Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
Cattedra di San Pietro a cura di Ermes Dovico

Rifugiati


Un futuro incerto per decine di migliaia di profughi dal Burundi
Tanzania

Un futuro incerto per decine di migliaia di profughi dal Burundi

Proprio mentre la crisi politica in Burundi si aggrava e si moltiplicano le violazioni dei diritti umani, il Tanzania preme per il ritorno a casa dei rifugiati burundesi

 


La Chiesa maronita preme per il ritorno a casa dei rifugiati siriani in Libano
Libano

La Chiesa maronita preme per il ritorno a casa dei rifugiati siriani in Libano

Il consiglio dei vescovi maroniti libanesi sollecita un piano globale di rimpatrio dei profughi siriani per evitare di alterare il delicato equilibrio tra le comunità religiose del paese


Forti piogge dopo una lunga siccità peggiorano le condizioni dei rifugiati di Dadaab
Kenya

Forti piogge dopo una lunga siccità peggiorano le condizioni dei rifugiati di Dadaab

 

I rifugiati di Dadaab provati dalla siccità ora devono affrontare i disagi causati dalle forti piogge, mentre sia Save the Children che il Pam sono costretti a ridurre operazioni e razioni alimentari


Anche le malattie mentali contribuiscono all’emergenza sanitaria nei campi profughi
Kenya

Anche le malattie mentali contribuiscono all’emergenza sanitaria nei campi profughi

Tra i rifugiati somali e sud sudanesi ospiti dei campi profughi di Kakuma e Dadaab aumentano i casi di depressione tra chi non ha prospettive di ritorno a casa


Darfur, chiude il campo profughi di Mukjar
Rifugiati

Darfur, chiude il campo profughi di Mukjar

Stanno rientrando in patria gli ultimi rifugiati fuggiti dal Ciad nel Darfur nel 2006, per oltre dieci anni ospitati in campi profughi allestiti dall’Acnur


Ancora bloccati i rimpatri dei rifugiati Rohingya
Myanmar

Ancora bloccati i rimpatri dei rifugiati Rohingya

Il ritorno in patria dei rifugiati Rohingya in Bangladesh avrebbe dovuto iniziare a febbraio, ma finora solo 374 sono stati ritenuti idonei al rimpatrio dalle autorità birmane

 


Una parrocchia e un Vicariato episcopale per immigrati e rifugiati cristiani in Israele
Israele

Una parrocchia e un Vicariato episcopale per immigrati e rifugiati cristiani in Israele

Monsignor Pizzaballa ha disposto la creazione in Terra Santa di una parrocchia personale per assistere immigrati e rifugiati e di un vicariato per realizzare l’unità nella diversità che anima la Chiesa locale


Gran Bretagna, un progetto per una immigrazione sostenibile
Rifugiati, nel 2017 solo 7.000 richieste di asilo

Gran Bretagna, un progetto per una immigrazione sostenibile

Una immigrazione sostenibile e tempi di attesa ridotti per i richiedenti asilo e permesso di soggiorno sono gli obiettivi della Gran Bretagna uscita dall’Unione Europea

 


Rifugiati in Uganda, l’allarme di una suora comboniana
Uganda, la difficile vita nei campi profughi

Rifugiati in Uganda, l’allarme di una suora comboniana

 

Tre suore comboniane rifugiate in Uganda dal Sudan del Sud raccontano le condizioni critiche dei rifugiati nel paese che l’Onu a eletto a miglior luogo dove chiedere asilo


In Libia chiusi due centri di detenzione e trasferiti più di 1.000 rifugiati
La Libia chiude altri centri di detenzione

In Libia chiusi due centri di detenzione e trasferiti più di 1.000 rifugiati

Procede in Libia la chiusura dei centri di detenzione per immigrati illegali e il trasferimento in paesi terzi dei rifugiati organizzato dall’Acnur in collaborazione con i governi dei paesi resisi disponibili


Rwanda, la polizia spara sui rifugiati che protestano per il cibo
Il Pam riduce del 25% le razioni alimentari ai rifugiati in Rwanda

Rwanda, la polizia spara sui rifugiati che protestano per il cibo

È costata la vita a 11 congolesi rifugiati in Rwanda la protesta contro il Programma alimentare mondiale che ha ridotto per due volte le razioni alimentari per mancanza di fondi


Aumenta il numero dei minori non accompagnati in fuga dal Sudan del Sud in guerra
Minori non accompagnati in pericolo

Aumenta il numero dei minori non accompagnati in fuga dal Sudan del Sud in guerra

Oltre il 60% dei profughi sud sudanesi che fuggono in Uganda sono minori, molti dei quali non accompagnati. La scarsità di personale e le dimensioni degli insediamenti rendono elevato il rischio di abusi e violenze