Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
Santa Caterina Drexel a cura di Ermes Dovico

Mosul


Una nuova casa per 120 famiglie di cristiani iracheni
Profughi

Una nuova casa per 120 famiglie di cristiani iracheni

Ospiti finora di un campo profughi di Baghdad, i cristiani hanno ricevuto ordine di lasciarlo e saranno trasferiti in un ex seminario caldeo

 


La piana di Ninive otto anni dopo
Daesh, Stato islamico

La piana di Ninive otto anni dopo

Solo il 40 per cento dei cristiani fuggiti nella notte tra il 6 e il 7 agosto 2014 oltre i confini del Califfato è tornato e molti sono i rimpatriati che decidono di emigrare


Iraq, "Cristo vive e opera in questo suo popolo santo"
IL VIAGGIO DEL PAPA

Iraq, "Cristo vive e opera in questo suo popolo santo"

"Oggi, posso vedere e toccare con mano che la Chiesa in Iraq è viva, che Cristo vive e opera in questo suo popolo santo e fedele". Le parole del Papa nell'omelia finale testimoniano la soddisfazione per l'esito del primo viaggio in Iraq. Francesco, nei luoghi della persecuzione dei cristiani per mano dell'Isis, ribadisce che la "fraternità è più forte del fratricidio"


I cristiani tornano a Mosul e nella piana di Ninive
Dopo l’Isis

I cristiani tornano a Mosul e nella piana di Ninive

200 famiglie fuggite nel 2014 per sottrarsi all’Isis stanno arrivando, accolte con gioia dai volontari musulmani del gruppo Braccia di Mosul impegnati a eliminare le tracce del Califfato

 


Il cardinale Sako rievoca la figura dell’arcivescovo di Mosul, monsignor Rahho, rapito e ucciso nel 2008
12° anniversario della morte di monsignor Rahho

Il cardinale Sako rievoca la figura dell’arcivescovo di Mosul, monsignor Rahho, rapito e ucciso nel 2008

Monsignor Paul Faraj Rahho era stato rapito il 29 febbraio all’uscita dalla chiesa del Santo Spirito di Mosul. Il presule è uno dei tanti martiri cristiani che contrassegnano la storia dell’Iraq


Tornare a casa. I profughi di Mosul non chiedono altro
Medio oriente

Tornare a casa. I profughi di Mosul non chiedono altro

Due anni dopo la sconfitta dell’Isis la ricostruzione a Mosul e nella piana di Ninive è lenta, per il ritorno dei profughi ancora mancano le condizioni di sicurezza e le opportunità di lavoro


Una Pasqua nel segno della speranza per i cristiani della piana di Ninive
Iraq

Una Pasqua nel segno della speranza per i cristiani della piana di Ninive

Le celebrazioni pasquali a Mosul e nella Piana di Ninive si sono svolte quest’anno in un clima sereno, allietato dall’arrivo di molte famiglie della diaspora residenti in Canada, Stati Uniti ed Europa


Nella Piana di Ninive alcuni progetti di ricostruzione impensieriscono i cristiani
Iraq

Nella Piana di Ninive alcuni progetti di ricostruzione impensieriscono i cristiani

L’arcivescovo siro cattolico di Mosul chiede al governo iracheno di fermare un vasto progetto urbanistico nella Piana di Ninive che può provocare una drastica riduzione delle comunità cristiane


Insediato a Mosul il nuovo arcivescovo, monsignor Moussa
Iraq

Insediato a Mosul il nuovo arcivescovo, monsignor Moussa

Si è svolta a Mosul la cerimonia di insediamento di monsignor Najib Mikhael Moussa, nuovo arcivescovo della città. Prodigarsi per riconciliazione e fiducia, far rinascere le chiese la sua missione


Il difficile ritorno dei cristiani a Mosul
Iraq

Il difficile ritorno dei cristiani a Mosul

Tornano a Mosul e nella piana di Ninive i cristiani, quattro anni dopo essere stati costretti a fuggire per sottrarsi allo Stato Islamico

 


Continua l’emergenza profughi in Iraq
Adotta un cristiano di Mosul

Continua l’emergenza profughi in Iraq

In occasione della Pasqua l’agenzia AsiaNews rinnova la richiesta di aiutare i profughi iracheni, cristiani e non, rispondendo all’appello di padre Samir Youssef


Rahho, il vescovo martire di Mosul dimenticato da Roma
IRAQ

Rahho, il vescovo martire di Mosul dimenticato da Roma

A dieci anni di distanza dalla barbara uccisione, la figura dell'arcivescovo di Mosul resta un esempio di grande pastore che ha dato la vita per Cristo, custodendo, proteggendo per anni le persone a lui affidate. Il suo testamento: «Non chiedete nulla, non ho nulla: io appartengo a Cristo e alla Chiesa».