Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Camillo de Lellis a cura di Ermes Dovico

Vaccino


Cellule da feti abortiti, interessa ancora a qualcuno?
IL CASO

Cellule da feti abortiti, interessa ancora a qualcuno?

Santa Sede, CEI e vari intellettuali cattolici promuovono la vaccinazione di massa ignorando loro per primi i documenti della Chiesa riguardo alle condizioni richieste perché l'uso delle cellule da feti abortiti possa essere considerato moralmente lecito. Una grande occasione persa dalla Chiesa per evangelizzare.


No ai vaccini con cellule di feti abortiti: un'alternativa c'è
CORONAVIRUS

No ai vaccini con cellule di feti abortiti: un'alternativa c'è

Tutti, anche i cristiani, corrono a vaccinarsi accantonando il problema dei feti abortiti. Eppure molti non vogliono in coscienza farne uso, perché non siamo tutti a rischio vita e perché un'alternativa c'è. Se saremo costretti a sottoporci al vaccino occorre domandare delle alternative come quella del russo EpivacCorona che, oltre ad essere efficace e tollerabile, è prodotto senza le linee cellulari fetali.


O ti vaccini o ti licenzio: il Vaticano apre la strada
CATTIVO ESEMPIO

O ti vaccini o ti licenzio: il Vaticano apre la strada

In Vaticano è stato emanato un decreto in materia di emergenza sanitaria che discrimina i lavoratori che non si vaccinano, con conseguenze che arrivano fino al licenziamento. Una decisione ingiustificabile dal punto di vista morale e giuridico, perché manca lo stato di necessità e non c'è certezza su efficacia e sicurezza dei vaccini. Una Nota vaticana successiva per smorzare le polemiche non cambia la sostanza del provvedimento.
- VAXTICANO, DECISIONE SCIENTIFICAMENTE INSENSATA, di Paolo Gulisano


Vaxticano, obbligo vaccinale è senza basi scientifiche
IL NUOVO DECRETO

Vaxticano, obbligo vaccinale è senza basi scientifiche

La decisione vaticana di sanzionare i dipendenti che non si vaccineranno contro il Covid non ha alcuna giustificazione scientifica. Non è vero che il "non vaccinato" sia un problema per gli altri e che costituisca un rischio per la salute pubblica. Ecco perché...


2020, un anno da non dimenticare (per il nostro bene)
LA RIFLESSIONE

2020, un anno da non dimenticare (per il nostro bene)

La memoria è una caratteristica fondamentale nella vita, per correggere gli errori fatti e affrontare la realtà in modo più ricco di significato. Quindi, bisogna ricordare il 2020 per affrontare il futuro con una rinnovata consapevolezza del valore della vita quale dono prezioso del nostro Creatore. E nutrendo un sano e scientifico realismo che non porti a idolatrare il vaccino.


In Arabia meridionale i cristiani non rinunciano al Natale
Natale 2020

In Arabia meridionale i cristiani non rinunciano al Natale

Dalla mattina del 24 dicembre alla sera del 26 ad Abu Dhabi, la capitale degli Emirati Arabi Uniti, si celebreranno 70 messe

 


Vaccini, il governo va di fretta ma dell'efficacia non v'è certezza
IL PIANO STRATEGICO

Vaccini, il governo va di fretta ma dell'efficacia non v'è certezza

Il governo italiano ha prodotto il Piano strategico per le vaccinazioni anti Covid che inizieranno a gennaio, partendo dal personale sanitario. Ma il documento è anche rivelatore della disorganizzazione nella gestione della pandemia, nonché dell'assoluta indifferenza verso la possibilità di terapie per curare. E inoltre fa sorgere molti dubbi sulla reale efficacia dei vaccini. 


«Vi parlo di Endovirstop, lo spray italiano anti-Covid premiato a Praga»
INTERVISTA A BERTELLI

«Vi parlo di Endovirstop, lo spray italiano anti-Covid premiato a Praga»

Si chiama Endovirstop, è un prodotto basato su una molecola naturale a basso costo che ha il fine di prevenire le infezioni virali respiratorie, Covid-19 incluso. È stato sviluppato da una start-up italiana, Ebtna-Lab, guidata dal genetista Matteo Bertelli, che sabato è stato premiato al Congresso europeo di Biotecnologie di Praga per il «miglior prodotto anti-Covid». Eppure l’Aifa non si era dimostrata interessata, e diversi studi di sicurezza ed efficacia sono stati condotti all’estero. «Lo spray veicolerà il principio attivo direttamente nelle vie respiratorie» e può rendere superfluo il vaccino. La Nuova Bussola ha intervistato Bertelli.
- L'EPIDEMIA COME POLITICA, IL CORONAVIRUS SPIEGATO DA AGAMBEN, di F. Piemonte


La corsa al vaccino è politica e blocca la ricerca scientifica
LA SALUTE CHE "CONVIENE"

La corsa al vaccino è politica e blocca la ricerca scientifica

L’efficacia delle terapie anti-Covid cresce ed è evidente subito, mentre la protezione offerta dal vaccino è tutta da verificare. Perché a fronte dei successi terapeutici si continua a puntare tutto su quest'ultima? Inoltre la partita sta assorbendo la quasi totalità delle risorse per la ricerca di rimedi ad altre malattie che da anni mietono milioni di morti. Come mai? La battaglia di Gates/Fauci vs Trump svela verità prima nascoste.


Vaccino italiano, se i malati si cercano in Sudamerica
EPIDEMIA DA COVID AGLI SGOCCIOLI

Vaccino italiano, se i malati si cercano in Sudamerica

Conferenza stampa allo Spallanzani di Roma, presente Nicola Zingaretti, che annuncia trionfante il vaccino italiano anti-Covid. Ma poco dopo interviene il direttore sanitario dell’ospedale, Francesco Vaia, con una dichiarazione bomba perlopiù ignorata dai media: «In Italia - al di là di quello che si dice - non c’è questa catastrofe, non abbiamo tutti questi pazienti e malati». Malati che verranno probabilmente cercati in Sudamerica. È la conferma, come avvertono altri medici onesti contro ogni narrazione terrorizzante, che nel nostro Paese l’epidemia è al capolinea.
- AUSTRALIA, DITTATURA SANITARIA IN AZIONE. E FA PAURA, di Ermes Dovico


Vaccino senza sperimentazioni? Troppi rischi
COVID-19

Vaccino senza sperimentazioni? Troppi rischi

L'iniziativa dell'Agenzia europea del farmaco che chiede di poter usare il vaccino anti-coronavirus già in autunno, senza sperimentazioni, è estremamente pericolosa: c'è il rischio di aumentare gli effetti del coronavirus anziché evitarli e anche di incorrere in gravi danni cerebrali.


Rinnovata per tre mesi l’emergenza globale per Ebola
Ebola

Rinnovata per tre mesi l’emergenza globale per Ebola

Svipop 19_02_2020 Anna Bono

L’Oms ha prolungato di tre mesi l’emergenza sanitaria internazionale per l’epidemia di Ebola nella Repubblica democratica del Congo in corso dall’estate del 2018