Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
Santa Liduina a cura di Ermes Dovico

Ortega

Nicaragua, vescovo arrestato perché pregava per monsignor Alvarez
COMUNISMO LATINO

Nicaragua, vescovo arrestato perché pregava per monsignor Alvarez

Nicaragua: Isidoro Mora, vescovo di Siuna, è stato arrestato. Non ha commesso reati: ha solo pregato per mons. Alvarez, detenuto e perseguitato dal regime.


Per scarcerare i sacerdoti il Vaticano scende a patti con Ortega
DILEMMA MORALE

Per scarcerare i sacerdoti il Vaticano scende a patti con Ortega

In Nicaragua 12 sacerdoti sono stati scarcerati. Però sono stati immediatamente esiliati a Roma. È una buona o una cattiva notizia? È “dolce-amara”. E rischia di dare origine a un sistema di scambi al ribasso che può implicare l'arresto di altri religiosi. 


Nel Nicaragua di Ortega, i cattolici non sono mai al sicuro
L'INTERVISTA/ TEO BABUN

Nel Nicaragua di Ortega, i cattolici non sono mai al sicuro

Per la Giornata Internazionale di Commemorazione delle vittime degli atti di violenza su base religiosa o di credo, intervista a Teo Babun, presidente della Ong OAA, sulla sistematica persecuzione dei cattolici in Nicaragua, un caso grave e senza uguali nel continente americano


Nicaragua: Ortega vuole sbarazzarsi del vescovo Álvarez
persecuzione religiosa

Nicaragua: Ortega vuole sbarazzarsi del vescovo Álvarez

Álvaro Leiva Sánchez, segretario esecutivo dell'Associazione nicaraguense per i diritti umani, dall'esilio punta il dito contro il regime che perseguita il clero perché ha paura della fede del popolo. 


Alvarez scarcerato rifiuta l'esilio e torna in carcere
NICARAGUA

Alvarez scarcerato rifiuta l'esilio e torna in carcere

Il vescovo nicaraguense Alvarez è stato scarcerato dal regime di Ortega, ma è stato subito ricondotto in carcere perché ha rifiutato l'esilio a Roma, proposta frutto della trattativa tra il dittatore e la Santa Sede. Un esilio avrebbe comportato la vittoria di Ortega. 


Pasqua di resistenza: i cattolici sfidano Ortega
NICARAGUA

Pasqua di resistenza: i cattolici sfidano Ortega

La stretta del regime di Ortega in Nicaragua contro fedeli, tradizioni e riti cattolici si fa sempre più dura, ma la fede del popolo e dei sacerdoti non cede. Per la Settimana Santa sono state state represse le tradizionali processioni e manifestazioni di popolo, numerosi i sacerdoti che hanno sfidato il regime e sono stati espulsi. Ma la Chiesa resiste e celebrerà la Pasqua. 


Nicaragua, Chiesa sotto attacco. Non è un caso unico
COMUNISMO LATINO

Nicaragua, Chiesa sotto attacco. Non è un caso unico

In Nicaragua cresce la persecuzione contro la Chiesa. Prima vietano la Via Crucis, poi chiudono le università cattoliche, infine sciolgono la Caritas. Con una scusa o con l'altra il regime di Ortega sta sopprimendo la libertà di religione. Preoccupazione per il vescovo Alvarez, in carcere da febbraio. Il Nicaragua è solo la punta dell'iceberg.


Nicaragua, ex capi di Stato chiedono al Papa una posizione
L'APPELLO

Nicaragua, ex capi di Stato chiedono al Papa una posizione

Mentre il dittatore Ortega intensifica le vessazioni contro la Chiesa cattolica in Nicaragua (domenica è stato arrestato un altro sacerdote), 26 ex capi di Stato e di Governo del forum internazionale non governativo IDEA lanciano un appello a papa Francesco chiedendo «una ferma posizione di difesa del popolo nicaraguense e della sua libertà religiosa». Tra i firmatari anche Aznar (Spagna), Macri (Argentina), Piñera e Frei (Cile), Calderon (Messico)  e Chinchilla (Costa Rica). «La dittatura Ortega-Murillo vuole distruggere le radici culturali e spirituali del popolo nicaraguense per lasciarlo nell'anonimato e renderlo facile preda del dominio». 
Aggiornamento: la Polizia sequestra il vescovo Álvarez


Decine di migliaia di nicaraguensi in fuga dalla repressione
Nicaragua

Decine di migliaia di nicaraguensi in fuga dalla repressione

La dura repressione delle manifestazioni di protesta contro il governo di Ortega ha indotto decine di migliaia di persone a lasciare il Nicaragua e cercare asilo in Costa Rica


La dura repressione governativa delle proteste popolari induce migliaia di nicaraguensi a fuggire all’estero
Nicaragua

La dura repressione governativa delle proteste popolari induce migliaia di nicaraguensi a fuggire all’estero

Continuano le proteste popolari in Nicaragua e il governo accusa potenze straniere e clero locale di tramare un golpe


Sale la tensione in Nicaragua, la violenza non risparmia i sacerdoti
Nicaragua

Sale la tensione in Nicaragua, la violenza non risparmia i sacerdoti

Dopo un fine settimana di scontri violenti tra dimostranti e forze dell’ordine, l’aggressione nella Basilica di San Sebastian a una delegazione di vescovi recatisi a Dirimba