• RIPOSI IN PACE

    Flamigni, sacerdote laico dei nostri tempi

    Il famoso ginecologo Carlo Flamigni è morto ieri a 87 anni. Flamigni è stato il gran sacerdote laico in camice bianco dei nostri tempi che insegnava principi come la qualità della vita, l’autodeterminazione, la laicità. La sua bioetica era il negativo della dottrina morale cattolica. Ora che si trova di fronte al trono di Dio...

    • SALVEZZA ETERNA

    «Consacrate i bambini al Mio Cuore Immacolato»

    Ci attendono tempi duri, l'umanità è sotto attacco, specialmente i bambini che sono il bersaglio preferito di questo mondo che rifiuta Dio. Ma chi ha la fede di Maria conosce la strada per la salvezza: consacrarsi a Dio attraverso Sua Madre. Così la vita si trasforma in un pezzo di Cielo e il trionfo del Suo Cuore Immacolato può iniziare già ora. Il 7 luglio parte il breve Cammino di Consacrazione dei bambini (e famiglie) al Cuore di Maria, ecco come tutti possono partecipare.

    • INFANZIA VIOLATA

    Nununu, se il satanismo si fa marchio per bambini

    Non c’è solo lo spot con Céline Dion. Molti vestiti del brand Nununu sono inquietanti. Una bambina indossa una maglietta con la scritta “Ho”, in slang inglese “puttana”; un neonato reca l’impronta di una manaccia adulta. E poi ancora scheletri e teschi, simboli esoterici, scritte per passare al “contatto fisico”. Il tutto all’insegna della contiguità tra satanismo, pedofilia, mondialismo e massoneria.

    • INTERVISTA A PEROTTI

    «Così col plasma ho sconfitto virus e interessi politici»

    «Se qualcuno si fosse reso conto per tempo della bontà della plasmaterapia oggi racconteremmo una storia meno tragica». Alla vigilia della pubblicazione scientifica e dopo l'importante riconoscimento della Commissione Europea, che l'ha scelto come capofila, il direttore dell'immunoematologia di Pavia Cesare Perotti racconta alla Bussola i risultati straordinari della cura "democratica" osteggiata dai piani alti: «Si è messa in mezzo la politica, ci sono stati personaggi strani, episodi che mi hanno schifato ed è mancata la collaborazione sul territorio nazionale. Ma la cura funziona, ora possiamo dirlo e prepararci ad affrontare sereni la paura della nuova ondata».

    • L'INCHIESTA

    Favori al Pd e migranti usati: la Caritas pelosa di Bergamo

    Accuse pesantissime di business sui clandestini: dall'associazione a delinquere allo sfruttamento del lavoro, ma per i sacerdoti e le coop sociali indagati nell'inchiesta della Procura sul Sistema Bergamo cala il silenzio: della Diocesi, di Avvenire e dei giornali d'area cattolica. Eppure, al di là dell'aspetto giudiziario, emerge una connivenza di potere e rapporti tra Pd e Chiesa che getta più di un sospetto sui fini dell'operazione accoglienza, certificata dall'impennata nei bilanci sociali della coop fiore all'occhiello: dai richiedenti asilo sfruttati per il volantinaggio del Pd alle spese gonfiate che la Procura ritiene una truffa dei rimborsi. I protagonisti di un'inchiesta che fa tremare il cuore della cattolica Bergamo, ormai passata a Sinistra.

    • TRADIMENTO IN CASA

    "Avvenire" si schiera a favore del liberticida Ddl Zan

    In un intervento a firma di Luciano Moia, il quotidiano dei vescovi si è messo a tifare per la nuova legge cara al mondo Lgbt, definendo l'ideologia gender educativa. Sembra impossibile, considerato l’odio anticristiano del mondo arcobaleno. Invece, mentre si cerca di mettere il bavaglio alla Chiesa affinché smetta di annunciare la Verità contenuta nel Vangelo, in casa cattolica si consuma il tradimento.

    • AFRICA

    Schiavismo, la strana autoflagellazione dell'Occidente

    La tratta atlantica degli schiavi non è né il primo né il più grave dei fenomeni di schiavismo nella storia, anche per quel che riguarda l'Africa. Quasi mille anni prima è iniziata quella arabo-islamica, con una stima che va dai 14 ai 17 milioni di schiavi. E anche il tribalismo africano ha dato un enorme contributo.

    • RESTIAMO LIBERI

    Il pasticcio dell'11 luglio, la mobilitazione che non c'è

    La convocazione e poi la sospensione della manifestazione a Roma contro il ddl omofobia è la conseguenza del solito approccio riduttivo che ha già disperso il valore dei Family Day. Ma l'11 luglio resta la mobilitazione delle Sentinelle in Piedi in decine di città italiane, segno di una necessaria battaglia culturale che precede e accompagna quella politica.

    • CAMERA

    Omofobia, un progetto di legge violento e totalitario

    Presentato il progetto di testo unificato del disegno di legge contro l'omotransfobia: se fosse approvato ogni tipo di differenza di trattamento diventerebbe reato: dalla scelta degli insegnanti della scuola cattolica agli educatori in parrocchia; perfino il divieto di ammissione ai seminari di persone con tendenze omosessuali sarebbe punito con il carcere. La vaghezza dei concetti apre la possibilità a denunce continue e di ogni tipo, ed è questo il progetto: un’aggressione continua basata sulla discriminazione e sui cosiddetti discorsi d’odio. Sono in pericolo i fondamenti della democrazia che conosciamo.
    - TESTO ARRIVATO DOPO UNA GIORNATA CONVULSA,  di Riccardo Cascioli
    - A PAGARE SARANNO ANCHE GLI ARTISTI, di Manuela Antonacci
    - IL PASTICCIO DELL'11 LUGLIO, CHI SI MOBILITA E CHI NO, di Riccardo Cascioli

    • CAMERA

    Ddl Omofobia, nuovo testo secondo le peggiori previsioni

    Dopo una giornata convulsa presentata in serata alla Commissione Giustizia della Camera la proposta di testo unificato su omofobia e transfobia. Confermate le misure liberticide: carcere o lavori sociali nelle associazioni gay per i presunti "omofobi"; piano strategico nazionale e giornata nazionale contro omofobia, transfobia, bifobia e transfobia per completare l'opera di indottrinamento. La Lega annuncia opposizione dura, ma Forza Italia potrebbe trovare un accordo con il PD a sostegno della legge.
    -  A PAGARE SARANNO ANCHE GLI ARTISTI, di Manuela Antonacci

    • LA DENUNCIA DI GASPARRO

    Ddl omofobia, anche l’autore di questo quadro rischierebbe

    San Pelagio di Cordova martirizzato, appena tredicenne, per aver conservato fede e castità contro le lascive lusinghe del re dei Mori. Lo ha raffigurato il pittore Giovanni Gasparro in un quadro pubblicato su Facebook il 26 giugno. «Con ogni probabilità», ha detto l’artista al Quotidiano Italiano, «si sarebbe configurato per me il reato di omofobia» se il Ddl Zan fosse stato già legge. Un pericolo reale denunciato da un pittore che non teme di dire la verità.

    • COVID & SCIENTISMO

    Tornerà come la Spagnola? È la propaganda della paura

    La propaganda della paura usa il fantasma della Spagnola per sostenere la seconda ondata di Covid. È un'irrazionalità, che raffigura il virus come una forza della natura fuori dal nostro controllo. Il concetto di “seconda ondata” in epidemiologia è imperfetto. Più interessante sarebbe studiare il virus ora che si "nasconde" negli animali-serbatoio e poterlo così eradicare. 

    English Español