• VITA VS MORTE

    Regno Unito e Australia, i vescovi contro l’eutanasia

    Si leva la voce dei vescovi contro i progetti di legge sull'eutanasia in Gran Bretagna e nel Queensland. Dopo l’appello della Conferenza episcopale inglese di maggio, ecco gli interventi dei vescovi Davies e McKinney. E in Australia mons. Coleridge chiede di “fare tutto il possibile” per proteggere le vite fragili.

    • COVID E POTERE

    Lockdown, l'Australia sdogana l'uso dell'esercito

    L’Australia manda le truppe a presidiare il Nuovo Galles del Sud, a seguito delle grandi manifestazioni di Sydney contro il nuovo lockdown. Si sta creando un precedente pericoloso: l'uso dell'esercito per implementare misure anti-Covid. Finora non era pensabile, se non nei peggiori film catastrofici.

    • LA MANIFESTAZIONE

    Protesta contro il Green Pass, in piazza in 80 città

    Contro l'obbligo di Green Pass, gli italiani scendono spontaneamente in piazza in 80 città. Nessun partito o movimento ha organizzato una protesta, nata dal passaparola. Analoghe manifestazioni in Francia, Israele e Australia.

    • DA UNA STORIA VERA

    The Kelly gang, il film sul Robin Hood australiano

    Doppiato in italiano The Kelly gang, film che parla male dell’impero britannico raccontando la storia di Ned Kelly, vissuto nel XIX secolo e che per gli australiani è un incrocio tra Jesse James e Robin Hood. È il secondo film sullo stesso tema (già nel 2003 era uscito Ned Kelly). E questo sembra più aderente alla realtà

    • IL PRETESTO DEL COVID

    Australia, dittatura sanitaria in azione. E fa paura

    Stato di Victoria, una donna incinta viene arrestata in casa davanti ai suoi figli per aver promosso su Facebook una manifestazione anti-lockdown che pure prevede mascherina e distanziamento. È la punta dell’iceberg di un regime totalitario (polizia in casa anche senza mandato, chiese chiuse, coprifuoco, ecc.), imposto da un governo di sinistra, che ha introdotto lo “stato di disastro” senza alcuna giustificazione nei numeri

    • Emigranti illegali

    La Gran Bretagna è decisa a fermare gli emigranti provenienti dalla Francia

    Il governo britannico ritiene inaccettabile l’arrivo di centinaia di emigranti illegali che attraversano il Canale della Manica su piccole imbarcazioni fornite dai trafficanti

     

     

    • Covid-19

    Scontro diplomatico tra Australia e Cina

    L’Australia sollecita i paesi membri dell’Oms a chiedere una indagine indipendente sull’origine e la diffusione del coronavirus. La Cina risponde minacciando ritorsioni economiche

    • Ambiente

    Clima. I 467 effetti negativi del global warming antropico!

    Contro i danni del cambiamento climatico, mettendo in conto di non riuscire ad azzerare l’emissione antropica di gas serra entro i tempi necessari, non resta che piantare miliardi di alberi

    • Diritti umani

    È contro l’Australia la prima denuncia all’Onu di violazione dei diritti umani climatici

    È pervenuta al Comitato Onu per i diritti umani la denuncia di alcuni australiani che accusano il loro governo di violazione dei diritti umani per non aver contrastato il cambiamento climatico

    • EUTANASIA

    Dal Belgio al Canada, come si precipita verso il baratro

    In Belgio molti neonatologi chiedono di poter praticare attivamente l’eutanasia (con l’iniezione letale) sui neonati. In Olanda la si può chiedere anche per i normali acciacchi dovuti all’età e in Australia si pensa già a limitare l’obiezione di coscienza. E poi c’è il Regno Unito dei piccoli Alfie, Charlie e Isaiah, a ricordare che la mentalità eutanasica si sta diffondendo rapidamente, con tutto il suo carico di morte e disperazione.

    • ABUSI SESSUALI

    «Io, dall'Australia, vi dico che il cardinale Pell è innocente»

    «Conosco molto bene la cattedrale di Melbourne, molto spesso sono andata a Messa lì ed è impossibile commettere un abuso nelle circostanze raccontate in tribunale». «La crisi della Chiesa australiana fa da sfondo alla sua condanna: da anni, l'intellighenzia nazionale e una parte dello stesso clero attaccavano il cardinale per le sue posizioni conservatrici e l'ambiente gay gli aveva dichiarato guerra da un ventennio, proprio dal 1996, anno in cui avrebbe commesso il crimine di cui è accusato». Ecco la testimonianza di una docente australiana che conosce bene il cardinale Pell e la situazione della Chiesa in Australia. 
    - THE ORIGINAL LETTER (IN ENGLISH)

    • LETTER FROM AUSTRALIA

    Cardinal Pell is innocent, that's why

    «I don’t believe that justice was served in this jury trial. It has all the smell of a ritual sacrifice for an ugly agenda». «In 1996 Pell refused the communion to a gay crowd that disrupted a mass. The homosexualist agenda in Church and Society has been gunning for him ever since». «Also within the Australian Church, there is a large party of hostility to Pell. Many of these will be aging clergy of the Spirit of the Seventies».