• VITTORIA PRO VITA

    La guerra del Texas all’aborto. E la furia di Biden

    La decisione della Corte Suprema di non bloccare la nuova legge texana, che proibisce gli aborti quando si riscontra il battito cardiaco del bambino, scatena le ire dei Dem americani. Biden prepara un contrattacco poco “democratico” e con lui la Pelosi. Ma intanto in Texas crolla il numero degli aborti e nasce una speranza per tutto il fronte pro vita.  

    • IL DIBATTITO

    Obbligo del vaccino? È la nostra Costituzione a escluderlo

    Sulla questione della salute si gioca il delicato equilibrio tra rispetto della persona e “interesse della collettività”. La libertà e la dignità della persona umana non possono essere subordinati all’interesse della collettività, se non per gravi e fondati motivi. La costituzionalità dell’imposizione dell’obbligo vaccinale non sta nell’efficacia dei vaccini come mezzi di prevenzione delle malattie, ma nelle condizioni di superiore interesse per la collettività e rispetto della persona umana.
    - APPELLO DEI DOCENTI UNIVERSITARI CONTRO IL GREEN PASS

    • IL CASO

    Vaccini, feti abortiti e altri farmaci: una guida per capire

    Un argomento forte di chi ritiene non sia problematico l'uso di linee cellulari da feti abortiti per produrre i vaccini è il fatto che se si impediscono i vaccini si dovrebbero vietare anche molti altri farmaci comuni che usano le stesse linee cellulari. In realtà le cose stanno diversamente, ma soprattutto non è accettabile accettare un male solo perché è molto diffuso. Da qui una proposta per i cristiani...

    English Español
    • VERSO LA COP26

    "Promuovere aborti per salvare il pianeta"

    Sessanta Ong abortiste internazionali lanciano un appello ai governi in vista della Conferenza sul clima del novembre prossimo a Glasgow: l'obiettivo è inserire i programmi per contraccezione e aborto tra le misure da finanziare contro i cambiamenti climatici. Una vecchia storia...

    English Español
    • INTERVISTA AUTOGOL

    Paglia scivola di nuovo: sull'eutanasia non si negozia

    Il presidente della Pontificia Accademia per la Vita (PAV) parte bene in un'intervista sul referendum radicale, ma commette il grave errore di auspicare una legge sul fine vita che sia condivisa. La solita strategia del male minore che delinea come in casa cattolica non si pensi più a battere l'avversario. Così facendo Paglia sembra non essere persuaso che uccidere l’innocente sia un male per tutti. Un sincretismo valoriale preoccupante. 

    • ARGENTINA

    Animali 'persone' non umane: la rivoluzione avanza

    La deputata argentina Graciela Camaño presenta un disegno di legge che chiede di riconoscere ad alcuni animali lo status di persone “non umane”, insieme a una serie di diritti come il diritto alla vita, a non soffrire, alla salute, all’assistenza alimentare, ecc. Una proposta che prende le mosse da un processo rivoluzionario vecchio di secoli e apre a scenari bizzarri, invertendo diabolicamente la gerarchia di valori insita nel creato.
    - QUANDO MANGIARE INSETTI DIVENTA UN HORROR, di Rino Cammilleri

    • GLI PSICOLOGI

    "Basta studiare i baby trans", l'ordine è assecondarli

    Stop agli studi sui baby trans. In sostanza, la coalizione degli psicologi americani Caaps chiede che siano assecondati. Questo spiega come mai aumentino i casi di giovani che vengono avviati al «cambio di sesso» dopo sedute psicologiche.

    • AUSTRALIA

    L'assurda guerra trans all'allattamento al seno

    Le volontarie dell’Australian Breastfeeding Association (Aba) sono prese di mira perchè dicono che l'allattamento al seno è una prerogativa femminile. È sempre più chiaro che il sonno della ragione genera «linguaggio inclusivo». 

    • TV2000 NELLA BUFERA

    Lo spot scientista contro il Credo nella tv dei vescovi

    La tv dei vescovi diffonde lo spot della Fondazione Veronesi sulla campagna lasciti testamentari, in cui si presenta un'idea di vita dopo la vita incompatibile con la dottrina. Un messaggio scientista in cui la ricerca scientifica è in grado di dare tutte le risposte alle domande dell'uomo. Proteste sui social. 

    • IL GOVERNATORE DI NEW YORK

    Cuomo, le accuse di molestie e lo scandalo 'dimenticato'

    Nell’occhio del ciclone Andrew Cuomo, governatore dello Stato di New York, accusato di aver molestato sessualmente 11 donne. Anche il Partito Democratico lo scarica, ma lui non si dimette. Accuse da verificare, mentre c’è un sicuro scandalo che il mainstream oggi dimentica e ieri applaudiva: il suo sostegno all’aborto. Addirittura fino alla nascita.

    • Guatemala

    Il Piano Famiglia che non piace agli Usa e alle lobby

    Il 25 luglio il presidente guatemalteco Giammattei ha presentato un piano fino al 2032 per la protezione della vita dal concepimento e della famiglia come «unità di base della società». Lo stesso giorno è stato destituito il procuratore Sandoval, fatto che è divenuto il pretesto per una dura presa di posizione degli Usa di Biden e manifestazioni di piazza contro il governo del Guatemala.

    English Español
    • STATI UNITI

    Il bavaglio Lgbt colpisce le facoltà di medicina

    C’è il professore che chiede scusa per aver detto “donne in gravidanza”, il membro di facoltà che manda un’email con scuse preventive ai gruppi Lgbt e gli insegnanti che consultano questi ultimi prima delle lezioni. Sono alcuni esempi, raccolti in un’inchiesta di Katie Herzog, del clima di terrore arcobaleno negli atenei americani.