• MAGISTRATURA

    Malagiustizia, una riforma per evitare altre vittime

    Vittime della malagiustizia: la morte della figlia di Enzo Tortora fa riaffiorare nella memoria il più clamoroso caso di ingiustizia. Raffaele Lombardo, assolto dopo 12 anni di calvario giudiziario. Rosalba Bisceglia, ingiustamente accusata di caporalato. Problema comune: un terzo delle accuse dei Pm viene sconfessato in dibattimento.

    • INTERVISTA A MANTOVANO

    «Giustizia, la riforma non va: si rischia una maxi amnistia»

    «Fissare una ghigliottina di due anni al processo d'appello significa creare le basi per un’amnistia generalizzata». La Bussola legge la Riforma Cartabia della Giustizia con il giudice Mantovano: «Positiva l'informatizzazione del processo, ma mancano assunzioni per nuovi giudici e il Ministero ci affiancherà a dei neolaureati: sarà inutile». Il nodo prescrizione: «Il compromesso raggiunto sulla prescrizione rischia di far saltare molti processi, questo è inaccettabile. Preoccupa la discrezionalità affidata alle procure sui criteri di priorità. In Parlamento bisognerà ascoltare giudici e avvocati». 

    • LA LETTERA

    Caso Formigoni, ristabilire verità e giustizia

    A pochi giorni dalla concessione degli arresti domiciliari è bene tornare sul caso Formigoni perché un processo e una sentenza ingiusta hanno messo in ombra il significato di 18 anni di "Governatorato", periodo in cui la Lombardia è diventata una regione-modello.

    • ABUSI

    Se la Chiesa si consegna alla giustizia terrena

    Sull'onda degli abusi sessuali, la Chiesa sembra cercare una soluzione nella giustizia civile. Una strada pericolosa che porta all'interferenza dello Stato nella vita della Chiesa o, peggio, all'azzeramento della Chiesa. Ma questo è anche la conseguenza del fatto che nella Chiesa si è perso il senso della giustizia divina.
    - ENGLISH VERSION