Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
Cattedra di San Pietro a cura di Ermes Dovico

Unione europea


Il bilancio Oim 2018 dei rimpatri volontari assistiti
Oim

Il bilancio Oim 2018 dei rimpatri volontari assistiti

L’Oim ha pubblicato il bilancio 2018 dei propri programmi di rimpatrio volontario assistito grazie ai quali 63.316 emigranti sono tornati a casa e sono stati aiutati a reinserirsi nelle loro comunità


L’Unione Europea finanzia il ritorno a casa degli afghani emigrati, rifugiati e sfollati
Afghanistan

L’Unione Europea finanzia il ritorno a casa degli afghani emigrati, rifugiati e sfollati

Milioni di afghani tra il 2012 e il 2018 sono emigrati o hanno lasciato casa loro per motivi di sicurezza. Il ritorno a casa di milioni di essi pone gravi problemi di integrazione


"L'ideologia europeista ha a cuore il male comune"
CREPALDI

"L'ideologia europeista ha a cuore il male comune"

«Le pressioni delle istituzioni europee sugli Stati sui “nuovi diritti” sono elementi del male comune. L’Unione Europea intende bandire dallo spazio pubblico qualsiasi significato assoluto e non si accorge che impone un nuovo significato assoluto, quello di una nuova religione civile. Ecco perché bisogna frenare l’Unione Europea per avere il tempo e lo spazio per costruire un'Europa che ridia a Dio quel primato nel mondo, attraverso cui è stata costituita». La lectio magistralis del vescovo Crepaldi alla seconda Giornata della Dottrina sociale di Bussola e Van Thuan.  


Grazie a Oim e UE quasi 13.000 nigeriani emigrati illegalmente sono tornati a casa
Oim/UE

Grazie a Oim e UE quasi 13.000 nigeriani emigrati illegalmente sono tornati a casa

Un programma di rimpatrio volontario realizzato dall’Organizzazione internazionale per le migrazioni e dall’Unione Europea ha riportato in Nigeria 12.974 emigranti irregolari in due anni


I rifugiati Saharawi, una crisi dimenticata
Sahara Occidentale

I rifugiati Saharawi, una crisi dimenticata

Da quasi mezzo secolo decine di migliaia di Saharawi sono rifugiati. Vivono in cinque campi allestiti per loro in Algeria dove sopravvivono grazie agli aiuti internazionali


Aloghar Project, per dare un’istruzione anche ai bambini più poveri
Bangladesh

Aloghar Project, per dare un’istruzione anche ai bambini più poveri

Sta per concludersi con successo in Bangladesh il progetto Aloghar Project, Casa leggera,  avviato nel 2011 dalla Caritas per fornire un’educazione di base ai bambini più disagiati


Sospeso in Mali in attesa di accertamenti il programma Oim di rimpatrio volontario degli emigranti
Mali

Sospeso in Mali in attesa di accertamenti il programma Oim di rimpatrio volontario degli emigranti

Dopo aver individuato molte richieste di rimpatrio volontario fatte da persone che non vi hanno diritto, l’Oim ha sospeso temporaneamente il programma avviato in collaborazione con l’Unione Europea


La crisi migratoria al centro del programma politico Ue
Unione Europea

La crisi migratoria al centro del programma politico Ue

La Romania sta per assumere la presidenza dell’Ue, sostituendo l’Austria. L’auspicio è che sotto la sua presidenza l’Ue affronti con maggiore efficacia i problemi legati ai flussi migratori illegali

 


I paesi del Nord Africa rifiutano di ospitare piattaforme in cui far confluire gli emigranti illegali
Libia

I paesi del Nord Africa rifiutano di ospitare piattaforme in cui far confluire gli emigranti illegali

La Libia non intende creare piattaforme in cui accogliere gli emigranti irregolari e propone piuttosto di rafforzare i confini meridionali con l’aiuto dell’UE e dei paesi confinanti


La marina militare del Marocco ha sparato su una imbarcazione che trasportava emigranti illegali
Marocco

La marina militare del Marocco ha sparato su una imbarcazione che trasportava emigranti illegali

Il 25 settembre la marina militare marocchina ha aperto il fuoco contro un barcone di emigranti dopo aver inutilmente intimato al comandante dell’imbarcazione di fermarsi


Investire nello sviluppo del sud della Libia per combattere l’emigrazione illegale
Libia

Investire nello sviluppo del sud della Libia per combattere l’emigrazione illegale

Ai confini meridionali della Libia il contrabbando di emigranti è quasi del tutto nelle mani dei giovani Tebu, una tribù colpita dalla crisi economica seguita alla caduta di Gheddafi


Quella di Avvenire? L'Europa che non vogliamo
IL CASO UNGHERIA

Quella di Avvenire? L'Europa che non vogliamo

Il quotidiano dei vescovi inneggia all'Unione Europea che punisce l'Ungheria sulla questione dell'immigrazione e la pone come modello. Ma è quell'Europa, nemica dei popoli, la cui cultura di riferimento è artificiale e imposta dal centro e dall'alto.