• ATTACCO AI PICCOLI

    Abuso di minori: al centro delle presidenziali Usa

    I repubblicani accusano gli Obama, legati a Netflix, e la Rice, nel board della società, di silenzio sul film Cuties che sdogana la pedofilia. Intanto, Biden bacia sulla bocca la nipote, mentre sostiene la corsa di un ex gay che parlava delle sue “vittime sessuali” e di bambine in perizoma. Ma già la Cnn ci aveva provato: la macchina per normalizzare l’abuso di minori è partita da tempo.

    • EVENTI DELLA BUSSOLA

    SOLLEVIAMO LO SGUARDO: IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA

    Il Programma completo della Giornata della Nuova Bussola Quotidiana che si terrà sabato 3 ottobre 2020 presso la Comunità Shalom – Palazzolo sull’Oglio.

    • INNOCENZA VIOLATA

    Cuties, un film che è bene non vedere

    Nel film Cuties (Mignonnes), diffuso da Netflix, le protagoniste undicenni sono riprese in balli provocanti e atteggiamenti sessuali espliciti. Per la regista il fine è denunciare l’ipersessualizzazione. No, le bambine sono state usate e ritratte in modi degradanti: un male in sé. Se si vuole perseguire un fine buono si educa al bene, dunque alla purezza, per la quale c'è una sola via

    • IL NUOVO PRESIDENTE

    La Consulta apre la strada alla Repubblica dei giudici

    Ruota tutto attorno al concetto ambiguo di coscienza collettiva l'esordio problematico del neo presidente della Corte Costituzionale, Morelli. Ma fare riferimento alla coscienza sociale ci consegna all’arbitrarietà del giudice che potrebbe affermare che esiste il diritto al suicidio, all’eutanasia, di porre fine alla vita dei propri figli perché così vuole il popolo italico. Gli esempi non sono casuali: Morelli fu il giudice che nel 2008 decise della sorte di Eluana Englaro. Ma come si individuano i nuovi diritti? Morelli pensa di far ricorso ai giornalisti per tracciare una mappa del sentito comune sui temi etici. Agghiacciante: così sarebbe il giudice a proiettare proprie personali visioni morali sul tessuto collettivo.

    • la scoperta a modena

    Clandestini falsi minorenni: per truffa e per business

    Un foglietto in lingua urdu, la lingua del Pakistan, trovato a un clandestino a Modena svela la tecnica per essere accolti dal Comune, che sborsa fino a 2800 euro al mese per ogni minore accolto. Basta dichiararsi minorenne e presentarsi ai servizi sociali. «I controlli non ci sono più - spiega alla Bussola il consigliere di Forza Italia Giacobazzi - si risparmia sulle visite auxologiche perché sono antieconomiche». Il silenzio delle coop che accolgono clandestini e alimentano il business. Quel vademecum è la prova che c’è un sistema che non funziona e che l’immigrazione è in completo abbandono. 
    - CAIVANO E COMO: DISTORSIONI POLITICALLY CORRECT di Tommaso Scandroglio

    • STRUMENTALIZZAZIONI

    Caivano e Como, i fatti distorti dal politicamente corretto

    Le morti di Maria Paola Gaglione e don Roberto Malgesini mostrano come i media abbiano cercato di raccontare la “notizia perfetta”, infarcita di luoghi comuni a vantaggio delle ideologie arcobaleno e pauperista. Con grave distorsione della realtà dei fatti, dalla forzatura sullo speronamento volontario (ancora da appurare) a Caivano ai falsi “problemi psichici” dell’immigrato irregolare a Como

    • BARBARIE EUROPEE

    Dalla vendita di bimbi a Parigi al partito pedofilo olandese

    In Francia si è svolta la prima fiera del bambino da fabbricare e compare con tanto di case di produzione che presentavano i risultati possibili (varietà di ovuli e gameti) e il grado di successo del prodotto, nonostante la legge vieti l'utero in affitto. In Olanda i pedofili si presentano ancora alle elezioni mentre la politica tace. E in Slovacchia i pro life vengono attaccati.

    • LETTERA DI UN ESILIATO

    "Caro Papa, aiuti il Nicaragua. Ortega opprime il popolo e la Chiesa"

    Proseguono gli abusi in Nicaragua da parte del regime di Ortega-Zambrana: 18 poliziotti vestiti di nero hanno rapito il proprietario di un’azienda agricola, anticomunista, insieme al figlio e ad altri due giovani. Il fatto è stato denunciato dall’avvocato ed esiliato politico Álvaro Leiva, segretario esecutivo dell’Associazione nicaraguense per i diritti umani. Leiva ha anche scritto una lettera a papa Francesco per denunciare le minacce e le persecuzioni messe in atto dalla dittatura, che politicizza la religione per intimidire la Chiesa. La Nuova Bussola la pubblica in esclusiva

    Español
    • DANIMARCA

    Down free: quando l'aborto diventa un dovere

    Down Syndrome Free: il progetto danese è pura eugenetica. Attenzione, in questo caso non si tratta di usare l’aborto anche per eliminare i bambini malformati, ma di una vera e propria campagna per sterminare una particolare categoria di bambini. E la donna è tutt'altro che libera: ecco la menzogna del diritto di scelta che si rivela un obbligo a fare il male. E non accade solo in Danimarca...

    • VIRUS E VACCINI

    Scomparsa la Polio in Africa, ma è proprio così?

    Il 25 agosto l’Oms ha dichiarato ufficialmente che è stata debellata la poliomielite in Africa. La stessa Oms che oggi è ai minimi storici per popolarità e credibilità, in seguito al modo in cui ha gestito l’emergenza COVID-19. Infatti il rischio che la malattia si ripresenti è tra i più elevati. Ed in realtà non si può neanche dire che la malattia sia realmente scomparsa...

    • CORONAVIRUS

    Alcune regole per un'informazione scientifica corretta

    I giornalisti scientifici sono sempre stati una rarità nelle redazioni e in periodo di epidemia di Covid purtroppo abbiamo visto i risultati: confusione, contraddizione, allarmismo, spettacolarizzazione. Alla scuola di alta formazione giornalistica di Cortina si sono date alcune regole per evitare di ripetere l'errore, dando un'informazione scientifica corretta. Ed evitando di diffondere il panico. 

    • LE GRANE DI ARCURI

    Non solo Nexus e banchi. C’è un problema di trasparenza

    Commessa da quasi 45 milioni di euro, poi sfumata, per la ditta con un solo dipendente. Svelati dalla Verità alcuni arcani sulla Nexus, che ha una falegnameria ma non la forza per produrre 180.000 banchi scolastici entro ottobre. Mentre è in corso la verifica dei contratti, permane l’ordine del silenzio sui nomi delle altre 10 ditte vincitrici. Un problema, di trasparenza, che non riguarda solo i banchi