• AL DI LÀ DEI MITI

    Ecco perché l’Amazzonia è un territorio di morte

    Nel documento finale del Sinodo si accenna ai drammi e crimini orribili diffusi in Amazzonia, ma dando spiegazioni generiche e imprecise per una realtà che interessa ben 9 Paesi. La terra si sta sì “dissanguando”, ma la colpa non è proprio delle multinazionali, come sostiene la vulgata socialista, bensì dell’azione impunita di gruppi criminali locali (Farc comprese). Che controllano non solo le miniere illegali ma tutta una serie di traffici, spesso sfocianti in bagni di sangue.

    • SINODO

    Il Papa e le statuette, una situazione surreale

    Parlando a braccio ai padri sinodali, il Papa ha chiesto perdono per le statuette pagane gettate nel Tevere. Che però i Carabinieri hanno recuperato e domenica potrebbero addirittura essere esposte nella messa conclusiva del Sinodo per l'Amazzonia. Un epilogo incredibile che segna il disastro degli uomini della comunicazione vaticana e copre di ridicolo la Santa Sede.
    - THE POPE AND THE STATUETTES.... (ENGLISH VERSION)
    - OGGI SI VOTA, SCONTRO SU VIRI PROBATI E RITO AMAZZONICO, di Nico Spuntoni
    - DOSSIER: IL SINODO PER L'AMAZZONIA

    • RIPASSO DI STORIA

    Terra-senza-mali? Ma per favore....

    Con una liturgia ad hoc vogliono riesumare il mito della Terra senza mali, ma una terra così non è mai esistita, né in Amazzonia né altrove. Vale invece la pena ricordare ciò che i missionari del XVI e XVII secolo - molti erano i gesuiti - trovarono all'arrivo in queste terre.

    • VOCAZIONI

    Il problema dell'Amazzonia? Sono certi missionari

    L'ordinazione di uomini sposati è ormai una vera fissazione. Ieri al briefing la scelta è stata sponsorizzata dal vescovo Verzeletti, che ha anche detto di avere in diocesi uomini eccezionali, con una vita eucaristica costante e che desiderano il bene degli altri. Ma non è questo il criterio per l'ordinazione sacerdotale. Leggasi san Paolo...
    -CELIBI E CASTI: IL LIBRO DELLA BUSSOLA 

    • VERSO IL SINODO

    Amazzonia, quando parliamo di evangelizzazione?

    È sorprendente che le risposte delle consultazioni fatte ai fedeli dell'Amazzonia parlino poco della situazione specificamente religiosa, pastorale, ecclesiale, delle missioni amazzoniche. Allo stesso modo, gli ecclesiastici intervenuti toccano solo o principalmente l'aspetto ecologico e i problemi di ordine sociale ed economico delle popolazioni amazzoniche.
    - Amazonia, se requiere mayor actividad evangelizadora (Version en Español)

    • VERSO LA GIORNATA DELLA BUSSOLA/INTERVISTA

    Burke: «Nostro compito è annunciare Cristo e difendere la fede»

    «Il Signore ci ha detto di andare in tutto il mondo per battezzare le genti, questo è molto chiaro, questo è il nostro compito». «Se un missionario ha solo l'intenzione di apprezzare le culture indigene, non solo non evangelizza ma rischia anche di perdere la fede». «Il documento di lavoro per il Sinodo sull’Amazzonia è assolutamente inaccettabile, dobbiamo fare tutto il possibile per difendere la fede cattolica nella sua integrità». «È anche disonesto presentare un Sinodo come finalizzato all’evangelizzazione dell’Amazzonia, quando poi il vero obiettivo diventa rivoluzionare tutta la Chiesa». «Non sono un nemico del Papa e non c'è alcun complotto americano. Bannon? Non sono coinvolto con gente che lavora per distruggere la Chiesa». Parla il cardinale Raymond L. Burke, che terrà la relazione principale alla Giornata della Bussola del 6 ottobre.

    - VERSIÓN EN ESPAÑOL
    - ENGLISH VERSION

    - «LA FEDELTÀ AL PAPA CI IMPONE CHIAREZZA SULLA FEDE», di R. Burke e A. Schneider 

    • SINODO AMAZZONIA

    Preti sposati, i giochi di prestigio di Tornielli

    Riferendosi al fatto che nel Sinodo sull'Amazzonia si parlerà anche della possibilità dei viri probati, il direttore editoriale del Dicastero vaticano per la Comunicazione ha detto che comunque le eccezioni al celibato già esistono nella Chiesa di rito latino. È ormai il solito trucchetto di ritrovare i precedenti nella storia per giustificare le scelte che si vogliono compiere. Ma anche in questo caso l'argomento è inconsistente e mistificatore.

    • Africa in fiamme

    La foresta tropicale africana brucia, o forse no

    In Africa la foresta tropicale non sta andando in cenere. Gli incendi, in savana e terreni aperti, sono appiccati dagli agricoltori che ancora usano la pratica del debbio per fertilizzare i suoli

     

    • MÜLLER

    «Donne diacono? Non nella Chiesa cattolica»

    In una dichiarazione diffusa in tre lingue, l'ex Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede torna su uno dei temi di cui si parlerà al Sinodo sull'Amazzonia: nessun sinodo, papa o concilio «potrebbe rendere possibile l'ordinazione delle donne come vescovo, sacerdote o diacono».

    • Brasile

    Amazzonia, voci contrastanti sulla deforestazione in atto

    È scontro in Brasile tra l’Istituto nazionale di ricerche spaziali e il presidente Bolsonaro sulla reale entità del disboscamento della foresta amazzonica per far spazio a pascoli per il bestiame

    • SINODO

    Amazzonia, i vescovi si danno alla "mistica indigena"

    Un incontro dei vescovi della regione amazzonica in preparazione del Sinodo di ottobre finisce con una cerimonia definita di "mistica indigena", aumentando la preoccupazione per la deriva panteista e indigenista della Chiesa, che contraddice gli insegnamenti tradizionali riguardo all'inculturazione.

    • INTERVISTA/MÜLLER

    «Sinodo Amazzonia, un pretesto per cambiare la Chiesa»

    Il cardinale Gerhard Müller, già prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, boccia senza appello l'Instrumentum Laboris del Sinodo per l'Amazzonia: «Nasce da una visione ideologica che nulla ha a che fare con il cattolicesimo». «Trattano il nostro Credo come se fosse una nostra opinione europea, ma il Credo è la Rivelazione di Dio in Gesù Cristo, che vive nella Chiesa. Non ci sono altri credo».«Dobbiamo rifiutare in modo assoluto espressioni come “conversione ecologica”. C’è solo la conversione al Signore, e come conseguenza c’è anche il bene della natura». «I sacramenti non sono riti che ci piacciono e il sacerdozio non è una categoria sociologica». «La Rivelazione di Dio in Cristo si fa presente nei sacramenti, e la Chiesa non ha alcuna autorità per cambiare la sostanza dei sacramenti».