono dell'istituto Pasteur e Merck, i dubbi di efficacia sull'antidoto di AstraZeneca, i ritardi di Sanofi, le inadempienze della Pfizer: bisognerà ammettere che l'opinione pubblica è stata illusa. Solo i vescovi ci credono ancora "ciecamente". 

    English Español
    • GIORNATA DELLA MEMORIA

    La famiglia Ulma, trucidata per aver aiutato gli ebrei

    Durante l’occupazione nazista della Polonia circa un milione di polacchi, malgrado il rischio della pena di morte, aiutarono gli ebrei. Tra loro i coniugi Józef e Wiktoria, proclamati “Giusti tra le Nazioni”, massacrati con i loro sette bambini e otto ebrei a cui avevano offerto aiuto. La Chiesa cattolica ha iniziato nel 2003 il loro processo di beatificazione e, ad oggi, sono Servi di Dio. Ecco la loro storia...

    • IMMIGRAZIONE ILLEGALE

    «Io scafista, come Mosè». Storie di trafficanti di uomini

    Mentre sulle coste italiane anche ieri sono arrivate centinaia di immigrati irregolari, l'ONU richiama alla gravità del traffico clandestino di esseri umani che alle organizzazioni criminali transnazionali fruttano oltre 10 miliardi di dollari l'anno. Non solo la traversata del Mediterraneo, si tratta di reti complesse con decine di basi lungo rotte di terra che si estendono per migliaia di chilometri, con attività che vanno dalla contraffazione dei documenti al marketing. E chi fa il trafficante si sente anche un benefattore: «Realizzo sogni», dice il pakistano Kabir. E il siberiano Alexsandr: «Mosè è stato il primo scafista della storia, io sono come lui». E quelli che muoiono nel tragitto? «Conoscono i rischi e li accettano».

    Español