• LO STUDIO FAZIO-BELLAVITE

    Zero ricoveri nella trincea delle cure domiciliari precoci

    L'andamento dei contagi dimostra che il vaccino non basta e le cure sono indispensabili. Dall'esperienza sul campo dei medici per le terapie domiciliari anti-Covid nasce uno studio che smentisce la vulgata Tachipirina & vigile attesa. «Indometacina, Cardioaspirina ed esperidina nei pazienti trattati: zero ricoveri se assunte nei primi 3 giorni». Parla alla Bussola il professor Fazio, uno degli autori che, con il professor Bellavite, ha messo a punto uno schema terapeutico incoraggiante a disposizione della comunità scientifica.

    • L'INTERVISTA

    «Attaccano IppocrateOrg, ma ha curato 60mila persone»

    Dopo il convegno in Senato organizzato dalla Lega, politica e media mettono all'indice IppocrateOrg, l'associazione di medici che ha curato il Covid sfidando i fallimentari protocolli ministeriali. Vengono accusati di essere "incompetenti", "stregoni", "segreti". La Bussola è andata a conoscerli e qui intervista la coordinatrice scientifica Chifari Negri: «Diamo fastidio perché in appena 150 medici abbiamo salvato 60mila pazienti dimostrando che il Covid si cura, ma ci sono molti interessi contrari: in quale altra patologia si aspetta che la situazione sia disperata prima di intervenire?». I farmaci? «Gli studi ci sono». 

    - IL METODO AYUSO di Stefano Magni

    • IL PIANO DEL MINISTERO

    Cure domiciliari per tutti, tranne che per i malati covid

    Speranza scopre i vantaggi delle cure a casa e stanzia 4 miliardi per un sistema sanitario pubblico/privato per assistere i malati da casa e ridurre le ospedalizzazioni. Eppure nella lotta al covid il protocollo terapeutico è ancora Tachipirina & vigile attesa mentre il comitato cure domiciliari viene ignorato dal ministro ma riceve migliaia di richieste anche di contagiati vaccinati. Il problema sta solo nella volontà politica di curare. 

    • IGNORATA LA MANIFESTAZIONE

    Curare il Covid, il popolo libero che i media non vedono

    Completamente ignorata dal media system - o attaccata dal solito Mentana - la conferenza sulle terapie domiciliari precoci di domenica in Piazza Duomo. Ma la vera notizia è che c'è un popolo di persone libere che non ha smesso di pensare con la propria testa. E ora si profila anche un referendum popolare. 
    - IL DOSSIER COVID AT HOME

    • COVID

    Se il farmaco è targato Pfizer allora la cura funziona

    Il mantra che continuano a ripeterci è che per il Covid non c'è cura. Ma ora che la Pfizer annuncia la sperimentazione di un farmaco dotato di proprietà antivirali ecco che parte il tam tam giornalistico sulla superpillola, che però è solo alla prima fase di sperimentazione. Ma la priorità è stata data ai vaccini mentre tutte le possibili terapie sono state scoraggiate. 

    • IL MINISTERO SI OPPONE

    Ora è chiaro: il nemico delle cure a casa è Speranza

    Nonostante il Senato abbia impegnato il Governo a rivedere i protocolli di cura domiciliare, il Ministero ricorre al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar che lascia libertà di cura ai medici di non utilizzare il protocollo della vigile attesa. È ormai chiaro che Speranza avversa le terapie domiciliari. Infatti nel suo libro "fantasma" non c'è alcuna traccia di Covid at home, ma c'è molto dell'utopismo e del paternalismo della Sinistra green. 

    • ABBANDONI DA COVID/3

    «Sentivo i polmoni bruciare, ma il medico non mi visitava»

    Mentre sui protocolli Covid at home siamo ancora fermi alle promesse del viceministro Sileri al comitato dei medici per le cure precoci, il professor Remuzzi dell'Istituto Mario Negri annuncia alla Bussola: «Avviato uno studio controllato con lo Spallanzani, presto i risultati». Ma si continua a finire in ospedale per scarse cure tempestive a casa. Le storie di abbandono terapeutico raccolte dalla Bussola di pazienti, anche anziani, salvati dal gruppo di medici Ippocrate
    -ALLARME DELLE MAMME: LE MASCHERINE FANNO MALE di Luca Marcolivio