• I VENERDì DELLA BUSSOLA

    Sara, la bambina in missione per conto di Maria

    • SANITÀ

    Caos vaccini, cercasi ministro capace di cambiare rotta

    La scelta del nuovo Ministro della Sanità sarà una delle sfide più importanti del governo Draghi, soprattutto per quel che riguarda la gestione della campagna vaccinale. Diventa sempre più evidente che ci sono problemi di sicurezza ed efficacia dei vaccini, oltre ai problemi di distribuzione. Bisognerebbe essere chiari con i cittadini chiarendo che la campagna vaccinale è una sperimentazione sul campo, dei cui risultati non si è certi. Anche per spiegare i necessari cambiamenti di strategia.
    - SINDROME POST COVID, COME CURARLA, di Umberto Tirelli

    • IL CASO

    Sindrome post Covid, i benefici dell'ossigeno ozono terapia

    Spossatezza, dolori generalizzati, mancanza di fiato, difficoltà nel concentrarsi, incapacità a fare esercizio fisico, mal di testa, difficoltà a dormire. Sono i sintomi più frequenti della sindrome post Covid in pazienti che sono guariti e sono già negativi, ma perdurano con disturbi spesso fastidiosi. Un problema che la scienza sta studiando e cercando di risolvere. L'ossigeno-ozonoterapia sta dando risultati incoraggianti. 

    • FRANCIA

    Didier Lemaire, un altro prof minacciato dagli islamisti

    Da anni denuncia l’islamizzazione imperante in Francia e in particolare a Trappes (vicino Parigi), fucina di jihadisti partiti per combattere in Siria e Iraq. Ma dall’autunno scorso Didier Lemaire, professore di filosofia, vive sotto scorta per aver pubblicato una lettera aperta in omaggio a Samuel Paty, l’insegnante decapitato da un islamista.

    • IL SEGRETO DELLA MINIERA

    Foibe, il film verità che non fa notizia

    Per il Giorno del Ricordo, dedicato alle vittime delle foibe, la Cineteca di Milano ha messo a disposizione un film straordinario, Il segreto della miniera. Si tratta di un film sloveno della regista Hanna Antonina Wojcik-Slak e tratta dello spaventoso misfatto delle foibe da un punto di vista diverso. Infatti, non furono solo italiani a finire nelle maglie della pulizia etnica, ma anche i «traditori» dei nuovi padroni comunisti, a qualunque nazionalità appartenessero.

    • IL LIBRO IN ANTEPRIMA

    Sara, piccola grande profetessa dell'Amore di Dio

    Una morte tragica e improvvisa a soli tre anni e mezzo, che spezza le gambe di un'intera famiglia già atrocemente attraversata dal dolore. Eppure la storia di Sara Mariucci e di Mamma Morena, nel tempo, si rivela una immensa storia d'Amore di Dio per tutti i suoi figli a partire da mamma Anna che dopo la morte della sua bambina arriva a dire: "Il Paradiso è nel mio cuore ed io sono in Paradiso con Sara". Sulle sue spoglie oggi si recano fiumi di fedeli che già la pregano come una santa. Ma la missione della piccola bambina di Gubbio è solo all'inizio...

    English Español
    • IL GIORNO DEL RICORDO

    «Maria nell'abisso della foiba: così Marco restituì la pietas»

    Il Giorno del Ricordo si celebra in clandestinità a causa dell'eredità culturale e negazionista del Pci. La Bussola incontra il papà di Marco Martinolli, cattolico morto in odore di santità, che onorò di pietas cristiana gli italiani uccisi dai comunisti e che in quel dramma si immedesimò fino a calarsi nel buio delle cavità: «Lasciava cadere dall'imboccatura delle foibe i santini della Madonna. Un giorno raggiunse l'Abisso Bertarelli per collocarvi una statuetta della Vergine». 

    • I VENERDì DELLA BUSSOLA

    In morte di RS. Speciale Eutanasia - IN DIRETTA

    • CONSIGLIO DI STATO

    Scuola, il decreto "no mask" che può rompere il sistema

    Un’alunna accusa problemi di ossigenazione per l’uso della mascherina. Arriva il ricorso al Tar e il Ministero della Salute si contraddice citando il Cdc, secondo cui il Dpi non è necessario se c’è la distanza. Interviene poi il Consiglio di Stato che sospende l’obbligo per la studentessa. Un precedente che può aprire la strada ad altri ricorsi.

    • COVID

    Ok ai monoclonali, ma il doppiopesismo di cura resta

    L'Aifa ha approvato - dopo pressione politica dei 5 Stelle - gli anticorpi monoclonali, terapia d'emergenza anti-Covid più che promettente, ma con ancora zone d'ombra, soprattutto sulle varianti del virus e sul meccanismo di difesa degli anticorpi. Un percorso preferenziale che non è stato accordato a idrossiclorochina e plasma iperimmune.

    • IL REPORT AIFA

    Antinfiammatori in calo, così il Covid non è stato curato

    Dal report Aifa sulla vendita dei farmaci nel 2020 emerge, oltre all'aumento degli ansiolitici, il calo degli antinfiammatori (FANS). Ma sono proprio questi che si sarebbero dovuti usare per una cura precoce. Invece si è puntato, sbagliando, sul paracetamolo. Preoccupa anche il calo di farmaci oncologici endovena, che fa temere che alcuni tumori non siano stati adeguatamente affrontati. 

    • L'ANALISI

    Morire di vaccino? Tutte le insidie sul nesso di causalità

    Un errore di valutazione in questa fase può portare facilmente a sottostimare l’impatto dei vaccini sulla mortalità. Il nesso di causalità è un procedimento estremamente difficile, sia per “dimostrarlo” che per “escluderlo”, come si evince anche dalla linee-guida dell’OMS. Anche perché per alcune patologie, come quelle cardiovascolari, diventa difficile escludere un nesso di causa di un vaccino che potrebbe avere impatto su certe dinamiche.