Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Francesco Antonio Fasani a cura di Ermes Dovico
Senza dottrina sociale nessun bene comune: il convegno
SABATO CON LA BUSSOLA

Senza dottrina sociale nessun bene comune: il convegno

Conoscere la verità, praticare la giustizia” è il titolo della Giornata della Dottrina sociale della Chiesa promossa da la Nuova BQ e Osservatorio Van Thuan. L’idea oggi prevalente è che si debba partire dai bisogni sociali per poi eventualmente recuperare i contenuti della fede. Invece è il contrario e vale anche per avere criteri di giudizio in vista delle prossime elezioni. Appuntamento sabato 3 a Milano. 

-LISTE CHIUSE: C'E' ARIA DI LARGHE INTESE di Ruben Razzante


Le larghe intese sono già nelle liste elettorali
VERSO IL VOTO

Le larghe intese sono già nelle liste elettorali

La desistenza corre sul filo nelle ultime ore di composizione delle liste. Pd e Forza Italia, nella prospettiva di doversi alleare subito dopo il voto, hanno puntato a non farsi male e così in molti collegi si prospettano sfide dall’esito scontato.


No al voto a chi nega il valore assoluto della persona
CRITERI DI GIUDIZIO

No al voto a chi nega il valore assoluto della persona

Veniamo da anni di attacchi forsennati alla famiglia e di leggi eversive della coscienza comune del nostro popolo. Emarginare i princìpi non negoziabili significa essere nella società senza identità. E ritirare fuori l'espressione "cattolici adulti" o "maturi" è un'operazione equivoca.
- LA DIASPORA DEI CATTOLICI GIUNTA A COMPIMENTO, di Stefano Fontana


Elettori cattolici nudi: la diaspora è al capolinea
VERSO IL VOTO

Elettori cattolici nudi: la diaspora è al capolinea

Il 4 marzo i cattolici andranno al voto nudi in una situazione mai vista intrisa di disillusione e smarrimento. Essere cattolico ed essere radicale non è più considerato una contraddizione. Vediamo perché la diaspora è completata: clericalismo, pastori che non forniscono più criteri nè contenuti e valori sovvertiti.


Giornalisti candidati gettano la maschera dell'imparzialità
ELEZIONI

Giornalisti candidati gettano la maschera dell'imparzialità

Avanza l'esercito di giornalisti che si candidano per le prossime elezioni. Da Tommaso Cerno (La Repubblica) per il Pd a Gianluigi Paragone (La7) per il Movimento Cinque Stelle, passando per Giorgio Mulè (Panorama) per Forza Italia, tutti hanno gettato la maschera dell'imparzialità. Saranno ancora credibili?


Votare è un dovere non assoluto
CHIESA ED ELEZIONI

Votare è un dovere non assoluto

Sia il presidente Mattarella, che l'arcivescovo di Milano Mario Delpini insistono sul dovere di votare. La partecipazione al voto è un dovere morale, così come ogni foma di partecipazione al bene comune. Ma non è un dovere assoluto. E in alcuni casi l'astensione, se ben motivata, è una forma di impegno politico.


Rosatellum alla prova del voto: istruzioni per l'uso
URNE APERTE IL 4 MARZO

Rosatellum alla prova del voto: istruzioni per l'uso

Si voterà con il Rosatellum, la nuova legge elettorale che prevede l’elezione del 37% dei seggi con il sistema maggioritario e del 61% con il proporzionale. Ma la legge non ha alcun premio di maggioranza, né alcun vincolo che impedisca, nel post-voto, ai partiti di “cambiare” alleati.


Bene comune, quello che neanche Bassetti dice
VERSO LE ELEZIONI

Bene comune, quello che neanche Bassetti dice

Il presidente dei vescovi italiani apre il Consiglio permanente della Cei con diversi riferimenti alla politica, tra cui l'invito a lavorare per il "bene comune", un concetto che però resta sul vago. È invece importante capire cosa vuol dire...


Fascismo, allarmi ideologici e diseducativi
MITI

Fascismo, allarmi ideologici e diseducativi

La denuncia del cardinale Bagnasco contro i ripetuti allarmi sulla rinascita del fascismo è da condividere pienamente. Troppi giovani, dagli anni '70 in poi, sono stati sacrificati sull'altare di falsi miti ideologici. Gli adulti hanno invece il compito di aiutare le nuove generazione a entrare nella vita in modo autentico, libero, intelligente e creativo.


Politici cattolici incoerenti, ridotti al silenzio
PARTITOCRAZIA

Politici cattolici incoerenti, ridotti al silenzio

Nel mercimonio di poltrone e candidature ciò che risalta maggiormente è l’evaporazione di ogni ideale di cattolicesimo da tradurre in scelte politiche coerenti e in linea con il pensiero sociale della Chiesa. Schieramenti intercambiabili, ignavia, opportunismo, incoerenza sono i tratti dominanti dei candidati cattolici.


Prostituzione libera? Un autogol sociale
LA PROPOSTA

Prostituzione libera? Un autogol sociale

Puntuale come in ogni campagna elettorale torna il leitmotiv della liberalizzazione della prostituzione. Un fallimento etico, ma anche un autogol sociale sociale: i dati dimostrano infatti che nei Paesi dove la prostituzione è sdoganata aumentano lo sfruttamento delle donne e la loro instabilità psicologica e umana. 


Deroghe e candidature, Renzi si affida ai dinosauri
VERSO IL VOTO

Deroghe e candidature, Renzi si affida ai dinosauri

Renzi alle prese col nodo candidature. Per sopravviere l'ex rottamatore è tra i principali sostenitori del salvataggio nelle liste dei cosiddetti dinosauri, cioè di coloro che hanno già collezionato un numero cospicuo di legislature.


Il galateo per i sindaci (e Silvio anticipò i tempi)
MANUALE SERRACCHIANI

Il galateo per i sindaci (e Silvio anticipò i tempi)

Ha suscitato qualche divertito commento il libretto dal titolo Come fare quando… che la governatrice del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, Pd, ha inviato, con lettera, ai sindaci della regione. Anche Berlusconi diffuse un manuale analogo, nel 1994. Fu pioniere.


Ad Arcore, Berlusconi detta le regole a Salvini
CENTRODESTRA

Ad Arcore, Berlusconi detta le regole a Salvini

Mentre a sinistra è crisi per Renzi, Berlusconi detta le sue regole del gioco a Salvini. Imponendogli di giocare sul suo terreno, ad Arcore, aggiudicando il maggior numero dei collegi per Forza Italia. Intanto, forse persuaso da Berlusconi stesso, Maroni non si ricandida in Lombardia. Sarà candidato per eventuali "larghe intese"?


Tabacci, Melloni e i cattolici della resa al mondo
CHIESA

Tabacci, Melloni e i cattolici della resa al mondo

Tabacci che "salva" la Bonino per le elezioni, Melloni che esalta quell'Università Cattolica che ha sfornato politici che hanno firmato le leggi su divorzio e aborto. Due esempi di una concezione del cristianesimo che va per la maggiore e teorizza l'irrilevanza dei cattolici nella società.


Di Rousseau, della privacy e dei vecchi balletti di alleanze
IL VECCHIO E IL NUOVO

Di Rousseau, della privacy e dei vecchi balletti di alleanze

Il social network fa la sua irruzione nella scena ed è il vero elemento di differenza rispetto alle elezioni del 2013. Lo dimostra anche l'intervento del garante della privacy sulla piattaforma Rousseau del Movimento 5 Stelle e il ruolo degli "influencer". Ma resta un vecchio aspetto duro a morire: quello delle alleanze variabili.


Elezioni il 4 marzo, rischio caos
SCIOLTE LE CAMERE

Elezioni il 4 marzo, rischio caos

Dopo lo scioglimento delle Camere ed elezioni fissate al 4 marzo, comincia una campagna elettorale incertissima. Stando ai sondaggi attuali la situazione più probabile è quella della ingovernabilità.