Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Bonaventura a cura di Ermes Dovico

Carlo iii

Ambientalismo su tela per il ritratto ufficiale di Carlo III
l'ideologia di corte

Ambientalismo su tela per il ritratto ufficiale di Carlo III

L'artista-attivista Jonathan Yeo ha dipinto il sovrano inglese con un piccolo dettaglio che ne simboleggia il fervore ecologista. Dalla nuova "eco-religione" alla nuova iconografia mainstream (che presta il fianco anche alla satira).


Il re vuole essere moderno, ma la regalità è senza tempo
incoronazione di Carlo III

Il re vuole essere moderno, ma la regalità è senza tempo

Malgrado le concessioni modaiole alla cerimonia di sabato scorso, l'unzione e la consegna dei simboli regali risalgono a ben prima dell'odierno politically correct e anche a prima della Riforma protestante. E ricordano che al di sopra dei governanti c'è un Re più grande di loro.
- GRANDE MUSICA A WESTMINSTER: RIPORTIAMOLA IN CASA CATTOLICA, di Aurelio Porfiri


Grande musica a Westminster: riportiamola in casa cattolica
note stonate

Grande musica a Westminster: riportiamola in casa cattolica

Anche chi non è anglicano non avrà potuto fare a meno di apprezzare l'alto livello musicale e la solennità della cerimonia di incoronazione di Carlo III. E da noi? Da mezzo secolo troviamo solo canzonette, con l'illusione di essere al passo con i tempi. Non serve una conversione ecologica, ma una conversione estetica.

 


L'incoronazione di Carlo III sarà a prova di mainstream
regno unito

L'incoronazione di Carlo III sarà a prova di mainstream

Per la solenne cerimonia del 6 maggio non manca nulla, anzi non manca nessuno, nemmeno buddisti e zoroastriani. Con poche aggiunte la liturgia "multireligiosa" presieduta dal primate anglicano Welby, che incoronerà il sovrano britannico e la regina consorte, potrà fregiarsi di inclusività, quote rosa e una punta di ambientalismo. 


La signora è tornata indietro. Fine di Liz Truss
REGNO UNITO

La signora è tornata indietro. Fine di Liz Truss

Nominata dalla regina Elisabetta II, ieri ha rassegnato le dimissioni nelle mani di re Carlo III. Pur avendo attraversato due regni, Liz Truss è stata la premier meno longeva della storia del Regno Unito: quarantacinque giorni. Un breve governo che può anche segnare la fine del conservatorismo, per come lo abbiamo finora conosciuto.