• LA STORIA SI RIPETE?

    I "comitati di salute pubblica" sono tipici di ogni regime

    Il comitato che sta governando l'Italia del Covid-19 è composto da persone totalmente estranee ai compiti loro assegnati. Per compredere cosa potrebbe accadere a chi usa il potere senza freni basta guardare la storia. Anche i governanti farebbero meglio a conoscerla, perché chi agisce restringendo le libertà alla fine l'ha sempre pagata cara.

    • MARIA CON NOI

    Il calendario di Maria e il Suo miracolo più grande

    Nel nuovo libro edito da Ares, "Tutti i giorni con Maria", Rino Cammilleri ci racconta, giorno per giorno, le apprazioni della Madonna in oltre duemila anni di Cristianesimo. Si scoprono miracoli e prodigi di ogni sorta, compiuti dalla Madre di Dio a beneficio dei suoi figli. Ma uno è il più grande di tutti: il miracolo della Presenza reale di Maria nella vita di ogni uomo. Maria è veramente una Mamma che vive e cammina con noi solo per vederci felici in Eterno.

    • JIHADISTI AFRICANI

    Silvia Romano in Italia, un successo per al Shabaab

    La giovane rapita nel novembre del 2018, mentre collaborava alle attività di una piccola onlus in Kenya, è già rientrata in Italia. Si parla di quattro milioni di euro pagati per il rilascio. Bene aver salvato una vita ma non si può ignorare che i soldi vanno per finanziare un'organizzazione terroristica e aumenteranno i rischi di rapimento per altri italiani. Due sono ancora nelle mani dei jihadisti africani.

     

    • EFFETTI DEL COVID

    Il virus del contrappasso (che riabilita scribi e farisei)

    Insieme alle cose serie, sia negative che positive (vedi i sacrifici del personale sanitario, la carità e partecipazione al dolore, ecc.), il Coronavirus ha prodotto paradossi. Da certe monache di clausura alla giustizia tra preti, dai gay pride saltati al riscaldamento globale, fino agli scribi e ai farisei… rivalutati da funzionari statali e clero progressista. Piccolo campionario da “Castigat ridendo mores”.

    • COVID E OSPEDALI

    Pochi posti, lasciati morire gli over 65. La conferma di Bertolaso

    Raccontando su Rete4 la sua esperienza di malato di coronavirus, il consulente della Regione Lombardia per l'emergenza sanitaria ed ex capo della Protezione civile, Guido Bertolaso, ha affermato di essere stato privilegiato perché per la scarsità di posti in molte regioni si è deciso chi curare sulla base della carta d'identità. E lui, fosse stato un cittadino normale, non si sarebbe salvato. «Come medico e come cittadino lo ritengo vergognoso per un Paese come il nostro». È la conferma di quanto più volte affermato dalla Nuova Bussola Quotidiana sulla base delle cifre e delle testimonianze, ma che viene censurato dall'informazione dominante.
    - IL VIRUS DEL CONTRAPPASSO, di Riccardo Barile

    • ALLE PRESE CON IL LOCKDOWN

    Siamo uomini non Terminator... almeno al call center, please

    Il lockdown per anziani è più che altro per anziani provvisti di nipote smanettone. Il cosiddetto smart working presuppone una certa dimestichezza informatica. Penso a Terminator: siamo schiavi della macchine? Sì, ma della loro stupidità.

    • TRA SCIENZA E INTERESSI

    Plasmaterapia: gli USA ci credono, da noi è guerra

    Il governo ha dato 140 milioni a Bill Gates per la ricerca sul vaccino. Ma quei soldi potrebbero essere più utili in Italia, dove si sta sperimentando con successo la cura con plasma iperimmune. Che funziona e che guarda caso viene osteggiata. Ma negli Usa, invece, la ricerca scientifica di primo livello sta investendo tantissimo sulla terapia tanto che la FDA invita i cittadini a donare il proprio plasma per aiutare a curare i malati di Covid. E la prestigiosa Mayo Clinic ha deciso di puntare tutto sullo sviluppo della terapia, la cui fondatezza è già dimostrata. 
    - NOI ANZIANI & IL LOCKDOWN di Rino Cammilleri
    - STATO E REGIONI ALLO SCONTRO FINALE di Ruben Razzante
    - SONDAGGIO: L'IMPATTO PSICOLOGICO DEL COVID di Roberto Marchesini

    • SFRUTTARE LA PAURA

    Costretti con la paura ad abbracciare il globalismo

    Il virus, si diceva, ha messo in crisi la globalizzazione; questa emergenza decreta la fine dell’UE, ma è vero l’opposto: grazie alla paura il potere politico ci sta costringendo alla perdita della sovranità, come ha detto Monti, da cedere a chi odia la famiglia e le piccole comunità, spingendo per l'eutanaisa, l'aborto e la sottrazione dei bambini ai genitori.

    • GIORNALISTI

    L'annuncio di una diretta che non c'è viola la deontologia

    Annunciare una diretta che non c'è stata equivale alla violazione del principio di verità. Si tratta di un venir meno ai doveri di trasparenza e lealtà nei confronti del pubblico. E i responsabili di quelle testate che hanno commesso questa violazione potrebbero risponderne anche sul piano disciplinare.

    • INTERVISTA/PERA

    «Inseguendo la modernità la Chiesa si è secolarizzata»

    «La Chiesa guarda solo alla propria dimensione storica, così chiudere una chiesa è come chiudere un teatro e andare ad una Messa è come partecipare ad un comizio. È questo l’effetto della secolarizzazione della Chiesa». A colloquio con Marcello Pera tra cultura cristiana in declino e un'Europa che gioca sui diritti: «Se la crisi è spirituale, e lo è, allora le istituzioni non bastano a risolverla. Occorre una nuova cultura. E passa dal cristianesimo». 
    - CONTE, IL "CATTOLICO" CHE VIETO' LE MESSE di Nico Spuntoni
    - QUANDO SAN PAOLO AFFRONTO' IL POTERE POLITICO di Leonardo Lugaresi

    • DOMANI LA FASE DUE

    Seconda ondata, propaganda di Stato per limitarci la libertà

    E’ bastata una preoccupazione di una delegata Oms per la possibilità di nuove infezioni per scatenare il panico: arriverà una seconda ondata. Uno scenario apocalittico, ma il termine non è preso dal linguaggio dell’epidemiologia, bensì da quello della propaganda politica, come del Pci degli anni '50. E il Governo fa di tutto per tenere sulla popolazione una pressione psicologica altissima, per indurre anche in tempi di allentamento del Lockdown ad una “spontanea” rinuncia alle proprie libertà. La Fase due sarà di lacrime e sangue... e di fakenews di Stato.
    - COMUNIONE, IN BOCCA O IN MANO NESSUN CONTAGIO di Fabio Sansonna
    - MEDICI CUBANI, INTERROGAZIONE DOPO I NOSTRI ARTICOLI di Marinellys Tremamunno
    - LA LETTERA DI UNA MAMMA A BASSETTI: CI AVETE TRADITI 

    • UNGHERIA

    No alla bugia del "cambio di sesso" sui documenti

    Opporsi alla dittatura arcobaleno è possibile e sta dando frutti. Il disegno di legge del partito di Orban definisce il genere femminile o maschile come esclusivamente legato al sesso biologico. Il testo dice che «cambiare il proprio sesso biologico è impossibile, i caratteri sessuali e le caratteristiche cromosomiche sono immutabili».