Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
Sant’Agnese di Boemia a cura di Ermes Dovico

Comunismo


Li chiamano "anti titini", ma sono vittime del comunismo
FOIBE E MENZOGNA

Li chiamano "anti titini", ma sono vittime del comunismo

Chi oggi titola sugli "anti titini" per i resti degli adolescenti ritrovati nella foresta di Kocevski, è uguale a quei comunisti che aggredirono gli esuli italiani: sta sputando, ancora, sulla storia di un popolo. Quando si parla di "titini" sparisce la storia. Non esistevano, infatti, i "titini" ma i comunisti. Quegli stessi "rossi" che sventolando la bandiera della CGIL e del PCI tirarono sassi e sputarono al treno dei poveri esuli italiani. 


I monaci di Thien An di nuovo sotto attacco in Vietnam
Comunismo

I monaci di Thien An di nuovo sotto attacco in Vietnam

Ideologia comunista e interessi economici convergono nella persecuzione dei monaci del monastero di Thien An che le autorità locali mirano a espropriare per vendere il vasto terreno su cui sorge

 


Consacrata al Sacro Cuore. E la Polonia fermò i comunisti
100° ANNIVERSARIO

Consacrata al Sacro Cuore. E la Polonia fermò i comunisti

Il 27 luglio 1920, di fronte all’avanzata dell’Armata Rossa, i vescovi polacchi consacrarono la nazione al Sacro Cuore di Gesù. In risposta alle loro lettere, Benedetto XV promosse preghiere per la Polonia, derise dai comunisti. Che nei giorni dell’Assunta, però, dovettero fare i conti con quello che passò alla storia come “Miracolo della Vistola”.


Sterilizzazioni forzate e campi di rieducazione. La persecuzione degli uiguri in Cina
Comunismo

Sterilizzazioni forzate e campi di rieducazione. La persecuzione degli uiguri in Cina

Svipop 07_07_2020 Anna Bono

Il governo cinese sta attuando un programma per limitare la crescita demografica degli uiguri, minoranza di fede islamica e lingua turca. La denuncia in un rapporto appena pubblicato

 


Leader Lgbt, era la spia comunista che tradì il prete amico di Wojtyła
POLONIA

Leader Lgbt, era la spia comunista che tradì il prete amico di Wojtyła

Oggi si vede apparire accanto al sindaco Rafał Trzaskowski, candidato di sinistra alle presidenziali polacche. La sua associazione Pro Humanum, che promuove l’ideologia Lgbt, ha ricevuto quasi due milioni di złoty dal comune di Varsavia. Lei è Jolanta Lange, ma di recente si è scoperto che il suo vero cognome è Gontarczyk. Si tratta di un’ex spia comunista che insieme al marito tradì la fiducia del venerabile don Franciszek Blachnicki (†1987), morto in esilio forzato in circostanze molto strane e con alle spalle una vita di persecuzioni da parte del totalitarismo nazista prima e sovietico poi. Oggi un'inchiesta cerca di far luce sulla sua morte e sull'eventuale ruolo dei Gontarczyk, gli ultimi a vederlo in vita.


Calvino al Cottolengo, la realtà è antidoto all’ideologia
APPUNTI PER LA MATURITÀ/10

Calvino al Cottolengo, la realtà è antidoto all’ideologia

È il 1953, Italo Calvino è segretario di seggio al Cottolengo-Piccola Casa della Divina Provvidenza. Quell’esperienza lo segna profondamente. Dieci anni più tardi, non più iscritto al PCI, esce “La giornata di uno scrutatore”. Il protagonista rivela la crisi del suo credo illuministico davanti ai deboli del Cottolengo e alle suore che li assistono, per i quali gratitudine e amore hanno una sola sorgente: Dio.
L'ESERCITAZIONE


Hollywood (il)liberal, la rivoluzione portata in salotto
IL PAMPHLET

Hollywood (il)liberal, la rivoluzione portata in salotto

Alle ultime presidenziali americane, 167 divi hollywoodiani si erano schierati apertamente per Hillary Clinton, rimanendo poi sconvolti per la vittoria di Trump. Se in Italia comanda il pensiero comunista, negli Usa è quello liberal, che condiziona il lavoro e pretende di plasmare le menti. Anche attraverso il cinema e le serie tv, come scrive Maurizio Acerbi nel suo Hollywood (il)liberal.


I cattolici in Vietnam al servizio del prossimo
Minoranze cristiane

I cattolici in Vietnam al servizio del prossimo

 

Le parrocchie vietnamite svolgono regolarmente attività caritatevoli e benefiche. Le comunità si prodigano per fornire servizi scolastici e sanitari soprattutto ai più bisognosi


Jan Palach, la torcia umana che aveva a cuore la libertà
L’ANNIVERSARIO

Jan Palach, la torcia umana che aveva a cuore la libertà

Cinquant’anni fa, il 16 gennaio 1969, lo studente universitario Jan Palach si dava fuoco in piazza San Venceslao a Praga. Un gesto radicale di protesta contro la repressione della Primavera di Praga e l’invasione della Cecoslovacchia da parte delle truppe comuniste. Da allora si svilupperà nella società ceca e in altri paesi sovietici un’idea che caratterizzerà i due decenni successivi: il dissenso.


Liberi i sette cristiani arrestati per aver organizzato un incontro di preghiera illegale
Laos

Liberi i sette cristiani arrestati per aver organizzato un incontro di preghiera illegale

Sono stati rilasciati i cristiani arrestati il 29 dicembre mentre pregavano nella chiesa di un villaggio. Nel paese comunista accuse del genere ai cristiani e altri soprusi sono frequenti


Papa Francesco a Vilnius, tre tappe della memoria totalitaria
IL VIAGGIO APOSTOLICO

Papa Francesco a Vilnius, tre tappe della memoria totalitaria

Papa Francesco sbarca in Lituania, prima tappa del suo viaggio nelle tre repubbliche baltiche, in una data carica di significati e di ricorrenze di libertà. La Lituania, la Lettonia e l’Estonia, nel 2018 celebrano 100 anni di indipendenza. Non cento anni di pace: sono anni di guerre, spartizioni e occupazioni. E soprattutto: decenni di sofferenza sotto entrambi i totalitarismi, l’uno il nazismo, con la sua persecuzione razziale, l’altro, il comunismo, con la persecuzione e l’odio contro la religione.

IL VERO VOLTO DELLA MISERICORDIA DI GESU' di Corrado Spera


"Il comunismo, il dolore per Gesù, il dovere della verità"
INTERVISTA AL VESCOVO

"Il comunismo, il dolore per Gesù, il dovere della verità"

Il vescovo di Astana, Athanasius Schneider, racconta "i giorni passsati senza ricevere i sacramenti, poi ricevuti di nascosto, le case come catacombe di fede viva. L’esortazione di un prete santo, le lacrime di mia madre e l'antidoto all'eresia che mi portano a difendere l'Eucarestia: è mio dovere anche per amore al papato".