Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
Santissima Trinità a cura di Ermes Dovico

Pornografia


Tutti garantisti su Siffredi: dov'è il maschio tossico?
accusato di molestie

Tutti garantisti su Siffredi: dov'è il maschio tossico?

Per una volta tutti allineati al garantismo per Rocco Siffredi, accusato di molestie. Nessuno urla alla mascolinità tossica, né al patriarcato. Miracoli del porno, business da proteggere e sdoganare.


Onu, gli “esperti” vogliono normalizzare la prostituzione
BATTAGLIA PERVERSA

Onu, gli “esperti” vogliono normalizzare la prostituzione

Un documento del Gruppo di lavoro sulla discriminazione contro le donne propone «la completa depenalizzazione» della prostituzione, anche a favore di chi la sfrutta. Un nuovo ribaltamento morale, spacciato per "diritto umano".


Da mamma Rai un'oscena beatificazione di Siffredi
PORNO SDOGANATO

Da mamma Rai un'oscena beatificazione di Siffredi

La trasmissione di Diaco, BellaMa', regala al pomeriggio un'ora di palcoscenico a Rocco Siffredi in versione maestro di vita. Una disgustosa pantomima che promuove la pornografia. In vigilanza Rai tutto bene? 


Porno e violenza: «La causa nei minori ipersessualizzati»
INTERVISTA A DON DI NOTO

Porno e violenza: «La causa nei minori ipersessualizzati»

«Oggi ai bambini tutto, in tv, sui media, persino a scuola, parla di sesso. È l'ipersessualizzazione la prima violenza che ci consegna la pornografia». Intervista a don Fortunato Di Noto. «Da giorni non si parla d'altro, ma nessuno ha ancora cercato chi come me si occupa di tutela dell'infanzia, cercano solo Siffredi, dal quale non può arrivare nessun credibile insegnamento».


Stupri di gruppo, quando l’assoluzione è senza criterio
FIRENZE

Stupri di gruppo, quando l’assoluzione è senza criterio

Il Tribunale di Firenze assolve dei ragazzi per stupro di gruppo perché presumevano il consenso della ragazza e anche perché erano condizionati dalla pornografia. Ma le motivazioni non reggono.


Seminario Mario Palmaro: "Il corpo, segno di contraddizione"
il programma

Seminario Mario Palmaro: "Il corpo, segno di contraddizione"

Torna il seminario, giunto alla decima edizione, del Comitato Verità e Vita fondato dal giurista e bioeticista scomparso nel 2014. Con tante firme note ai lettori della Bussola.


Pornografia e depressione, il legame in uno studio
DIPENDENZE E SALUTE MENTALE

Pornografia e depressione, il legame in uno studio

Pubblicata su Frontiers in Psychology una ricerca su un campione di 1031 studenti dell’Università Francescana di Steubenville (Ohio). Lo studio individua un forte legame tra l’uso della pornografia e il peggioramento della salute mentale in termini di depressione, ansia e stress. Nelle risposte degli studenti anche la via per uscire da quella che spesso è una vera e propria dipendenza.


Pornografia per bambini, tra stop e pericolose spinte
DALL’EUROPA AGLI USA

Pornografia per bambini, tra stop e pericolose spinte

L’Unicef ha ritirato, dopo le proteste, un documento che sottovalutava i rischi della pornografia. Una giornalista del Times propone su Twitter un porno soft per minori, scatenando un’ondata di critiche, mentre negli Usa una scrittrice si vanta di aver portato i suoi bambini al gay pride.


La battaglia di don Fortunato per salvare i piccoli dai pedofili
Il LIBRO

La battaglia di don Fortunato per salvare i piccoli dai pedofili

Una vocazione che affonda le radici negli orfanotrofi, la gratitudine per il dono di essere nato in una famiglia, il rogo simbolico di riviste pornografiche per esortare tutti a custodire la purezza dei bambini. Roberto Mistretta ripercorre in un libro, “Don Fortunato Di Noto. La mia battaglia in difesa dei bambini”, la vita del sacerdote siciliano impegnato da anni contro la pedofilia e le sue lobby.


Se l’Unicef non riconosce che la pornografia è un male
DOCUMENTO SHOCK

Se l’Unicef non riconosce che la pornografia è un male

Un rapporto dell’Unicef - prima pubblicato, poi ritirato per le voci di protesta e ripresentato con lievi modifiche - sostiene l’idea che la pornografia non sia sempre dannosa per bambini e adolescenti. E ad essi non andrebbe negata una «vitale educazione sessuale», aborto e temi Lgbt inclusi. Un approccio scandaloso che non riconosce il male oggettivo della pornografia.


Il Nyt denuncia Google: "Favorite la pedofilia online"
CONSEGUENZE DELLA PORNOGRAFIA

Il Nyt denuncia Google: "Favorite la pedofilia online"

Il New York Times parla ancora del traffico di pornografia minorile e pedofilia presente sul web. Questa volta l’editorialista del quotidiano progressista Nicholas Kristof accusa Google non solo di non censurare contenuti depravati e illegali ma persino di favorirli. Eppure nessuno si sogna di toccare la radice del problema per cui il porno andrebbe interamente vietato.


Migliaia di abusi fra minori: la libertà sessuale presenta il conto
IL CASO GRAN BRETAGNA

Migliaia di abusi fra minori: la libertà sessuale presenta il conto

In Gran Bretagna la polizia ha denunciato un enorme scandalo sessuale fra adolescenti di cui si vede per ora solo “la punta dell’iceberg” accusando la cultura, il porno e il sistema educativo genitoriale e scolastico. Ma i media e la politica non vogliono guardare alle cause del problema per non contraddire la cultura progressista del “corpo è mio e lo gestisco io”. E così parlano di “rape culture”, “misoginia” e maschi violenti, incolpando le scuole private.
- IN OCEANIA È GUERRA AI MASCHI E ALLA BIOLOGIA, di Luca Volontè
- LA FEMMINISTA CRITICA IL GENDER E RISCHIA IL POSTO, di Giuliano Guzzo