• STATI UNITI

    La Roe vs Wade rischia. E gli abortisti scatenano l’inferno

    Clamoroso negli Usa: il quotidiano online Politico ottiene e pubblica la bozza dell’opinione di maggioranza che - se approvata - ribalterebbe la Roe, la sentenza che nel 1973 ha imposto l’aborto in tutti gli Stati Uniti. La bozza, scritta dal giudice Alito e trafugata illegalmente, spiega che la Roe è costituzionalmente infondata e da annullare insieme alla sentenza “gemella” Casey. La Corte Suprema conferma che la bozza è autentica e incarica l’Fbi di trovare i colpevoli. Ma intanto il Partito Democratico e le lobby abortiste si compiacciono per il testo trafugato, aizzando le piazze e minacciando l’indipendenza dei giudici.

    • GUERRA AI NASCITURI

    Altri milioni per l’aborto, Biden accresce i fondi all’Unfpa

    Dopo i tagli di Trump la Casa Bianca vuole stanziare, per il 2023, 56 milioni di dollari in favore del Fondo Onu per la Popolazione: un incremento del 72% rispetto all’anno in corso. Messe da parte le restrizioni che vietavano di usare i fondi per l’aborto o per programmi in Cina. Il cui regime comunista vanta una lunga collaborazione con l’Unfpa fin dalla politica del figlio unico e continua oggi sterilizzazioni e aborti forzati. Più che raddoppiata (2,6 miliardi) anche la torta globale per l’uguaglianza di genere, in buona parte destinata ai diritti Lgbt e ancora alla soppressione dei nascituri nel mondo.
    - CORTE SUPREMA, CONFERMATA L'ABORTISTA JACKSON, di Luca Volontè

    • STATI UNITI

    Corte Suprema: confermata Brown Jackson, giudice radicale

    Il Senato ha confermato (53-47) la nomina di Ketanji Brown Jackson a nuovo giudice della Corte Suprema al posto del dimissionario Stephen Breyer. Entrerà in funzione, però, dopo il cruciale caso Dobbs. Con lei esultano i gruppi abortisti, mentre i pro vita sono preoccupati per il suo attivismo e criticano la scelta ideologica di Biden e compagni.

    • STATI UNITI

    Aborti e ricerca, 88 milioni da Biden. E sui nati vivi…

    Un progetto dell’Università di Pittsburgh interroga i medici sulla possibilità che ai bambini vengano estratti organi da vivi. E l’Amministrazione Biden stanzia 88 milioni di dollari per ricerche su tessuti umani fetali - come i trapianti da bambini a topi. Maggiore finanziatore il NIAID diretto da Fauci.

    • STATI UNITI

    Sconfitta Dem: bocciato l’aborto fino alla nascita

    In una battaglia storica il Senato Usa ha bocciato (48-46) la proposta dei Democratici di liberalizzare l’aborto fino alla nascita e di azzerare le vittorie pro vita degli ultimi decenni. Decisivo il voto di Joe Manchin (Dem). Sollievo per i gruppi pro life. E Biden non ha potuto accontentare le lobby abortiste.

    • STATI UNITI

    Obbligo vaccinale, i motivi dell’alt della Corte Suprema

    Rispetto della Costituzione e separazione dei poteri. Leggi e giurisprudenza alla mano, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha sospeso con un voto di 6-3 l’obbligo vaccinale imposto dal Governo Biden per le aziende con almeno cento dipendenti (84 milioni di lavoratori). Via libera, invece, per 5-4 (Kavanaugh e Roberts con i liberal) all’obbligo per i sanitari di strutture che ricevono fondi pubblici. Ma anche lì, motiva l’opinione dissenziente, c’è stato un abuso di potere. Che ricorda la nostra Italia.
    - L'AZITROMICINA SERVE. E NON È FINITA, di Paolo Gulisano

    • Islam

    Un cristiano accusato di blasfemia in Pakistan

    Come in altri casi, l’uomo è stato falsamente accusato di aver offeso l’Islam e Maometto per motivi di interesse da una persona che gli deve del denaro

    • COVID-19

    Anche il Senato Usa dice “no” all’obbligo vaccinale

    Con i Repubblicani compatti, e il voto di due Dem, il Senato dice no (52-48) al mandato di Biden sul “green pass” all’americana per le aziende private con almeno 100 dipendenti. Obbligo già sospeso dalla Corte d’Appello per il Quinto Circuito, rivelando un'attenzione alle libertà personali e ai fatti assente in tanta magistratura e politica italiana.

    • NUOVI RAZZISMI

    «Non sono bianco». La bugia per andare al college

    Un sondaggio di Intelligent.com rileva che su 1250 candidati al college il 34% ha mentito sulla propria appartenenza etnica, negando di essere bianco; tra loro, quasi la metà ha affermato di essere nativo americano. L’85% di chi ha falsificato la dichiarazione ritiene che questo li abbia aiutati a essere ammessi. Una conseguenza della cancel culture e del finto antirazzismo.

    • STATI UNITI

    Castità prematrimoniale, c’è chi la riscopre

    Lo studioso Lyman Stone analizza i dati americani della General Social Survey: dal 2008 al 2021, tra le persone non sposate under 35 che frequentano le funzioni religiose più di una volta al mese, la quota di chi non ha rapporti sessuali è aumentata dal 20 al 60%. Un fatto che ha almeno un paio di spiegazioni.

    • IL CONFRONTO

    Pro vita negli Usa e in Italia: quali differenze?

    Negli Stati Uniti la lotta all’aborto è più incisiva perché il tema è sia de-confessionalizzato sia confessionale. Le campagne pro life hanno fatto comprendere che la difesa della vita attiene alla morale naturale prima che alla fede. Ma al contempo i vescovi hanno continuato a combattere l’aborto. Un risveglio delle coscienze in Italia può allora avvenire su un duplice livello.

    • Emigrazione illegale

    Washington rimpatria gli haitiani illegali

    Centinaia di haitiani entrati negli Usa illegalmente sono già stati riportati ad Haiti nonostante le proteste di chi ritiene che il paese non sia in grado di reintegrarli