• ELEZIONI

    Guatemala, buone notizie per vita e famiglia

    Le recenti elezioni presidenziali in Guatemala hanno regalato un Presidente e un Vice presidente apertamente schierati a favore della vita e della famiglia, fermi oppositori dell'ideologia Lgbti e dell'aborto. Per contro in Argentina la partita è ancora aperta ma è il presidente Macrì a dover uscire dall'ambiguità su questi temi. E la Chiesa dovrà giocare la partita fino in fondo.

    • L’EVENTO

    Verso il raduno del Verbo Incarnato, miniera di vocazioni

    Dal 30 luglio al 3 agosto, laici e religiosi provenienti da tutto il mondo si riuniranno a Roma per il grande raduno della Famiglia religiosa del Verbo Incarnato, presente nei 5 continenti e operante soprattutto in realtà di missione, spesso in situazioni estreme, come la Striscia di Gaza e la Siria. L’evento romano sarà un modo per ringraziare Dio del carisma ricevuto.

    • IN ARGENTINA

    «Aborto ora». Scritta choc su uova di Pasqua per bimbi

    Un gruppo di insegnanti e attivisti, nel bel mezzo della propaganda per la legalizzazione dell’aborto in Argentina, ha distribuito uova di Pasqua con le scritte «Aborto ya» e «Abortá la sorpresita», traducibili come «Aborto ora» e «Abortisci la sorpresa». Dei veri e propri inviti a uccidere, dunque, con l’aggravante di essere rivolti a dei bambini. Infuriati i genitori

    • IL CASO ZANCHETTA

    Abusi sessuali, nuove rivelazioni e imbarazzi del Papa

    Il Papa sapeva benissimo delle accuse di abusi sessuali nei confronti del suo "amico" vescovo Gustavo Zanchetta: lo ha rivelato alla AP uno dei preti accusatori. È l'ennesimo caso di "copertura" in cui viene chiamato in causa il Papa, a cui diventa assurdo rispondere con la tesi del complotto.